Genoa: il punto sul mercato

Prime mosse di mercato in casa Genoa, tutti vogliono Perotti e si cercano anche degli innesti.

TUTTI SU PEROTTI – La prima parte di campionato non certo esaltante di Diego Perotti non ha frenato gli interessamenti delle big sul 10 rossoblù. La Roma è pronta ad accelerare ed in settimana Sabatini incontrerà Preziosi e Sogliano per capire se c’è margine di trattativa. Il Genoa non vorrebbe cedere il suo gioiello almeno fino a giugno ma tutto dipenderà dal’offerta economica. Nell’ombra si muove anche il Milan che potrebbe mettere sul piatto Cerci.
In partenza nel settore offensivo in caso di interessamenti concreti ci sono Capel e Pandev.

Sebastian de Maio
De Maio potrebbe lasciare il Genoa

DE MAIO IN PARTENZA – In difesa la linea societaria è: se non parte nessuno, non arriva nessuno. Blindato Izzo, a lasciare Pegli potrebbe essere De Maio non più titolare inamovibile di Gasperini. Per sostituirlo Sogliano sponsorizza Spolli del Carpi. Piacciono anche Barba dell’Empoli e i milanisti Zapata ed Ely entrambi in uscita dal club rossonero.

RIGONI VICINO – Per il centrocampo la prima scelta è Rigoni del Palermo. Zamparini la sta tirando per le lunghe ma il giocatore ormai ha scelto: vuole solo il Genoa. L’Atalanta prova ad inserirsi ma ha pochissime possibilità. Gasperini vorrebbe anche Nocerino del Milan.

E’ IL GIORNO DI SUSO – Intanto oggi arriverà in Liguria il primo acquisto ufficiale del Genoa 2016. E’l’esterno offensivo Suso che ha avuto dal Milan il nullaosta per allenarsi subito con il Grifone. Visite mediche e poi in campo a Pegli, questo il programma. Serve anche un vice Pavoletti, in pole position c’è Floro Flores per cui si attende una risposta in tempi brevi dal Sassuolo. Una della alternative è Matri ma la trattativa è complicata.

DUE SOGNI IMPOSSIBILI – Il mercato durerà un mese e molte sono le occasioni da poter cogliere. Due sono i sogno del Genoa. Il primo è El Shaarawy pronto a lasciare il Monaco dove gioca poco per non perdere l’Europeo. Poi c’è Giuseppe Rossi, la Fiorentina lo lascerà partire ma la concorrenza è folta in Italia e in Spagna.

Condividi