L’avversario – Lazio senza Biglia e col dubbio De Vrij

Nove giorni di fuoco attendono la Lazio di Lotito che tra questo sabato e la prossima domenica affronterà tre sfide fondamentali per centrare gli obbiettivi stagionali: la qualificazione diretta alla Champions League e la Coppa Italia. Un tour de force che prima della finale contro la Juve e del derby della Capitale vedrà i biancocelesti ospiti della Sampdoria a Marassi per l’anticipo della 36^ giornata di Serie A. Squalificati Marchetti e Mauricio, Pioli conta sulla classe di Felipe Anderson per far fronte alla sicura assenza di Biglia e a quella ancora incerta di De Vrij. La gara di andata, il momento della Lazio e la probabile formazione.

[divide] [dropcap font=”arial”]T[/dropcap]erzo per media voto con 6,46 dietro solo a Pogba e Saponara, il brasiliano classe 1993 Felipe Anderson è senza dubbio il giocatore rivelazione di questo campionato. Considerato centrocampista dai tecnici del fantacalcio, è sin qui il terzo più prolifico dopo Menez e Iago Falque, ma la sua scheda, oltre che di 10 reti, parla anche di 6 assist in sole 27 presenze: numeri che ci consegnano un talento puro molto più al servizio della squadra rispetto agli altri due colleghi goleador. Ma i numeri non dicono tutto e chi l’ha visto in campo quest’anno si è goduto una serie infinita di numeri, dribbling e progressioni inarrestabili che hanno certamente pesato moltissimo sulla grandiosa stagione della Lazio. Vicino a lui persino Antonio Candreva sembra uno dei tanti, per via della completezza e della continuità che ha mostrato nel ruolo ritagliatogli da Pioli. Giunto a Formello due anni fa nel semianonimato ma con un esborso cospicuo, è senza dubbio giunto dopo un lungo periodo di rodaggio alla piena maturazione. Sulle sue tracce pare già esserci il Manchester United con un offerta colossale ed è ormai acclarata la difficoltà che incontrerebbe il presidente Lotito nel caso decidesse di tenerlo. Certo che lasciarlo partire ora, dopo l’intesa dimostrata con i vari Mauri, Djordjevic, Klose, Candreva e Keita sarebbe proprio un peccato in vista della Champions che aspetta la Lazio il prossimo anno, ma come si fa a rinunciare a cifre come 60 milioni?

[divide]

Il momento della Lazio

Terza in classifica a una sola lunghezza dalla Roma, la Lazio ha sin qui ottenuto 63 punti, frutto di 19 vittorie, 6 pareggi e 10 sconfitte. La sua forza, emersa con il passare delle giornate, si è rivelata essere un mix tra una grande prolificità in zona gol (44 i gol dei soli centrocampisti) e una difesa molto ben organizzata, diretta dal pilastro olandese De Vrij e puntellata a gennaio con l’arrivo del portoghese Mauricio. Oltre al fenomenale Felipe Anderson, i biancocelesti hanno trovato in casa un altro giocatore di livello mondiale: Lucas Biglia, metronomo della nazionale argentina dotato di grande intelligenza tattica e di una facilità di tiro disarmante.

05-01-2015-lazio-esultanza-dopo-gol-lazio-sampdoriaImpressionante è stata la scalata della classifica compiuta tra febbraio e aprile, quando 8 vittorie di fila hanno permesso addirittura all’aquila Olimpia di guardare dall’alto una spenta Lupa, la Roma di Garcia. Chiuso questo ciclo trionfale, la squadra di Pioli ha però iniziato ad accusare qualche segno di cedimento, soprattutto per via di alcuni infortuni. Nelle ultime 5 partite sono allora arrivate le 2 sconfitte contro Juve e Inter (domenica scorsa in 9 contro 11) e i 2 pareggi contro Atalanta e Chievo, inframezzate dalla larga vittoria sul Parma. Una lieve flessione c’è stata, ma la qualità della squadra e lo splendore dell’annata non sono in discussione, comunque vadano le 4 fondamentali partite che rimangono alla Lazio: sabato sera a Genova contro la Samp, mercoledì sera la finale di Coppa Italia con la Juve, solo 5 giorni dopo lo spareggio Champions nel derby con la Roma e infine l’ultima fatica dell’anno contro il Napoli.

[divide]

La gara di andata

Il 5 gennaio 2015, alla prima gara del nuovo anno al rientro dalle feste, la Samp ha ingoiato un pandolce piuttosto indigesto in quel dell’Olimpico, ritrovando il campo nella sua veste peggiore. 3-0 netto e senza repliche per i capitolini, sospinti dalle reti di Parolo, Djordjevic e di un Felipe Anderson di un altro pianeta. In quel frangente, senza ancora i nuovi acquisti Muriel ed Eto’o, il Doria accusò da subito l’addio di Gabbiadini, anche se altre e più evidenti erano state le lacune evidenziate in quella sconfitta – la seconda della stagione – a partire da una coppia di terzini impresentabile e da un centrocampo irriconoscibilmente in bambola. Uno soltanto, di Eder, il tiro in porta blucerchiato in 90′, a fronte di ben 12 corner a 1 per la Lazio.

Lazio-Sampdoria 3-0 (p.t. 39′ Parolo, 41′ F. Anderson; s.t. 22′ F. Djordjevic)

[divide]

La probabile formazione della Lazio per Sampdoria-Lazio

Schema: 4-2-3-1

Difesa: il nazionale albanese Berisha sostituirà lo squalificato Marchetti, Radu e Basta sicuri presenti in campo, mentre il dubbio legato a De Vrij lascia spazio a due ipotesi. Se Pioli deciderà di rischiare l’olandese, rientrato da pochi giorni in gruppo dopo l’infortunio, sarà Braafheid a presidiare la fascia sinistra con Radu centrale. In caso contrario ci sarà ancora Ciani al centro della difesa e il compagno rumeno tornerà nel ruolo di terzino, per il quale è candidato anche Lulic. Improbabile ad oggi la titolarità di Gentiletti, Novaretti e Cavanda. Out Konko, Cana e Pereirinha.

Centrocampo: Lucas Biglia lascia un vuoto forse incolmabile in cabina di regia, dove pare non sarà Ledesma, suo vice naturale, a prendere le redini del centrocampo. Pioli pare intenzionato a schierare la coppia Parolo-Cataldi al centro. Poche chance per Onazi, qualcuna in più per Lulic, il cui impiego comporterebbe il passaggio al 4-3-3. Infortunato Ederson.

Attacco: Klose la spunta su Djordjevic per il ruolo di centravanti. Candreva e Felipe Anderson saranno gli esterni offensivi con libertà di svariare, mentre il discusso capitano Mauri agirà in posizione centrale fra Klose e la mediana. Keita Baldé l’elemento di disturbo nelle idee di Pioli, che al suo arco ha anche la freccia Bryan Perea.

Il possibile 11 titolare:

[divide]

Alessandro Pucci

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.