TimCup: SAMPDORIA-MILAN 0-2 (s.t. 5′ Niang, 48′ Bacca), Zukanovic compromette ogni speranza

Sampdoria-Milan, ottavi di finale di Tim Cup. In difficoltà in campionato, le due squadre cercano fortuna in Coppa Italia. Mihajlovic è sulla graticola e per non rischiare schiera i titolari, Montella rilancia Muriel e offre una chance a Bonazzoli.

[divide]

Alessandro Pucci

[divide]

Video

Il gol dello 0-1 di Niang

Il gol dello 0-2 di Bacca

[divide]

Segui SAMPDORIA-MILAN in diretta testuale su Sampdorianews.net!


[divide]

Tabellino

SAMPDORIA-MILAN 0-2

RETI: s.t. 5′ Niang; 48′ Bacca

SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano; Cassani, Moisander, Zukanovic, Regini; Carbonero (s.t. 23′ Mesbah), Fernando; Ivan; Soriano; Bonazzoli (s.t. 14′ Lazaros), Muriel (s.t. 31′ Cassano). A disp: Brignoli, Puggioni, Coda, De Silvestri, Pereira, Correa, Palombo, Rocca, Rodriguez. All. Montella

MILAN (4-4-2): Abbiati; Abate, Mexes, Romagnoli, De Sciglio; Cerci (s.t. 26′ Honda), Kucka, Bertolacci (s.t. 36′ Josè Mauri), Bonaventura (s.t. 31′ Poli); Bacca, Niang. A disp: Donnarumma, Livieri, Antonelli, Calabria, Simic, Zapata, De Jong, Montolivo, Suso, Luiz Adriano. All. Mihajlovic

ARBITRO: Domenico Celi di Bari

NOTE: espulso Zukanovic al 20′ s.t. per proteste. Ammoniti Bertolacci, Mexes, Abate, De Sciglio, Lazaros.

[divide]

Cronaca live

Subito ritmi alti per l’ultima sfida degli ottavi di Coppa Italia: è la Sampdoria a uscire meglio dagli spogliatoi, mostrando un Soriano davvero ispirato. Dopo soli 4′, il capitano blucerchiato se ne va in coast to coast verso la porta, nessuno riesce a soffiargli il pallone, Bertolacci è così costretto a stenderlo prima di entrare in area. Giallo per l’ex Genoa, ma la punizione dal limite calciata da Zukanovic risulta infruttuosa. Dopo 10′ il Milan sembra aver preso maggiormente le misure alla manovra della Samp, ma sono sempre i padroni di casa i più attivi, con Muriel piuttosto in palla: dopo un suo dribbling anche Mexes è costretto a spendere il giallo. Segnali di risveglio milanista al 24′: dopo un’azione insistita, Bonaventura ha la palla buona per far male, ma un angolo di porta piuttosto ristretto: Viviano fa buona guardia sul primo palo; sugli sviluppi, Bacca va in rete ma in fuorigioco. Cresce d’intensità tutto il Milan e al 25′ è Niang a mettere paura al portiere doriano con un destro al volo che però esce di molto. Contestualmente, la Sampdoria pare aver perso smalto e comincia a sbagliare la misura di diversi passaggi: sfruttando uno di questi svarioni, Bonaventura calcia da fuori trovando la testa di Niang, ma la sua spizzata risulta di facile intuizione per Viviano. Punizione infida di Cerci alla mezz’ora, Viviano controlla. Soluzione dalla distanza per Fernando al 39′, ma il tiro non è un gran che: è la prima conclusione verso lo specchio di una Samp che ora torna anche a rispondere agli attacchi del Milan. Lo stesso Fernando trova poi un corridoio centrale per Muriel che controlla in mezzo a tre avversari e piazza col destro: Abbiati si distende e mette in corner. E’ un finale in crescendo quello del Doria, che insiste nella soluzione da fuori anche con Carbonero, ancora Abbiati in angolo.

Nessun cambio a inizio ripresa, sono gli stessi 22 schierati dall’inizio a calcare il campo nel secondo tempo. Ritmi più bassi nelle battute iniziali, con la Samp a cercare più volte il lancio lungo per Muriel. E’ il tema preferito del Milan, che infatti colpisce a freddo al 5′: Regini si avventura in avanti perdendo palla, Bertolacci recupera e offre a Bacca che lancia Niang, il francese si presenta davanti a Viviano e azzecca il diagonale! 1-0 MILAN! Dopo la doppietta in campionato Mbaye Niang castiga ancora la Samp! I blucerchiati potrebbero rialzarsi subito, ma Muriel non approfitta dell’errore di Mexes in copertura e si fa smorzare il tiro sul più bello. Montella capisce che è il momento di cambiare e manda in campo Lazaros al posto di un Bonazzoli piuttosto innocuo. Il greco appena entrato è protagonista di un battibecco con De Sciglio: Celi li ammonisce entrambi. Sale il nervosismo e a farne le spese è Zukanovic, che protesta con l’arbitro per un fallo fischiato ingiustamente e rimedia il cartellino rosso. SAMP IN 10 AL 20′. In inferiorità numerica, Montella è costretto a coprirsi, richiamando Carbonero per inserire Mesbah. La risposta di Mihajlovic sta invece in Honda, che rileva Cerci. Ha gioco facile ora il Milan che anche grazie all’ingresso di Poli fa girare il pallone senza affondare troppo il colpo. La Samp invece è stanca e si intestardisce a giocare in orizzontale. Montella non gradisce, e decide che è arrivato il momento di Cassano per un Muriel ormai esausto: è il 31′. Al 36′ Bertolacci esce dal campo, Galliani dallo stadio, impassibile ma sereno. A entrare è José Mauri, mentre il più pericoloso in un momento di stanca della partita resta Niang, che offre a Bacca l’assist per il raddoppio: il colombiano arriva però in lieve ritardo e non riesce a concretizzare. L’ultima chance blucerchiata capita sui piedi di Cassano,, che prende la mira dal limite ma angola troppo il destro rasoterra. A mettere il sigillo finale è però Carlos Bacca, che ben servito da Honda in pieno recupero approfitta dello sbilanciamento della Samp e batte Viviano per il 2-0. Finisce così: SAMPDORIA-MILAN 0-2. Decisiva la sciocchezza di Zukanovic. Il Milan vola ai quarti a sfidare il Carpi. Ma i tifosi blucerchiati applaudono e incitano i giocatori anche oltre il fischio finale: l’impegno c’è stato, il resto no.

[divide]

Tabellone Tim Cup 2015/16 – ottavi di finale

Tabellone Tim Cup 2015_2016 - Ottavi

 

[divide]
Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.