Paita e Rossi: “Sport valido strumento anti-crisi”

Sono 2 le pagine dedicate allo Sport nel programma della candidata Raffaella Paita (Partito Democratico) per le elezioni regionali di domenica prossima.

“Lo sport ha in sé tutte le caratteristiche per rappresentare un valido strumento anti crisi. Crisi economica, crisi di valori, crisi sociale. Esiste uno sport da rotocalchi patinati o da prime pagine di cronaca, ma lo sport, quello vero, quello praticato, quello rappresentato dalle migliaia di associazioni presenti capillarmente sul territorio, è tutta un’altra cosa”. E’ questa la premessa del documento, sposato nella sua interezza dall’attuale assessore allo sport Matteo Rossi. 

Lo sport come sistema educativo. “Significa anche palestre, significa dare all’educazione motoria la stessa dignità rispetto ad altre materie
curriculari. Ogni comune ha una palestra inserita nel proprio tessuto urbano: edifici che una volta ristrutturati e riammodernati garantiranno lo sviluppo dello sport scolastico,fondamentale nello sviluppo psicofisico dei ragazzi, permettendo allo stesso tempo la fruizione delle strutture in orario pomeridiano attraverso una sinergia tra scuole e società sportive per lo svolgimento dell’attività  agonistica in strutture adeguate e accessibili a tutti”.

C’è secondo Paita e Rossi un legame con la Sanità. “Sport significa immediati benefici in tema di prevenzione, di promozione di uno stile
di vita salutare e quindi poi, a cascata, risparmio sulla spesa sanitaria corrente”. Non manca poi la sponda con il Turismo in tema di destagionalizzazione. “L’obiettivo dei prossimi anni è puntare sempre con maggiore convinzione su eventi e iniziative che caratterizzino fortemente il territorio. Tutte quelle iniziative che, attraverso la creazione di un brand territoriale, puntano alla valorizzazione di tutti gli sport
outdoor, in grado di richiamare migliaia di appassionati alla scoperta della sentieristica e delle piste ciclabili della nostra costa e
dell’entroterra”.

Paita parla della volontà di “fornire un sostegno concreto all’associazionismo sportivo, che rappresenta una grande risorsa
sociale e culturale della Liguria da valorizzare e alla quale dar voce. Ed è necessario un piano di interventi sull’impiantistica
sportiva: ripristino, manutenzione e messa a norma delle strutture, in modo da poter sfruttare appieno e far tesoro di quella vocazione
sportiva che da sempre ci caratterizza”.

L’attenzione andrà natualmente anche all’impiantistica. “Servono grandi impianti e soluzioni innovative, serve una seria e attenta politica di
investimento che guardi al risparmio energetico e all’efficienza, ma talvolta è sufficiente rivitalizzare l’esistente, rendendo realmente
accessibile a tutti la pratica sportiva attraverso una serie di interventi correttivi che portino a razionalizzare l’assetto complessivo
dell’offerta impiantistica. Questo è l’obiettivo dei prossimi anni attraverso l’attivazione di tutti i canali di finanziamento a
disposizione, compreso quello europeo, per permettere di praticare sport a tutti i livelli in strutture sicure ed efficienti”.

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.