Samp, il bomber del futuro lo hai già in casa: Ponce come Icardi?

Condividi

Andrés Ponce sta facendo sfracelli in maglia blucerchiata nel campionato Primavera. 19 anni, già protagonista con la nazionale venezuelana e con tanta voglia di emergere tra i grandi. Sarà lui il prossimo bomber della Sampdoria?

Se sia il nuovo Icardi è presto per dirlo. Fatto sta che con la Primavera doriana ha già segnato 21 gol in 20 partite (le ultime due nella vittoria per 1-2 di sabato scorso contro la Pro Vercelli) e già molti sono gli occhi interessati che lo osservano dagli spalti del “Tre Campanili” di Sestri Levante. Parliamo di Andrés Fabián Ponce Núñez, venezuelano di Maracaibo con origini colombiane.

Andres-PonceIl 2 febbraio di quest’anno ha esordito con la maglia della sua nazionale, La Vinotinto, nell’amichevole contro il Costa Rica insieme al suo grande amico, Thòmas Rincon, El General rossoblù. Molto forte fisicamente e dotato di uno spiccato senso del gol, sta trascinando la Samp nella sua rincorsa (difficile) alla qualificazione per la fase finale del “Trofeo Giacinto Facchetti”, ma il suo obbiettivo è quello di arrivare in prima squadra e mettersi a disposizione di Montella.

Chi lo vede giocare settimanalmente intravvede già un grande campione, un centravanti in stile Icardi, anch’egli capocannoniere tra i giovani a soli 19 anni, prima di essere protagonista prima in B e poi in A con i grandi. Non tutti i ragazzi che esplodono in Primavera sono però subito pronti per il grande salto in Serie A: ne è un esempio Federico Bonazzoli, che ha un anno in meno e che dopo alcune presenze nell’Inter da giovanissimo e un Trofeo di Viareggio da protagonista, ha trovato non poche difficoltà al suo primo anno da calciatore vero, sia in A con la Samp, sia in B con il Lanciano (5 presenze e 1 gol).

In ogni caso, della compagine di Ciccio Pedone, sono diversi i ragazzi che si stanno mettendo in luce, da Ponce a Calò, da Serinelli a Matulevicious e gli esempi di Ivan, Obiang, Icardi e Soriano dimostrano che il talento conduce dritto alla prima squadra, magari dopo un anno “a farsi le ossa” in cadetteria. I numeri di Ponce però potrebbero indurre lo staff tecnico a fargli bruciare le tappe e perché no, una volta raggiunta la salvezza, effettuare già un test in una gara di Serie A nel finale di stagione. Poi, il prossimo anno, con Muriel e Rodriguez verso la cessione, chissà che sotto l’ala degli esperti Quagliarella e Cassano, non possa crescere e sbocciare un puntero dal gol facile come Ponce.

Guarda i gol di Ponce

Condividi

Articoli correlati

A Palermo pagato l’approccio sbagliato. Per la Samp stagione comunque positiva

Col senno di poi, siamo tutti Guardiola e potremmo...

La Sampdoria saluta i playoff, 0-2 a Palermo

La Sampdoria esce sconfitta malamente a Palermo e dice...

Samp, credici! Blucerchiati superiori al Palermo

“Cosa andiamo a fare in serie A? Società e...

Tripletta Borini e la Samp passa anche a Catanzaro, ma resta 7°

Una tripletta di Capitan Borini permette alla Sampdoria di...

Samp a Catanzaro a caccia del sesto posto

Andrea Pirlo non è uno sprovveduto e fa benissimo...

Momento d’oro Samp, condizione atletica e infortunio Pedrola uniche macchie

Meglio non svegliare il can che dorme, procedere quatti...