L’avversario – ChievoVerona, out Radovanovic e dubbi in attacco

Per la 23^ giornata di Serie A Tim, la Sampdoria in aria di rivoluzione vola a Verona per sfidare domenica alle 18 al “Bentegodi” il ChievoVerona di Rolando Maran. I veneti sono galvanizzati dal recente successo, ma devono fare a meno in mediana di Radovanovic. Da sciogliere, nella formazione del Chievo anche i dubbi legati alla difesa e all’attacco.
 
[dropcap font=”arial”]L[/dropcap]a vittoria per 1-0 nel recupero della 22^ giocato mercoledì sera contro il Parma è stata come manna dal cielo per la truppa di Maran che, reduce da tre sconfitte contro Fiorentina, Juve e Napoli, ha ritrovato i 3 punti dopo 5 gare a secco (ultima vittoria nel derby contro l’Hellas), riemergendo dai bassifondi della classifica. Ora i clivensi sono a 2 punti dalla zona retrocessione al quartultimo posto a quota 21, frutto di 5 successi, 6 pareggi e 11 sconfitte.
[divide]

Gli highlights della gara di andata: Samp-Chievo 2-1 (Gastaldello, Romagnoli, Paloschi)

La gara d’andata è forse l’esempio della Samp compatta e cinica d’inizio stagione, capace di trovare i gol decisivi con la coppia di centrali difensivi e di centrare così un inatteso terzo posto. Mentre del Chievo si ricordano sì alcune buone occasioni, ma anche tante difficoltà prima del bel gol di Alberto Paloschi.
 

[divide]

Le statistiche di ChievoVerona-Sampdoria

cassano_bentivoglio_chievo_sampdoria_22a_serie_aStatistiche e curiosità su Chievo-Samp grazie a FootBall Data (via Sampdoria.it): sono 12 i precedenti ufficiali tra le ChievoVerona e Sampdoria in Veneto con bilancio di 2 successi gialloblù (ultimo 2-1, nella Serie A 2012/13), 6 pareggi (ultimo 0-0, nella Serie A 2010/11) e 4 vittorie blucerchiate (ultima 1-0, nella Serie A 2013/14). Pare dunque l‘X l’esito più probabile per la sfida a “Bentegodi”, ipotesi corroborata da un’altra statistica: il Chievo ha vinto una sola volta in casa nel campionato in corso, su 11 gare interne disputate: 2-1 sul Cesena, lo scorso 9 novembre; nel mezzo 4 pareggi e 6 sconfitte. I veneti sono infatti la formazione che ha vinto di meno in casa nel campionato di Serie A attuale. Non una buona notizia per i clivensi, alla quale si aggiungono anche alcuni record preoccupanti: mai un rigore a favore in 22 turni (come l’Udinese) e squadra che segna con meno elementi (8, come l’Udinese), sebbene vanti anche quello denominato “panchina-gol” (5 reti con subentranti, alla pari di Inter ed Hellas Verona). Nulla è invece ipotizzabile guardando le sfide tecniche: faccia a faccia inedito in partite ufficiali tra Rolando Maran e Sinisa Mihajlovic. I due allenatori non si sono mai affrontati. Ad arbitrare sarà Sebastiano Peruzzo di Schio che ha diretto il Chievo 13 volte: score di 5 successi, 3 pareggi e 5 sconfitte. Con il fischietto vicentino invece i blucerchiati non hanno mai vinto e contano 2 pareggi e 4 sconfitte su 6 precedenti.
[divide]

La probabile formazione del ChievoVerona

Dati i pochi giorni di allenamento a disposizione per preparare la sfida alla Samp, Rolando Maran medita di mischiare le carte rispetto a Parma soprattutto in attacco, mentre in mediana c’è da ovviare all’assenza per squalifica di Radovanovic, uno dei clivensi dal maggiore rendimento in campo. Per sostituirlo pronte due alternative, mentre in difesa tiene banco un ballottaggio tra esperti centrali. Vediamo ora ruolo per ruolo le possibili novità di formazione nel ChievoVerona.
Schema: 4-4-2
Difesa: l’esperto Bizzarri ha da tempo scalzato dai pali veneti il giovane Bardi e davanti a lui certi del posto sono il bosniaco Ervin Zukanovic (man of the match con una bellissima pennellata su punizione contro il Parma) e Nicolas Frey. Coperte le corsie esterne, a Maran resta il dubbio se proseguire con Dainelli o se rilanciare Cesar al fianco di Gamberini. Lo sloveno appare favorito. Panchina dunque per Bardi, Seculin, Sardo, Biraghi e Mattiello.
Centrocampo: la squalifica di Radovanovic pesa come un macigno: Maran sta pensando di riportare Hetemaj al centro al fianco di Izco e dare così un’altra chance a Walter Birsa in corsia mancina, nella fascia opposta a quella presidiata da Schelotto. Un’altra ipotesi è l’inserimento di Cofie. Panchina scritta per Christiansen, ma occhio a Fetfatsidis.
Attacco: Alberto Paloschi dovrebbe continuare a guidare l’attacco gialloblu, mentre permangono le incertezze su chi sarà il suo partner d’attacco. Il favorito al momento è Meggiorini, ma sia Pellissier che Botta nutrono speranze. Sicuro panchinaro l’ex Nicola Pozzi.
Il probabile 11 titolare:

[divide] Alessandro Pucci

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.