L’avversario – Torino, out Maksimovic. El Galina col Quaglia? La probabile formazione

Condividi

Il Torino di Giampiero Ventura è il prossimo avversario della Sampdoria per la 21^ giornata della Serie A Tim. Senza squalificati e con il solo Maksimovic assente, reduce da 7 risultati utili consecutivi, il tecnico genovese ha l’imbarazzo della scelta, avendo disposizione anche il nuovo acquisto Ichazo. Due dubbi: uno per la corsia mancina e l’altro in attacco con il rebus del compagno di reparto di Fabio Quagliarella.

[dropcap font=”arial” fontsize=”Big”]L[/dropcap]a volontà di passare il girone di Europa League (missione compiuta con l’ultimo 1-5 a Copenhagen) ha complicato non poco il percorso in campionato del Torino, che solo dopo l’ottima prestazione nel derby perso contro la Juve, ha ritrovato la quadra vincente dell’anno scorso. Accantonati Amauri e Larrondo, indegni sostituti di Cerci e Immobile, salutato Nocerino e limitato l’apporto di El Kaddouri e Sanchez Mino, Ventura ha riportato equilibrio a centrocampo con gli innesti di Farnerud e di Benassi, continuando a fare affidamento in primis su un terzetto di difesa granitico e ben oliato, oltre a puntare sulla voglia di incidere di Maxi Lopez, in gol (come sempre) all’esordio due gare fa nel 2-3 di Cesena. Sembra proprio essere il tormentato “Galina” l’uomo in più del “nuovo” Toro, la prima punta in grado di completarsi al meglio con l’inamovibile Fabio Quagliarella: entrambi (come Padelli e Ventura) ex blucerchiati , lui e l’argentino sono i principali indiziati per formare la coppia d’attacco granata contro la Samp, cosa che comporterebbe l’esclusione di quel Martinez che era partito invece titolare nell’ultimo successo contro il Milan, firmato in extremis da Emiliano Moretti.
[divide]

Kamil Glik, l’anima del Torino

I 25 punti conquistati (6 vittorie, 7 pareggi e 6 sconfitte), che valgono oggi il 13° posto a +7 dalla zona retrocessione, sono anzitutto frutto di una grande solidità in difesa (21 le reti subite), mentre resta innegabile il problema del gol (17 realizzati), parzialmente ovviato dalle reti dei difensori. Oltre al già citato Moretti, vale la pena di ricordare lo straordinario gol di Bruno Peres alla Juve, quello pesantissimo di Darmian nell’1-0 contro il Parma, ma soprattutto i 5 centri messi a referto dal capitano Kamil Glik, colonna portante, bandiera e capocannoniere di questo Torino, al pari di Quagliarella, oltre che miglior difensore del campionato con una media voto di 6,28.
[divide]

La gara di andata (Highlights di Sampdoria-Torino 2-0, Gabbiadini, Okaka)


[divide]

Statistiche e precedenti di Torino-Sampdoria

Come segnala l’agenzia Football Data (via sampdoria.it), il Torino è in netto vantaggio negli scontri giocanti nel capoluogo piemontese. Su 60 gare, 32 vittorie granata (ultima 2-1, nella Serie B 2011/12), 16 pareggi (ultimo 0-0, nella Serie A 2012/13) e 12 successi della Sampdoria (l’ultimo il 2 marzo scorso: 0-2 con reti di Okaka e Gabbiadini). Quanto alle sfide tra i due tecnici, Mihajlovic, nei 4 precedenti ufficiali ha sempre sconfitto Giampiero Ventura, che però gode di una striscia positiva record del 2014/15 granata. Il Torino non perde da 7 giornate in campionato, con bilancio di 3 vittorie e 4 pareggi. L’ultima sconfitta risale al derby della Mole, 1-2 allo “Juventus Stadium” dalla Juventus.
[divide]

La probabile formazione del Torino per Torino-Sampdoria

Forfait dell’ultimo momento per Maksimovic che sarà dunque sostituito da Bovo. Partito Gillet in direzione Catania, sarà ancora Padelli a difendere la porta granata, nonostante l’acquisto dal Danubio di un ottimo prospetto come l’uruguayano classe ’92 Salvador Ichazo. Non sono previste sorprese nell’undici titolare, se non lo scioglimento dei due dubbi legati alla corsia mancina e all’attacco: Bruno Peres ha infatti scontato la squalifica, lui o Molinaro a sinistra? Maxi Lopez o Martinez col “Quaglia”?
Schema: 3-5-2
Difesa: davanti a Daniele Padelli, spazio a Moretti e Bovo ai lati di capitan Glik. Gaston Silva, Jansson e Masiello in panchina. Indisponibile Maksimovic.
Centrocampo: conferme per il trio in mediana composto da Gazzi, Benassi e Farnerud, che non sembrano temere la concorrenza di Vives ed El Kaddouri. Sicura la presenza a destra di Darmian, da sciogliere invece il dubbio sulla sinistra, dove Molinaro appare favorito su Bruno Peres.
Attacco: Martinez e Maxi Lopez si giocano una maglia al fianco di Quagliarella. L’ex blucerchiato appare avvantaggiato, ma la sensazione è che il nodo verrà sciolto solo domani dopo la rifinitura. Panchina per Amauri.
Il probabile 11 titolare:

[divide]

Alessandro Pucci

Condividi

Articoli correlati

Col Brescia Samp più sprecona che sfortunata

Il rammarico sale sino a vette siderali, e non...

La Samp domina col Brescia ma si fa raggiungere in zona Cesarini: 1-1

È il minuto 94, quarto dei sei minuti di...

Samp e Brescia si sfidano per uscire dal limbo tra playoff e playout

Da uno spareggio all'altro, da un infortunio all'altro, da...

Ancora in inferiorità numerica, ancora sconfitta: la Samp perde a Pisa

La Sampdoria esce sconfitta dall’Arena Garibaldi (0-2) contro una...

Samp a Pisa tra Playoff, Playout e dimissioni di Lanna

Tutto si può affermare meno che la Samp stia...

Samp double face col Modena, cala nella ripresa e finisce 2-2

Si deve accontentare della divisione della posta la Sampdoria...