Guai Sampdoria: Eto’o fa causa per il caso Olinga

778

Continua lo scontro tra Eto’o e la Sampdoria per il caso Olinga. L’agenzia Ansa ha ripreso le parole degli avvocati del giocatore rilasciate a Primocanale.

Il manager di Samuel Eto’o George Gardi in un’intervista rilasciata alla tv ligure Primocanale ha confermato che e’ stata avviata un’azione legale nei confronti della Sampdoria per alcune inadempienze rispetto ai
contratti con cui il club si impegnava a tesserare Fabrice Olinga, il giovane connazionale che il camerunense aveva voluto con se’ quando firmo’ con i blucerchiati di Massimo Ferrero nel gennaio 2015.
Gardi ha sottolineato che Eto’o sperava di riuscire a trovare un accordo bonario, sia per il suo entourage che per Olinga. Nessuno si e’ fatto avanti dalla societa’, anzi non hanno risposto a una proposta fatta dall’avvocato Tolentino. Non vedo possibilita’ di evitare un’azione legale che e’ stata avviata in questi giorni“. La questione e’ stata confermata da Tolentino: “Non ci rimane altro da fare – ha detto l’avvocato -. Il contratto ha la clausola compromissoria, art. 30 dello Statuto, per cui valuteremo se procedere con la giustizia sportiva o in via ordinaria”. La Samp ha ribadito la propria posizione, ovvero di aver agito “secondo le regole dei contratti federali”.

Dopo la conferenza stampa di Milano ecco un’altro capitolo della guerra  tra il camerunense e la Sampdoria. Uno scontro che proseguirà per vie legali come confermato dai legali del giocatore. La vicenda nasce dall’acquisto di Fabrice Olinga, talentuoso giocatore nella scuderia di Eto’o, preso dalla Sampdoria che però mai lo ha utilizzato lasciandolo girovagare per l’Europe senza mai riportarlo a Bogliasco. Il giocatore stesso si era lamentato a più riprese della situazione. La Sampdoria ha sempre spiegato che il ragazzo non è mai riuscito ad entrare nella rosa della squadra perchè la società non era  riuscita a liberare il posto da extracomunitario necessario per il tesseramento.

Condividi
Avatar
Nato a Genova nel 1985, appassionato di sport da sempre. Scrivo soprattutto di tiro con l'arco, grazie alla collaborazione con la Fitarco, e di pallanuoto nella sezione web dedicata de Il Secolo XIX. Negli scorsi anni sono stato uno degli speaker "sportivi" di Radio 19.