Genoa: Galliani sfida Sabatini per Perotti

Domani è il grande giorno di Perotti alla Roma”. E’ una settimana che sentiamo ripetutamente queste frase in ogni emittente televisiva o radiofonica. Ma alla fine El Diez rossoblù si continua ad allenare a Villa Rostan in vista della gara di domenica contro la Fiorentina.
Questa situazione blocca il mercato in entrata rossoblù, ibernando due situazioni importanti come quella  di Floro Flores e Jonita.
Adesso la palla passa a Walter Sabatini che nei giorni scorsi era a Genova per definire nei dettagli la trattativa, che ormai da giorni ma che non sembra sbloccarsi. L’arrivo di El Shaarawy ha sicuramente frenato la situazione, ma la cessione di Gervinho doveva dare quella accelerata che ad oggi non è ancora arrivata.
Adriano Galliani, sfruttando gli ottimi rapporti con Preziosi, sta chiedendo informazioni sul giocatore e si è inserito ufficialmente nella trattativa tra la Roma e il Genoa. Il patron rossoblù potrebbe avanzare anche delle richieste di contropartite, di giocatori che potrebbero essere utili alla causa rossoblù. L’Ad rossonero ha già pronta la formula per arrivare all’argentino: prestito oneroso con obbligo di riscatto per un totale di 10-11 milioni. Il Genoa aveva una proposta della Roma da 9 milioni più 3 di bonus.
Bisogna riportare l’interessamento da parte di alcuni club di Premiere League ma il ragazzo preferisce rimanere in Italia.
Quindi l’asta per Perotti in queste ultime ore è ufficialmente aperta con il Genoa che spera di riuscir a far partire il suo asso entro tempo breve per poter così riuscire ad arrivare ai suoi due obiettivi Jonita e Floro Flores.
Un altro nodo da sciogliere è quello legato al laterale destro di centrocampo. I nomi che si sono fatti sono tanti negli ultimi giorni anche quelli di Calabria e Santon, ma le due milanesi gli hanno tolti ufficialmente dal mercato. Preziosi, ieri nella sua giornata milanese, è riuscito a trovare l’accordo con Varela, uruguaiano del 1993, in forza in questo momento al Manchester United. La formula dell’arrivo in rossoblù dovrebbe essere: prestito per 18 mesi con stipendio da 600 mila euro a stagione, ma Van Gaal ha messo il veto sulla cessione, spiazzando tutti ovviamente.
L’agente del ragazzo, Betancourt, è volato in Inghilterra per cercare di sbloccare la situazione e regalare al Genoa il suo esterno di centrocampo.
Ovviamente le voci da qua al 1° febbraio saranno centinaia, ma quello che è sicuro è che il Genoa uscirà più forte da questo mercato, con l’inserimento di due giocatori importanti come Suso e Cerci, l’arrivo in mezzo al campo di Rigoni ha dato sostanza, e quello probabile di Jonita darebbe anche nuove possibilità a Gasperini di gioco. Anche il ritorno di Floro potrebbe essere importante per sua duttilità di gioco, che può giocare sia da esterno che da attaccante centrale.
Il futuro del Genoa passa come sempre per Perotti leader sia fuori che dentro al campo, ma sembra certa la sua cessione destinazione Roma o Milano. Gasperini sogna un rinvio a giugno per riuscire a giocare con un trio da sogno: Perotti, Pavoletti e Cerci. Ma questo dovrebbe rimanere solo un sogno.

Condividi