Golf e Tennis Rapallo

102
Circolo Golf Rapallo
Circolo Golf Rapallo
banner_696x100genoasamp

La Liguria è una terra stretta tra le colline e il mare, si sa. Fin dai tempi più remoti le costruzioni si stringevano l’una alle altre come sorelle in un abbraccio colorato che affaccia al mare. E’ questo che resta impresso nell’immaginario del turista che arriva in quest’angolo di Mediterraneo. Perciò, per chi non lo conosce, stupisce non poco sapere che nei pressi dell’antico monastero medievale di Valle Christi si snoda un lungo percorso verde, tra pini marittimi e alberi secolari. Fin qui arriva il salino nelle giornate di scirocco.
Le 18 buche del Golf di Rapallo, ricavate con un disegno armonico nella natura di una piana che sale verso le colline, come quelle pietre antiche dei monaci cistercensi, hanno anch’esse tanta storia da raccontare.
Corre l’anno 1929 quando si dà avvio al progetto di un campo da golf di nove buche, della lunghezza complessiva di oltre duemila cinquecento metri, che corrono lungo il fiume Boate, con sentieri tra i faggi e i castagni. Il clima mite e l’umidità persistente in questo angolo di verde alle spalle di Rapallo favoriscono il crescere rapido di una rigogliosa vegetazione: vengono piantate acacie, tigli, eucalipti, platani, e altre specie più esotiche, tra le quali tante palme che ricordano a tutti che qui l’inverno è sempre più clemente che altrove.

Ecco perché, fin da allora, a Rapallo si gioca sempre, tutto l’anno fin dalla primavera del 1933. Ed ecco perché ben presto nove buche non bastano più: nel 1970 si dà inizio a un impegnativo ampliamento del percorso, con bonifiche di terreni paludosi, sbancamenti consistenti, scavi di drenaggio e perfino la deviazione del Boate, e infine la messa dimora di tante altre piante a coronare le 18 buche di Rapallo, che già nell’inverno del 1971 ospitano golfisti da tutto il mondo.

Accanto al campo da golf e ai cinque campi da tennis, la Club House conserva ancora un po’ del suo fascino originario. Si legge ancora la sua struttura architettonica severa e lineare; di quel rigore che in epoca fascista permeò di sé ogni nuova costruzione. Al primo posto stanno efficienza e funzionalità, ma nessuno potrà negare che tutto ciò negli interni lascia spazio al comfort e al calore di un’accoglienza chic. Poco resta degli arredi di allora, anche perché un incendio nella primavera del 1987 ha infierito sull’edificio. Ma neanche la violenza delle fiamme è riuscita ad alterarne la struttura sobria ed elegante.
Si accede in Club House attraverso un patio ombreggiato in cui ci si incontra, ci si saluta, ci si ritrova a scrutare i risultati sul tabellone, si fuma un sigaro o una sigaretta, ora che nelle sale non è più concesso.

Il bar, i salotti, la sala carte e il ristorante hanno arredi all’inglese, enfatizzati anche dall’ultimo recente intervento per un restyling molto soft e di gusto. Il colore delle pareti di un rosso antico si sposa con il legno del parquet, e la luce degli abat-jour o delle appliques in ottone si miscela con i raggi del sole che lasciano entrare le grandi vetrate affacciate sull’ultimo green.
Se è squisitamente British anche il Club Sandwich che ti servono in un tavolino in veranda al sole, se hai solo pochi minuti prima del tuo tee shot dalla buca uno, proprio lì accanto, è altrettanto buona, quanto genuina, la cucina ligure che offre il ristorante, aperto anche agli ospiti non golfisti. Provare per credere. Vi hanno pranzato i Duchi di Windsor, Guglielmo Marconi, Sem Benelli, Rita Hayworth, Rex Harrison, Bob Hope e Bill Gates.
E anche Costantino Rocca e Matteo Manassero. La sincera sobrietà ligure non delude nessuno.

Chi lascia il Golf di Rapallo, con l’idea di farvi ritorno presto, potrà voltarsi indietro e scorgere svettante sul verde, tra le fronde delle piante secolari, la vecchia torre dell’orologio della Club House. Se ne sta lì silenziosa da sempre, come a ricordare che, mentre il tempo passa, c’è qualcuno che resta a scandire ogni minuto della storia di uno charme ottuagenario.

www.golfetennisrapallo.it

Circolo Golf e tennis: l'orologio
Circolo Golf e tennis: l’orologio
Golf e Tennis Rapallo: campo1
Circolo Golf e Tennis Rapallo: campo1

 

 

 

 

 

IL CONSIGLIO
Presidente: Attilio Riola
Vice Presidente: Giuseppe Traverso
Consiglieri: Mario Barbieri, Alessandra Carpaneto, Riccardo Peroni, Marco Poggi, Filippo Sguerso
Pres. Commissione Sportiva Golf: Francesco Perosio
Pres. Commissione Sportiva Tennis: Giancarlo Giovanelli

Condividi
Redazione
Dal 1998 a oggi, dalla redazione di LiguriaSport.com molti giovani hanno preso il “volo” diventando giornalisti professionisti al servizio di giornali, TV, radio e agenzie nazionali. LiguriaSport.com è l'unico vero punto di riferimento dell'informazione sportiva on-line in Liguria. Dalla competenza e passione dei nostri giornalisti nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport.