Liguria Pony: la regione più medagliata a Verona

Alla Fiera Cavalli di Verona i giovani liguri hanno conquistato tante medaglie.

I nostri giovanissimi atleti hanno chiuso in gloria l’ultima giornata di gare nel prestigioso contesto di Fieracavalli a Verona, portando a casa uno storico bottino: 1 medaglia d’oro, 1 d’argento ed 1 di bronzo nelle gare pony individuali, nonché la stupenda performance della nostra squadra pony che dopo aver terminato al primo posto ex-equo con il fortissimo Lazio le due giornate di coppa, ha conquistato la medaglia d’argento, cedendo solo in extremis nel corso dell’ultimo barrage a due. Greta Bianchi ha  giocato l’impossibile per anticipare al  barrage il cronometro del binomio laziale che aveva compiuto un percorso imprendibile, e le siamo grati per il coraggio e la grinta dimostrati.

Ecco i protagonisti di queste bellissime prestazioni:

Coppa delle Regioni a squadre Pony, argento per Greta Bianchi (Val di Vara), Elena Buffa (Horse Club Rapallo), Laura Calevarino (I Tigli), Giorgia Milfa (Genoa Riding Club).
Trofeo Pony, medaglia d’oro per Elisabetta Pallano (AB Horse).
Coppa dei Campioni Pony: argento per Elena Buffa (Horse Club Rapallo) e bronzo per Greta Bianchi (Vasl di Vara)

Nelle gare cavalli, non e’ bastata la stupenda prestazione del solito Bertolucci per assicurare alla squadra Ligure una posizione più vicina alle nostre speranze. Basti dire che Lorenzo, su un centinaio di partenti (la crema dell’equitazione giovanile del Paese), si è piazzato in quinta posizione a 3 decimi dalla medaglia di bronzo, dopo aver compiuto due percorsi netti splendidamente eseguiti.

Consentitemi ancora una volta un commento dei risultati (non mi restano molte altre occasioni per farlo …). Le gare di Fieracavalli hanno confermato ciò che di norma succede nei più importanti appuntamenti giovanili (Piazza di Siena, Ponyadi e Verona). Cominciamo dall’undicesimo posto della squadra cavalli di fronte al quale sarebbe sbagliato storcere il naso. La competizione fra le ventuno squadre dell’equitazione italiana è dominata da sette regioni (Piemonte, Lombardia, Veneto, Toscana, Emilia-Romagna, Lazio e Sicilia) che dispongono di un parco binomi da 5 a 10 volte maggiore di quello delle regioni più piccole. Non è quindi un caso, anzi è assolutamente nella norma, se nella Coppa delle Regioni dei cavalli le sette “corazzate” si sono piazzate nei primi otto posti. Ed è altrettanto normale che il piazzamento probabilistico delle regioni più piccole si collochi a partire dall’ottava posizione. Ogni tanto qualcuno riesce ad intrufolarsi fra le sette “corazzate”, e realizza un’impresa che verrà ricordata negli anni a venire.

Detto questo, la nostra recente sequenza di risultati nel settore Pony è straordinariamente “fuori norma” e ci ha meritato i complimenti (davvero sportivamente amichevoli e privi di invidia) delle altre regioni. Godiamoci dunque questo ciclo gratificante, non senza aver prima doverosamente riconosciuto che esso e’ comunque il frutto di uno splendido e serio lavoro da parte di tutte le persone (i ragazzi, gli istruttori, i genitori, e la bravissima capo equipe pony Flavia Merengone) che hanno contribuito a questo grande successo.

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.