28a, VERONA-SAMP 0-3: tris blucerchiato con Soriano, Cassano e Lazaros

Hellas Verona-Sampdoria 0-3: gol di Soriano, Cassano e Lazaros. Seconda vittoria consecutiva e prima gioia lontano da Marassi per la squadra di Montella, che archivia con tre reti nel primo tempo una partita ricca di emozioni. Felice il ritorno di Cassano e straordinaria rete di Christodoulopoulos. Doria che sale a 31 punti in classifica, è ormai impossibile la risalita dell’Hellas, condannato alla B e autore di una gara sciagurata e sfortunata.

Verona-Sampdoria rappresenta l’ultima spiaggia per la squadra di Gigi Delneri, che deve scongiurare una retrocessione ormai scritta salvo miracoli. La Samp di Montella deve invece confermare l’inversione di tendenza vista nella vittoria contro il Frosinone e cercare altri importanti punti salvezza.

Coreografia per i 200 tifosi della Samp al Bentegodi
Coreografia per i 200 tifosi della Samp al Bentegodi

Squalificato l’ex di lusso Pazzini, Delneri sceglie Rebic per far coppia con Toni e Fares come terzino destro, in un 4-4-2 dai tanti elementi offensivi. Stessa filosofia, ma modulo differente (3-4-2-1) per Montella, che non rischia l’influenzato Dodò e gli preferisce l’ex Lazaros. Conferme per De Silvestri e Cassani, c’è Cassano con Alvarez dietro a Quagliarella. Sono duemila i tifosi blucerchiati giunti al Bentegodi a seguire la squadra, la trasferta libera è l’occasione di celebrare uno storico gemellaggio con gli amici veneti.

La partita

La gara è emozionante e dal ritmo alto sin da subito. Appena 100” sul cronometro e prima palla illuminante di Cassano per Quagliarella, che sterza in area e appoggia all’accorrente Alvarez: l’argentino se la mette sul mancino e tira forte, ma troppo centrale. La supremazia della Samp è evidente e viene premiata al 6′: Soriano inizia l’azione dalla destra, serve Cassano in area che resta freddo e serve Quagliarella tutto solo, il 27 conclude in girata trovando l’opposizione in uscita di Gollini, sulla respinta c’è ancora Soriano che la piazza di prima intenzione in fondo al sacco: 1-0. (GUARDA IL GOL QUI)

Il Verona accusa il colpo e all’11’ è già 2-0 Samp: errore madornale di Fares che scivola e si fa rubare palla da Quagliarella, il quale scarta Gollini e trova la traversa per via di una deviazione, sulla ribattuta è pronto Cassano che tutto solo e a porta vuota fa 2-0! (GUARDA IL GOL QUI)

Cassano Verona-Samp

Toni ha subito l’opportunità di accorciare le distanze, ma sulla girata da terra è miracolosa la parata di Viviano. Come spesso accade è Wszolek il più pericoloso degli scaligeri: per due volte intorno al 15′ Fernando perde palla in zona pericolosa, il polacco ex Samp ha così la possibilità di far male, ma si perde sul più bello.

La gara continua a essere viva perché il Verona non si dà per vinto, ma la Samp è brava ad aggirare il pressing e a manovrare con più uomini sulla corsia destra, proprio da dove nasce il terzo gol blucerchiato. Protagonista è De Silvestri che chiude il triangolo con Quagliarella, crossa al centro dove Lazaros si coordina e spara al volo un destro imprendibile che buca ancora Gollini: 3-0 con il greco Christodoulopoulos. (GUARDA IL GOL QUI)

Ancora Samp al 37′, quando Cassano prende campo nella metà veronese, riesce a servire il pallone sui piedi di Qualgliarella che in mezzo a due si gira e conclude a un soffio dal palo. Il finale di frazione è un tourbillon di emozioni: prima ancora il Quaglia calcia alta la palla del poker lanciato in una prateria da Cassano, poi il Verona si procura un’ottima occasione grazie a Rebic che fa fuori in dribbling tutta la difesa blucerchiata, ma serve Toni troppo a ridosso di Viviano, agevolandone l’uscita.

A inizio ripresa è il Verona a dover fare la partita, ma lo fa più con la forza della disperazione che con raziocinio. Sussulti a ripetizione nei primi 8′: prima Alvarez è troppo lento di pensiero e non sfrutta un ghiotto 2-3 in area veronese, poi i padroni di casa si divorano con Toni il possibile 1-3: bravo Wszolek a creare superiorità sulla fascia, ma superlativo Viviano che si oppone ancora a Luca Toni.

Cala il ritmo ma non la quantità di occasioni. La chance al 20′ è per Cassano, che può chiudere con il gol della doppietta un’azione da lui imbastita, ma calcia incredibilmente alto sul servizio di Fernando. Poco dopo De Silvestri, avanzatissimo, ha spazio per crossare in tutta calma dalla destra cercando Quagliarella sul secondo palo, anticipato in corner di un soffio. La gara si addormenta lungamente perché il Verona ci crede via via sempre di meno e la Samp risponde chiudendosi.

Nel finale spazio anche a Muriel e a Juanito Gomez, che con l’orgoglio di chi quella maglia la veste sin dalla C, impegna Vivaino per un’ultima volta con un bel destro dalla distanza: il portierone ex Palermo è però davvero insuperabile. L’ultimissimo squillo è però di marca blucerchiata: nel corso del recupero, Ranocchia rischia di coronare una prestazione pressoché perfetta con un gran gol di testa. La palla non entra, ma va bene così, perché la Samp vince e lo fa regalando spettacolo.

Video highlights Verona-Sampdoria 3-0

Tabellino

HELLAS VERONA-SAMPDORIA 0-3

RETI: 6′ Soriano, 11′ Cassano, 30′ Lazaros

HELLAS VERONA (4-4-2): Gollini 5,5, Pisano, Helander, Moras, Fares 4,5 (p.t. 28′ Gilberto 5); Wszolek 6,5, Marrone 5, Ionita 5,5, Siligardi 5 (s.t. 10′ Gomez J. 5,5); Rebic 6 (s.t. 25′ Romulo 5,5), Toni 5. A disposizione: Albertazzi, Bianchetti, Brignoli, Samir, Emanuelson, Furman, Greco, Jankovic, Marcone, Coppola. All. Delneri 5.
SAMPDORIA (3-4-2-1): Viviano 7, Moisander 6,5, Cassani 7, De Silvestri 7, Ranocchia 7, Fernando 5,5, Lazaros 7 (s.t. 12′ Silvestre 6,5), Soriano 6,5 (s.t. 28′ Barreto 6), Alvarez 6,5, Quagliarella 6,5, Cassano 7 (s.t. Muriel s.v.). A disposizione: Skriniar, Rodriguez., Puggioni, Palombo, Diakite, Muriel, Dodo, Krsticic, Pereira. All. Montella 7.

ARBITRO: Cervellera di Taranto 6

NOTE: ammoniti Lazaros, Gilberto, Ranocchia

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.