Il Ju Jitsu sottoscrive Carta dei Doveri del Genitore nello Sport

Condividi

Ancora un passo in avanti, un altro tassello inserito nell’ambito del preciso impegno assunto dal Panathlon International nei confronti dello sport, quello riservato ai giovani, con la stipula della “Carta dei Doveri del Genitore nello Sport”, ultimo documento in ordine di tempo redatto dal P.I..
Già molteplici enti, associazioni, federazioni internazionali hanno aderito alla Carta; da venerdì sarà posto un altro tassello, con la firma a Rapallo (ore 15,30, Villa Queirolo, sede del Panathlon International) del documento da parte della Delegazione della Federazione Internazionale Ju-Jitsu (Jjif), primo firmatario il Presidente Internazionale Panagiotis Theodoropoulos, nonché Vicepresidente dell’AIMS (Alliance of Independent Recognised Members of Sport).

Della Delegazione che sarà presente a Rapallo faranno parte, oltre al Presidente Theodoropoulos, Jaffer Al Muthafer (International Relation Director OCA), Fahad Ali Al Shamsi (UAE Emirates), i Campioni del Mondo Anastasia “Nastia” Tonelli, Sara Paganini, Michele Vallieri, Jessica Scricciolo, Vittorio Marino e Andrea Calzoni, il genovese Dario Quenza (Presidente Europeo JJEU), il Maestro Maurizio Silvestri, Andrea Molinari (CJJI sponsor M Competition). Questa prestigiosa Delegazione Internazionale sarà accompagnata da Igor Lanzoni, rappresentante del Dipartimento dello Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri. La cerimonia di firma della Carta si svolgerà alla presenza di un Comitato di accoglienza composto da personalità panathletiche e politiche, di dirigenti ed atleti del Team Italia Ju-Jitsu, e costituirà un rafforzamento del Protocollo d’intesa stipulato tra Panathlon International e Ju-Jitsu International Federation a Rapallo il 24 maggio 2014.

La “Carta dei Doveri del Genitore nello Sport” è scaturita da una riflessione del Presidente Internazionale, Giacomo Santini, dopo aver partecipato a tutta una serie di riunioni conviviali dei vari Panathlon Club, ed è stata approvata dall’Assemblea Generale di tutti i Club.
Il 2016 rappresenta, per il Panathlon International, un intenso anno di lavoro culturale centrato in particolare sulla divulgazione della Carta, e prevede un network di eventi che avranno inizio nel mese di aprile con un primo Convegno Internazionale in collaborazione con il neo partner IPSE (Istituto Psicologico Europeo), dove verranno affrontate le molteplici tematiche con una serie di dibattiti sulle responsabilità dei genitori nello sport. La Segreteria Generale ha predisposto, da questo mese, una intensa campagna mediatica volta a divulgare ed amplificare al meglio tale documento, con il compendio di un apposito kit di promozione a livello internazionale.
La stampa è invitata a partecipare alla cerimonia di venerdì alle 15,30 a Rapallo, presso Villa Queirolo, trattandosi di un incontro di livello internazionale, evento non frequente sul territorio ligure.

Condividi

Articoli correlati

Panathlon Genova in visita alla più antica società sportiva ligure: il TSN Genova

Uno speciale momento di aggregazione in piena estate per...

A Rapallo “Il Tempo nello Sport” con la premiazione di Micillo, Storelli e Molinari

Nella bellissima cornice del Golf e Tennis Club Rapallo,...

I libri finalisti del 61° Premio Bancarella Sport in vetrina a Portofino con il Distretto Italia

Il Panathlon International Distretto Italia presenta stasera, nella splendida...

Il Panathlon Savona giovedì premia Maria Sole Ferrieri Caputi

Giovedì 6 giugno a Savona, a Palazzo della Sibilla,...

A Maria Sole Caputi il Premio Luigi De Manincor

Per la prima volta nella serie serie A di...