SerieATim, Atalanta-Sampdoria 2-1 (p.t. 7′ aut. Moisander; s.t. 45′ Denis, 48′ Soriano)

Non è la Samp vittoriosa con la Roma a scendere in campo a Bergamo contro l’Atalanta, è piuttosto quella sciagurata dell’Olimpico di Torino. Lo si capisce in avvio con il clamoroso autogol di Moisander, scoordinato per tutta la gara come un giocatore di basket prestato al calcio. Da lì in poi l’Atalanta trova gioco facile nel chiudersi e ripartire, trovando una Samp involuta, distratta, assente nella maggior parte dei suoi uomini. Nel naufragio che coinvolge soprattutto Pereira, Correa e Muriel, si salva il solo Soriano che dopo aver sfiorato l’1-1 salva almeno la bandiera in extremis dopo il raddoppio di Denis al 90′. Ancora positivo l’ingresso di Cassano, al pari di quello di Carbonero. Esordio amaro da terzino per Michele Rocca, ma sorge ora più di un dubbio sulle responsabilità di Zenga nel non saper curare un preoccupante mal di trasferta.

[divide]

Alessandro Pucci

[divide] [dropcap font=”arial”]A[/dropcap]talanta-Sampdoria, monday night della 6^ giornata di Serie A Tim, vede opporsi due squadre in salute alla ricerca di punti. 4-3-3 e niente turn over per Reja, canonico 4-3-1-2 per Zenga che conferma dal 1′ Correa. Bellini e Moisander le novità forzate.

[divide]

Segui ATALANTA-SAMPDORIA in diretta su RADIO 19.

Segui ATALANTA-SAMPDORIA in diretta testuale su Sampdorianews.net.

[divide]

Tabellino

ATALANTA-SAMPDORIA 2-1
RETI: p.t. 7′ aut. Moisander; s.t. 45′ Denis, 48′ Soriano
ATALANTA (4-3-3): Sportiello; Bellini, Tolói, Paletta, Dramé; Grassi (s.t. 17′ Migliaccio), de Roon, Kurtić (s.t. 29′ Cigarini); Moralez, Pinilla (p.t. 32′ Denis), Gómez. A disp. Radunovic, Bassi, Masiello, D’Alessandro, Conti, Cherubin, Kresic, Monachello, Raimondi. All. Reja.
SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano; Pereira (s.t. 33′ Carbonero), Mosainder, Zukanović, Mesbah; Barreto, Fernando, Soriano; Correa (s.t. 15′ Rocca); Éder, Muriel (s.t. 25′ Cassano). A disp. Puggioni, Brignoli, Rodríguez, Bonazzoli, Palombo, Regini, Krsticic, Ivan. All. Zenga.
ARBITRO: Valeri di Roma
NOTE: ammoniti Fernando, Mesbah, De Roon, Zukanovic, Migliaccio.

[divide]

Cronaca live

Avvio shock per la Sampdoria, che dopo aver ferito la Roma di autogol, allo stesso modo perisce nei primi minuti contro l’Atalanta. Autore del misfatto Niklas Moisander, che su un innocuo cross di Kurtic dalla destra, liscia il pallone svirgolandolo della la propria rete. 1-0 ATALANTA e per la Samp si fa subito dura. La reazione immediata è affidata a Eder, il cui destro in corsa è però facile preda di Sportiello. Dopo la reazione di nervi però la Sampdoria si risiede e resta imbrigliata nella tela degli orobici, che si rendono pericolosi in contropiede con Gomez al 28′. Le speranze blucerchiate sono sempre riposte in Eder che al 31′ ha la palla per far male ma il suo tocco ravvicinato termina alto. Poco o nulla di fatto negli ultimi 15′ di gioco, se escludiamo un colpo di testa di Denis, subentrato all’infortunato Pinilla, che Viviano fa suo facilmente.

La Sampdoria che non vorremmo mai vedere, fa harakiri dopo 5′ senza mai riuscire a riemergere dall’abisso. Disastroso Moisander non solo per il comico autogol, buona prova dell’Atalanta messa in campo molto bene, senza concedere nulla o quasi a una formazione blucerchiata imbambolata come al solito nei primi tempi e in trasferta.

Stessi 22 a inizio ripresa, Zenga conferma tutta la squadra nonostante i reiterati problemi, forse per metterla alla prova prima di operare dei cambi che sembravano davvero necessari. Prova non superata nel primo quarto d’ora e allora a farne le spese è Correa che agevola, a sorpresa, l’esordio in Serie A per Michele Rocca. Denis conferma di non attraversare il miglior periodo della sua carriera graziando Viviano da ottima posizione, mentre Muriel, dopo aver deluso anche sull’unica palla buona recapitatagli dai compagni, lascia spazio a Cassano. Sarà un caso ma dal suo ingresso la Samp avanza il proprio raggio d’azione e cambia passo: il più galvanizzato sembra essere Soriano che alla mezz’ora libera un destro terrificante verso il sette che Sportiello mette in calcio d’angolo solo grazie a un miracolo. Dentro sia Migliaccio che Cigarini nell’Atalanta per un centrocampo che ritrova spessore ed esperienza. Nella Samp l’ultimo cambio porta in campo Carlos Carbonero, che rileva un Pereira a dir poco frastornato. Ultimi sforzi offensivi per la Samp che nel finale naufraga completamente lasciando a Moralez lo spazio per servire a Denis il facile pallone del 2-0. Sembra finita, ma in pieno recupero un lampo di Antonio Cassano crea il panico in area orobica, in cui si inserisce come un falco Soriano, per un 2-1 tardivo. Meglio tardi che mai, la bandiera è salvata, ma così non va. ATALANTA-SAMPDORIA 2-1.

Dov’è la Sampdoria tenace e organizzata vista contro la Roma? Il suo ritorno è urgentemente richiesto domenica a Marassi contro l’Inter.

[divide]

Statistiche

[divide]

Pagelle

[one_half]

ATALANTA

Sportiello 7

Bellini 6

Tolói 6,5

Paletta 6,5

Dramé 6,5

Grassi 6 (Migliaccio 6)

de Roon 6,5

Kurtić 6 (Cigarini 6)

Moralez 6,5

Pinilla 6 (Denis 6,5)

Gómez 6,5

[/one_half]

SAMPDORIA

Viviano 6

Pereira 4,5 (Carbonero 6)

Mosainder 4

Zukanović 6

Mesbah 6

Barreto 6

Fernando 5,5

Soriano 6

Correa 5 (Rocca 5,5)

Éder 5,5

Muriel 4,5 (Cassano 6,5).

[divide]

Video

1-0 autogol Moisander

2-0 Denis

2-1 Soriano

[divide]

Alessandro Pucci

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.