24a, Genoa-Lazio da sbadigli: 0-0 al Ferraris

Nessun gol e pochissime emozioni in un Genoa-Lazio da sbadigli che finisce con un giusto 0-0.

Dopo il turnover contro la Juventus, Gasperini torna a schierare la formazione “tipo”. Esordio dal primo minuto per Cerci al fianco di Pavoletti, a completare il tridente è Suso. Senza Biglia e Candreva, Pioli decide di cambiare modulo: rombo a centrocampo con Mauri alle spalle di Djordjevic e Anderson.

Partenza arrembante della Lazio che mette subito alle corde il Genoa. Al 4’ Cataldi spara da fuori e Perin è chiamato alla deviazione in angolo. Passano quindici minuti e Mauri di testa indirizza la sfera verso il secondo palo ed è la traversa a salvare il Grifone. La scelta di Gasperini di schierare Suso alle spalle delle due punte non regala vantaggi, lo spagnolo trova pochi spazi, sbaglia quasi tutto e non argina Cataldi. La sfuriata biancoceleste mette i brividi a Marassi ma si esaurisce verso la metà della prima frazione quando la partita diventa lenta e noiosa. Al 38’ prima fiammata rossoblù: l’inesauribile Dzemaili serve Cerci in area, sinistro sporcato che supera Marchetti ma Konko libera sulla linea.

Lo spartito della gara non cambia nella ripresa, ritmi bassi, nessuna occasione e tanta confusione in campo. La tegola per il Genoa arriva al 45’ quando Ansaldi, autore dell’ormai solita grande prestazione, è costretto ad uscire per un problema muscolare alla coscia. Gasperini è così costretto a inserire Rigoni spedendo Rincon a destra. Cambia poco anche perché in attacco Cerci delude, Suso continua ad essere fuori dal gioco e Pavoletti è costretto a duellare da solo contro tutti. I padroni di casa ci provano al 63’ con Munoz, il migliore dei suoi, che di testa incorna il cross di Suso ma Marchetti non si fa sorprendere. La Lazio sembra spegnersi alla distanza, Pioli chiama Keita per sostituire Mauri, mossa che regala un po’ di brio ai capitolini. La risposta di Gasperini è Tachtsidis al posto di Cerci con Suso che va ad affiancare Pavoletti. Gli spazi si aprono: Tachtsidis con un gioco di prestigio si libera in area ma viene anticipato da Marchetti. Sul capovolgimento di fronte Keita spara centrale su Perin. Prima del rush finale le ultime mosse: Lulic per Cataldi e il rispolverato Lazovic al posto di Suso. La partita a scacchia non si sblocca, Genoa-Lazio finisce 0-0.

IL TABELLINO

Genoa-Lazio 0-0

Genoa (3-4-3): Perin 6, Munoz 6.5, Burdisso 6.5, Izzo 6: Ansaldi 6,5 (57’ Rigoni 5,5), Dzemaili 6.5, Rincon 6, Laxalt 6; Suso 5 (78’ Lazovic), Pavoletti 6, Cerci 5 (68’ Tachtsidis 6). All. Gasperini

Lazio (4-3-1-2) Marchetti 6, Basta 6 (46’ Gabarron 6), Hoedt 5.5, Mauricio 5.5, Konko 6; Parolo 5.5, Cataldi 6 (78’ Lulic s.v.), Milinkovic-Savic 6; Mauri 5.5 (65’ Keita 6.5); Anderson 5, Djordjevic 6. All. Pioli.

Arbitro: Orsato di Schio.

Ammoniti: 18’ Parolo (L), 52’ Suso (G), 60’ Munoz (G), 70’ Cataldi (L), 86’ Lulic (G)

Condividi