Lavoratore Uisp, oggi Ansaldo Energia-Sori a Stadio Sprint, su Rai2

Condividi

Quella del 22 marzo sarà una domenica particolare. Senza calcio? No, con un calcio diverso. Il risultato del calcio spezzatino può riservare qualche sorpresa. Infatti soltanto una partita di A si giocherà alle 15, Juventus-Genoa. Si può pensarla come si vuole, bella o brutta notizia. La necessità aguzza, però, l’ingegno. Quello della comunicazione sociale e quello della direzione di Rai Sport che ha deciso di dedicare gran parte dello spazio pomeridiano che solitamente è occupato dal calcio superprofessionistico al calcio supersociale. E forse, in questo caso, il neologismo ci sta bene.
Infatti, il parterre de rois di Stadio Sprint di domenica 22 marzo, dalle 17 alle 18 su Rai 2, presentato da Enrico Varriale e da Giovanna Carollo, si collegherà con tre campi di calcio sociale Uisp: Genova, non poteva mancare, Roma e Bologna.
A Genova Cornigliano per Ansaldo-Sori, proprio nell’ambito del campionato del Lavoratore, che si svolge da quarant’anni con le squadre che rappresentano le diverse aziende. Oggi c’è crisi di lavoro, ma il torneo continua.
Al termine di Ansaldo-Sori spazio alla partita Liceo Scientifico-Classico M.L.King-Liceo artistico P.Klee, per il campionato studentesco di calcio, con un passaggio virtuale di testimone tra i lavoratori e gli studenti genovesi. Sugli spalti tifo, divertimento e coreografie.
A Bologna sarà collegato don Luigi Ciotti, all’indomani della manifestazione nazionale per la Giornata della memoria e dell’impegno a cui ha partecipato anche una folta rappresentanza dell’Uisp, guidata dal presidente nazionale Vincenzo Manco.
A Roma il collegamento sarà dal campo di San Basilio, nella periferia est della Capitale. I Liberi Nantes, affiliati all’Uisp, significano integrazione contro le discriminazioni e i pregiudizi. E’ una squadra formata da esuli e richiedenti asilo.
“Questa domenica senza calcio professionistico dà la possibilità di puntare le telecamere di una seguitissima trasmissione come Stadio Sprint sul valore sociale del nostro calcio – dice Isabella Di Grumo, presidente Comitato Uisp di Genova – e per questo non possiamo che ringraziare Carlo Paris, da alcuni mesi nuovo direttore di Rai Sport, che ha già mostrato significativa sensibilità ed attenzione nei confronti del calcio sociale e più in generale verso il nostro sport, lo sport di cittadinanza, ed Enrico Varriale, conduttore dello storico programma, al fianco dell’Uisp in tante occasioni. Siamo certi – continua Di Grumo – che sarà una linea editoriale che verrà portata avanti. Insieme anche alla testata del TGR Rai Liguria, da alcuni giorni guidata da Tarcisio Mazzeo, a cui vanno le nostre più sentite congratulazioni (altro giornalista estremamente sensibile al sociale e per tanti anni voce della trasmissione di Radio1 Tutto il calcio minuto per minuto), domenica racconteremo belle storie di vita vera e di sportpertutti. Dallo Juventus Stadium all’Italo Ferrando di Cornigliano, con il racconto di Giuseppe La Venia, la distanza sarà davvero breve”.
Il calcio superprofessionistico si ferma ma il racconto giornalistico non va in crisi. A volerlo raccontare, il calcio sociale, quello vero ed autentico, non si ferma mai.
Notizie, approfondimenti e comunicati ufficiali sul sito www.calciouispgenova.it

Condividi

Articoli correlati

La Cremonese supera la Sampdoria 2-1

Contro la Cremonese, una delle squadre più forti del...

A Cosenza la Samp ha dimostrato che coi titolari può essere tranquilla

Inutile negarlo: la partita di Cosenza era fonte di...

Contro l’Udinese un Genoa fiammeggiante ma concreto e maturo

“Dica 33”. E il Genoa esegue, non in uno...

Rovesciata Retegui, Bani di testa, il Genoa vola e batte l’Udinese

Il Genoa contro l'Udinese comincia piano, poi vola con...

La Sampdoria torna con merito alla vittoria: 2-1 a Cosenza

La Sampdoria vince una partita fondamentale per il suo...

Il Genoa contro l’Udinese per continuare a strappar sorrisi ai tifosi

Il Genoa è immerso nella classica situazione di limbo...