Ecco i campioni Fisdir dopo i Tricolori di Loano

28

Il nuoto FISDIR (Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale) ha fatto ritorno nelle corsie dell’impianto “Garassini” in occasione della quinta edizione del Campionato italiano in vasca corta. L’evento, organizzato dalla società La Rete, ha rinsaldato il binomio tra la disabilità intellettiva-relazionale e la cittadina rivierasca, già protagonista nel 2010 con gli Europei INAS (International Association for para-athletes with an intellectual disability), nel 2011 con i Global Games e nel 2012 con il Mondiale DSISO ((Down Syndrome International Swimming Organization).

La tre giorni di gare (6-8 febbraio) ha visto in vasca 254 atleti provenienti da tutta Italia, con un indotto complessivo di mille unità intervenute per l’occasione e ripagate con dodici nuovi record italiani. Tra questi tempi troviamo anche i nuovi primati del mondo di Chiara Franza nei 50 stile libero e di Maria Bresciani nei 100 farfalla, rispettivamente Junior e Open, nonché il record Europeo Junior di Sabrina Chiappa nei 100 misti.

Il campionato di nuoto in vasca corta è stato il primo evento del calendario nazionale 2015 della FISDIR e ha permesso al referente tecnico nazionale  di disciplina Marco Peciarolo di monitorare gli atleti azzurri e testarne lo stato di forma dopo gli impegni lo scorso anno in Repubblica Ceca e poi in Messico dove, nel corso del Mondiale DSISO, la nazionale composta da atleti con Sindrome di Down ha vinto 31 medaglie. L’occasione è stata anche importante per cominciare a lavorare in vista di una anno importante per le sorti della nazionale, dapprima impegnata nei Global Games in Ecuador e poi negli Europei DSISO ancora a Loano.

Gli assoluti in vasca corta confermano gli altissimi standard sotto il profilo organizzativo – osserva il CT – e poter portare qui la nostra nazionale DSISO in novembre sarà molto importante, perché ci troveremo in un contesto collaudato in cui avremo l’obbligo di confermarci  a livello continentale. E’ un’incombenza che ci dovrà spingere a dare il massimo in questi mesi e, anche se non sono una persona che ama sbilanciarsi, sono sicuro che andremo a toglierci diverse soddisfazioni. Da diverso tempo – aggiunge Peciarolo – stiamo portando avanti un lavoro di scouting che sarà determinante per assicurare un continuo ricambio alle nostre nazionali e le prove tempo registrate dai nostri giovani ci hanno dato conferme in tal senso”.

Sono molto soddisfatto di come si è svolto l’evento –  dice il presidente del C.O.L. Della Gatta – sia dal punto di vista tecnico che sotto un profilo organizzativo; voglio sottolineare quanto la buona riuscita della manifestazione sia passata per le ormai solide sinergie in essere con l’amministrazione locale e la Regione Liguria, che sono state propositive e fattive nello starci accanto”.

Loano, come anticipato, tornerà ad essere il crocevia dell’attività internazionale già dal prossimo novembre, in occasione dell’Europeo DSISO (riservato a nuotatori con sindrome di Down), a testimonianza di un sistema di accoglienza rodato e vincente. La manifestazione avrà carattere open e conta già la partecipazione di nazioni extraeuropee quali Australia, Brasile, Sudafrica e Taiwan.

Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.