Polvere di Stelle – Genoa: l’Atalanta porta fortuna (VIDEO)

Trasferta ostica e di fondamentale importanza per la sua anemica classifica quella che vedrà impegnato il Genoa domenica a Bergamo contro l’undici di Edy Reja. Sono 31 i precedenti in Lombardia, con 9 successi del Grifone, 10 pareggi e 12 sconfitte. Lo scorso maggio finì in goleada per il lanciato Genoa di Gasperini: 4-1 finale, con il vantaggio locale dell’ex Pinilla su rigore, per un incomprensibile mani in area di Burdisso , il pari di Pavoletti con una perentoria incornata, il vantaggio siglato da Bertolacci dopo una sontuosa giocata ed il tunnel a Cherubin e la doppietta di Iago Falque. L’anno prima finì 1-1 , con rete di De Ceglie e pari di Marilungo con l’ex blucerchiato protagonista nell’ultimo successo della Dea nella stagione 2011-2012.Precedente beneaugurante è quello del 25 Novembre 2012: Genoa di Del Neri sconfitto la settimana precedente nel derby per 3-1 e riscatto all’ “Atleti azzurri d’Italia” grazie alla stoccata dalla distanza di Bertolacci, con un grande Frey a blindare il risultato nella ripresa.

Ma in tanti ricorderanno la vittoria del 14 Giugno 1981: era il campionato cadetto, la penultima giornata e la vittoria di quel pomeriggio consacrò la promozione del Genoa seguito da oltre 10000 tifosi: Simoni, allenatore rossoblu, mandò in campo Martina, Gorin, Testoni, Corti, Onofri, Nela, Claudio Sala (1 s.t. Russo), Lorini, Todesco, Manueli e Boito. Vantaggio del Grifo con conclusione chirurgica dalla distanza di Lorini, reazione bergamasca con il pari su rigore di Scala, dopo fallo di mano di Onofri in area. Nella ripresa l’autorete di Filisetti su iniziativa dello stesso Onofri fece esplodere l’entusiasmo sugli spalti, con Martina che difese strenuamente quel successo che significò serie A, in compagnia di Milan e Cesena.

MARCO FERRERA

Condividi