Genoa: sotto con l’Empoli, mai battuto in A

Curiosa statistica del nostro Marco Colla. Il Genoa in nove anni ha battuto tutte le squadre di serie A tranne una: l’Empoli.

Davvero strane le statistiche  del calcio soprattutto quelle riguardanti il Genoa. Dal suo ritorno in serie A (nove stagioni consecutive con l’attuale) è sempre riuscito a battere almeno una volta Empoli FC v US Latina Calcio - Serie Btutte le sue avversarie. Tutte, tranne una che sorprendentemente si chiama Empoli l’avversario di domenica prossima in prospettiva di un incontro che se non vinto non creerebbe certo  una situazione drammatica, ma lo stato di salute diverrebbe di sicuro preoccupante. C’è da dire che la squadra toscana in questi nove campionati ha impattato con il Genoa in sole cinque occasioni, ma il bilancio di esse ha prodotto 2 successi empolesi e 3 pareggi. Al primo incontro ravvicinato con l’Empoli (il primo in assoluto nella serie maggiore) in riva all’Arno non vi furono né
vincitori né vinti. Nelle file azzurre militavano elementi del calibro di Marchisio, Giovinco e Abate. Il rossoblu Masiello riuscì nel finale a bilanciare la rete proprio di Giovinco. Nella partita di ritorno fu Abate a firmare il clamoroso successo degli ospiti al Ferraris; lo stesso comunque non servì a scongiurare la loro retrocessione. Il resto è storia recentissima. Lo scorso campionato i due incontri terminarono 1-1, ma la partita di Marassi sarebbe passata alla  cronaca per due motivi. Il pareggio empolese di Tonelli (assente domenica prossima) al gol di Bertolacci fu conseguente a un colpo di mano  dello stesso, non visto dall’arbitro Cervellara di Taranto. A fine partita clamoroso fu lo sfogo di Gasperini verso parte della tifoseria genoana. Quest’anno all’andata l’Empoli regolò con un netto 2-0(Krunic e Zielinski) un Genoa nell’occasione abulico e svogliato. Chissà che domenica prossima il grifone non riesca ad abbattere l’ultimo dei suoi tabù. Ne guadagnerebbero il morale, la classifica, con una conseguente parentesi di relativa  tranquillità.

Marco Colla

Condividi