27a, SAMP-FROSINONE 2-0: Fernando + Quagliarella e la Samp ritrova il sorriso

Sampdoria-Frosinone 2-0. La Sampdoria torna a vincere dopo 8 giornate di digiuno e lo fa in una gara fondamentale nella lotta per la salvezza. I gol di Fernando a fine primo tempo e quello di Quagliarella a metà ripresa coronano una prestazione finalmente grintosa e baciata dalla fortuna. Dopo tanto patire, ecco una boccata d’ossigeno e una corposa iniezione di fiducia.

Non c’è più tempo per scherzare. Forse non avrebbe dovuto esserlo, ma Sampdoria-Frosinone è diventata, per la squadra di Montella, la partita dell’anno. Vincere o condannarsi alla sofferenza, strappare i tre punti che mancano da quasi due mesi alla più diretta concorrente, cederle il quartultimo posto, oppure prolungarsi l’agonia con un pari che a nulla servirebbe.

Per lo spareggio salvezza, Montella ritrova De Silvestri sulla corsia destra e Moisander in difesa, confermando soprattutto il tridente Quagliarella-Correa-Alvarez. Formazione tipo per il Frosinone di Stellone che avanza Tonev sulla linea degli attaccanti, per un 4-3-3 per nulla rinunciatario con Dionisi e Daniel Ciofani supportati dal sempreverde ex Sammarco.

Sud SampFrosinone

La partita

Una pioggia fitta e sottile non scoraggia i tifosi blucerchiati, carichi e rumorosi più che mai nonostante freddo e intemperie. Il terreno di gioco sembra aver tenuto ai violenti rovesci della notte e accoglie due squadre che non cercano alibi atmosferici.

L’inizio della partita è un assedio blucerchiato alla porta ciociara: la Samp si presenta con il piglio giusto e lo dimostra procurandosi tre ottime occasioni da gol nei primi 20′. La traversa di Fernando dal vertice sinistro (4′) e la doppia parata di Leali prima sulla deviazione di testa del suo compagno Pavlovic (6′) e poi sul destro dai 20 metri di Correa (19′) sono però solo semplici sussulti senza risultati tangibili.

La Sampdoria manovra bene e tiene il campo con autorità fino alla mezz’ora, quando esce il Frosinone spaventando non poco la Gradinata Sud: al 31′ Dionisi scatta sul filo del fuorigioco, converge dalla sinistra e cerca il palo più lontano con un destro a giro: ampiamente a lato. 4′ più tardi, Correa rischia un clamoroso autogol deviando il pallone col tacco verso la propria porta su un corner teso: Viviano deve tuffarsi ed evitare il peggio con un intervento provvidenziale.

Quella giallazzurra è però solo una parentesi, perché dopo la sbandata la Samp torna a spingere affidandosi alle giocate di Alvarez e Correa, al grande gioco di squadra di Quagliarella e a un Fernando piuttosto ispirato. Non a caso, dopo aver calciato due buone  punizioni, è proprio il brasiliano a trovare la via del gol. A 60” dal termine, riesce l’uno-due dentro l’area avversaria con De Silvestri e Fernando, trovatosi di fronte a Leali, trova la zampata giusta col piatto sinistro per il meritato gol dell’1-0. Sampdoria in vantaggio allo scadere dei primi 45′.

Il gol ha gasato l’11 di Montella, che a inizio ripresa sono ancora pericolosi con un destro infido dalla distanza di Quagliarella (4′) che Leali respinge non senza difficoltà. La pressione blucerchiata è costante e sospinta dai cori della Sud, ma il Frosinone sa soffrire e si chiude con vigore in attesa di un momento migliore. Episodio dubbio in area ospite al 19′: Blanchard si oppone col fisico a una bella girata di testa in arretramento di Quagliarella, c’è il sospetto di un tocco di mano da parte del difensore, ma Orsato lascia proseguire.

Il Frosinone prova a scuotersi e lascia ampi spazi ai contropiede di Correa: al 22′ il Tucu se ne va quasi in coast to coast e mette al centro per Alvarez che da pochi passi mette fuori di testa. Samp vicinissima al raddoppio che però arriva appena 3′ dopo, grazie a un  tacco smarcante di Alvarez che chiama al cross Cassani: sul pallone dalla destra Correa colpisce di testa il corpo di Ajeti, arriva però Quagliarella che quasi con lo stinco sorprende Leali. 2-0 Sampdoria al 25′!

Il Frosinone sbanda ma non accenna a gettare la spugna: al 31′ Tonev scappa bene sulla destra e tenta la conclusione di potenza: Viviano si oppone coi pugni. Stellone si gioca il tutto per tutto con Longo per Blanchard a 7′ dal termine, mentre Montella si copre inserendo Krsticic e Lazaros per i due, positivi ma esausti, fantasisti argentini. Le ultime battute sono molto concitate e piuttosto nervose, ma alla fine regge il fortino davanti a Viviano e il presidente Ferrero, incappucciato in tribuna, può finalmente lasciarsi andare a un festeggiamento che gli mancava da troppo tempo.

Le foto di Sampdoria-Frosinone

Tabellino e voti

SAMPDORIA-FROSINONE 2-0
RETI: p.t. 44′ Fernando; s.t. 25′ Quagliarella
SAMPDORIA: (3-4-2-1); Viviano 6; Cassani 6,5, Ranocchia 6,5, Moisander 7; De Silvestri 7 (s.t. 23′ Silvestre 6,5), Soriano 6, Fernando 7, Dodò 6,5; Alvarez 6,5 (s.t. 38′ Lazaros s.v.), Correa 7 (s.t. 26′ Krsticic 6); Quagliarella 7. A disposizione: Puggioni, Brignoli, Diakité, Silvestre, Skriniar, Barreto, Muriel, Cassano, Rodriguez. All. Montella
FROSINONE: (4-3-3); Leali 6; Rosi 5,5, Blanchard 5,5 (s.t. 38′ Longo s.v.), Ajeti 5,5, Pavlovic 5,5; Frara 5,5 (s.t. 23′ Kragl 6), Gori 5,5, Sammarco 5,5; Dionisi 5,5, Ciofani 6, Tonev 5 (s.t. 34′ Paganini). A disposizione: Zappino, Bardi, Crivello, Ciofani, Pryyma, Carlini, Chibsah, Gucher. All. Stellone
ARBITRO: Orsato di Schio 6
NOTE: ammoniti Correa, Frara, Silvestre, Krsticic e Sammarco.

Gli highlights di Sampdoria-Frosinone (Video)

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.