SerieATim, Sampdoria-Palermo 1-1 (p.t. 6′ Eder; s.t. 3′ Vazquez). Streaming radio, cronaca, live, tabellino, pagelle, commenti, video

Sampdoria-Palermo 1-1. Una gara dai due volti che rispecchiano i due tempi di gioco. Meglio la Samp nel primo quando segna subito al 5′ con Eder e poi domina mancando più volte il raddoppio, molto più Palermo nel secondo con l’immediato pari di Vazquez e tanti altri brividi portati a Viviano, tra cui un gol di Morganella non ravvisato dalla squadra arbitrale. Risultato giusto e Samp imbattuta in casa a 34 punti, con Eto’o e Muriel che a fine gara salutano con un giro di campo il pubblico blucerchiato in estasi.

[divide]

Le immagini di Sampdoria-Palermo 1-1

[divide] [dropcap font=”arial”]I[/dropcap]n tribuna ilo neo acquisto Samuel Eto’ o. In campo Sampdoria e Palermo, per la 1^ gara del girone di ritorno. L’entusiasmo per l’arrivo della stella camerunense è incontenibile, ma Mihajlovic non vuole distrazioni e pensa solo al campo, isolando lo spogliatoio da tutte le roboanti voci esterne. Al “Ferraris” c’è il Palermo dell’amato ex Beppe Iachini, una formazione più che temibile e forte di un gioiello come Paulo Dybala.
imageRosanero a Genova senza Munoz e Maresca: Dybala ha smaltito gli acciacchi accusati in settimana ed è regolarmente in campo nel 3-5-2, dove non è presente il centrocampista ex Samp, sostituito da Bolzoni. Nella Sampdoria nessuna novità rispetto alle attese della vigilia: Duncan confermato in mediana, Romagnoli e non Gastaldello al fianco di Silvestre, sempre Bergessio al posto di Okaka in attacco. Dunque 4-3-1-2, con Roberto Soriano ad innescare “El Toro” ed Eder. Inutile dire però, che allo stadio gli occhi sono tutti rivolti alla tribuna d’onore dove è atteso Samuel Eto’o, per il primo saluto all’ambiente blucerchiato.
 
[divide] Segui SAMPDORIA-PALERMO in diretta su RADIO 19.
Segui SAMPDORIA-PALERMO in diretta testuale su Sampdorianews.net.
[divide]

Cronaca live

foto 4Prima emozione di marca siciliana: è un diagonale di Bolzoni che impegna subito Viviano. Il miglior benvenuto a Samuel Eto’o lo dà però Eder che al 5′ si incunea nelle maglie rosanero su assist di Soriano e deposita la palla in rete superando Sorrentino in uscita con un preciso destro incrociato. SAMP IN VANTAGGIO! 1-0 HA SEGNATO EDER! Al 15′ altro doppio squillo per la Samp: prima Morganella salva sulla linea il colpo di testa di Soriano e poi la conclusione a giro di Palombo che esce alta di poco sopra la traversa. Si vede anche il Palermo alla mezz’ora con la trama intessuta da Vazquez che porta alla conclusione dal limite Barretyo, il quale però non inquadra lo specchio. Pallino in mano alla Samp, che al 32′ batte il suo sesto corner, conquistato ancora da un Eder, autentico trascinatore, che per poco non beffa ancora Sorrentino. Ancora pericolo nell’area ospite al 38′ con Sorrentino che deve sventare di pugno la minaccia. Sontuoso Soriano nel ruolo di trequartista, che ogni qual volta viene innescato a centrocampo fa avanzare la sua squadra di parecchi metri. 42′: altra occasione per Silvestre che stacca ancora su punizione da sinistra e esalta ancora i riflessi del portiere palermitano. Sul conseguente corner, spizzata sul primo palo di Eder e palla ancora che sfuma alto di un niente. Sampdoria che domina il primo tempo, terminato sul parziale di 1-0 nel segno, ancora di Martins Eder.
Inizio di ripresa amaro per la Sampdoria che parte molla e al 3′ subisce già il pari di Vazquez: scambio al limite con Barreto e destro imprendibile per Viviano. PAREGGIO DEL PALERMO: 1-1. Samp nel pallone dopo 7′, Dybala prende coraggio e trova spazio nella metà campo doriana e anche un sinistro insidioso da posizione angolatissima che viene deviato in corner da Viviano. Palermo completamente ringalluzzito in questo secondo tempo, che sfiora addirittura il raddoppio sulla staffilata di Morganella che scuote la traversa, rimbalza oltre la linea, ma senza che Cervellera se ne avveda e conceda il gol ai rosanero.Grandi proteste, ma si continua sull’1-1.

Il contestato episodio del gol non dato a Morganella


Poco dopo ancora siluro dai 30 metri per Vazquez che chiama al tuffo Viviano a togliere il pallone dal sette. Una Sampdoria irriconoscibile che ora meriterebbe ampiamente lo svantaggio. Si rivede la Samp, che ha inserito Okaka e Rizzo per Bergessio e Palombo, al 25′: incursione in area di Soriano che prova il destro da posizione angolata trovando ancora l’attenta risposta di Sorrentino. Sempre meglio il Palermo che ora sembra avere più birra, arrivando prima su tutti i palloni, forse agevolato da una sopraggiunta stanchezza dei blucerchiati. Entrano anche Daprelà e Krsticic nel finale con la partita sempre accesissima e aperta a qualsiasi sviluppo. 4′ di recupero e Iachini la prova a vincere: entra Belotti al posto di Bolzoni. Ancora lampi di Dybala e Okaka, ma nulla di fatto. Finisce così, Sampdoria-Palermo: 1-1. Un tempo a testa, ma quanta sofferenza nella ripresa per la Samp, che resta comunque imbattuta in casa e attende domani Napoli-Genoa per poter conservare anche il terzo posto. A fine gara, Marassi in visibilio per il giro di campo di Eto’o, Muriel e Ferrero a raccogliere l’applauso speranzoso del pubblico blucerchiato.
[divide]

Tabellino

SAMPDORIA-PALERMO 1-1
RETI: p.t. 6′ Eder; s.t. 3′ Vazquez
SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano; De Silvestri, Silvestre, Romagnoli, Regini; Obiang, Palombo (s.t. 23′ Rizzo), Duncan (s.t. 45′ Krsticic); Soriano; Bergessio (s.t. 16′ Okaka), Eder. A disposizione: Frison, Romero, Coda, Gastaldello, Marchionni, Ivan, Wszolek, Djordjevic, Correa. All. Mihajlovic
PALERMO (3-5-2): Sorrentino, Vitiello, Gonzalez, Andelkovic; Morganella, Rigoni, Bolzoni (s.t. 46′ Belotti), Barreto, Lazaar (s.t. 35′ Daprelà); Vazquez, Dybala. A disposizione: Ujkani, Munoz, Feddal, Pisano, Emerson, Chochev, Della Rocca, Quaison, Joao Silva. All. Iachini
ARBITRO: Cervellera di Taranto
NOTE: ammoniti Gonzalez, Obiang, Bolzoni, Andelkovic, Soriano e De Silvestri.
[divide]

Pagelle

SAMPDORIA: Viviano 7; De Silvestri 6, Silvestre 5,5, Romagnoli 6,5, Regini 6; Obiang 5,5, Palombo 5 (s.t. 23′ Rizzo 6,5), Duncan 6 (s.t. 45′ Krsticic s.v. ); Soriano 7; Bergessio 5,5 (s.t. 16′ Okaka 6), Eder 7. A disposizione: Frison, Romero, Coda, Gastaldello, Marchionni, Ivan, Wszolek, Djordjevic, Correa. All. Mihajlovic 6
PALERMO (3-5-2): Sorrentino 7, Vitiello 5,5, Gonzalez 6, Andelkovic 5,5; Morganella 6,5, Rigoni 6, Bolzoni 5,5 (s.t. 46′ Belotti s.v.), Barreto 7, Lazaar 5,5 (s.t. 35′ Daprelà); Vazquez 7,5, Dybala 7. A disposizione: Ujkani, Munoz, Feddal, Pisano, Emerson, Chochev, Della Rocca, Quaison, Joao Silva. All. Iachini 6,5
[divide]

Video

Gol 1-0, 5′ Eder

Gol 1-1, 48′ Vazquez

[divide]

Commenti

U.C. Sampdoria su Twitter:


LE PAROLE DI VIVIANO E VASCO REGINI IN MIXED ZONE: GUARDA IL VIDEO!
Edgar Barreto a Radio 19: GUARDA IL VIDEO!
Sinisa Mihajlovic:
GUARDA LA CONFERENZA POST-GARA
Su Iachini: “Lo conoscete meglio di me, ha salvato la Sampdoria. E’ una persona onesta, forse sottovalutato”. Sul pubblico: “E’ sempre stato positivo, ci può stare, come con l’Empoli, in tribuna trovi qualche deficiente che non è contento, ma sono cose normale. Il pubblico è sempre stato positivo con i ragazzi”. Sull’asticella alzata nelle ultime prestazioni: “Come ho sempre detto il nostro obiettivo è stare dalla parte sinistra della classifica. Abbiamo venduto Gabbiadini e preso Muriel, anche se in questo momento Gabbiadini è più pronto di Muriel però siamo a pari. Quello che stiamo facendo è una grandissima cosa e vedendo che nel mercato si sono rinforzati, ora inizia un altro campionato. Il nostro obiettivo, ripeto, è la parte sinistra della classifica, ma se fra 15 partite siamo ancora qui vedremo, ma ragioniamo partita per partita. Ora siamo qua e, come ho detto ieri, il nostro obiettivo deve diventare quello di fare meglio del girone di andata”. Su Eto’o: “E’ sicuramente un giocatore che ha vinto tutto, porta visibilità alla società e attira la stampa. Ma questo interessa poco. Mi interessa quanto Eto’o mi può dare in campo. Ci deve dare una mano e non deve essere una distrazioni. Se noi siamo qui è perchè in settimana lavoriamo sodo e in campo danno tutto. Eto’o deve capire come lavoriamo e come giochiamo la domenica. Penso che comunque si sia allenato sempre bene, lo conosco e lo sa anche lui quello che porta con se. Penso però come un gruppo intelligente possa sfruttare al meglio le qualità di Eto’o e come Eto’o possa sfruttare al meglio il gruppo. Il ruolo? Insieme a Muriel può darci soluzioni in attacco, ma penso possano fare anche esterni d’attacco in un 4-3-3. Eto’o deve calarsi nel mondo Sampdoria, ma penso, conoscendolo, che non ci saranno problemi”. Sul cinismo mancante: “Quando prendi palo, è sfortuna ma è un gol sbagliato”. Sul Palermo: “E’ un’ottima squadra. Con Barreto e Dybala ti può mettere in difficoltà e ci hanno messo in difficoltà. Ma se avessimo continuato come nel primo tempo, avremmo potuto portare a casa la partita”. Sulle voci di mercato: “Se fossero stati distratti dal mercato, si sarebbe visto dall’inizio. Devo parlare con loro per capire il motivo del fatto che siamo entrati così nella ripresa”. Sulla partita: “E’ stata una Samp a due facce. Nel primo tempo siamo andati in vantaggio, dovevamo chiuderla e non ci siamo riusciti. Nel secondo tempo siamo entrati in campo difendendo l’1-0 e non cercando di vincere. Non siamo capaci a difendere, ma dobbiamo cercare di giocarci sempre la nostra partita. Loro sono stati bravi, ci hanno messo in difficoltà e queste partite si possono anche perdere. Ci siamo indeboliti, abbiamo poche soluzioni. Non possiamo cambiare le soluzioni di gioco. Diciamo che è un punto giusto per quello che abbiamo fatto noi nel primo tempo e loro sul secondo”. (Sampdorianews.net)
Beppe Iachini: “Direi che Viviano ha fatto dei buoni interventi. Noi abbiamo sbagliato l’ultimo passaggio, a volta non siamo stati bravi a tirare in porta, sono cose che sono già capitate. Guardiamo avanti con fiducia cercando di crescere sotto tutti gli aspetti per raccogliere quanto i ragazzi seminano in settimana e in campo”. Sul gol-non gol: “Un maestro, mio e di Sinisa, diceva ‘gol è quando arbitro fischia’. Della tecnologia penso possa essere utile alla terna arbitrale”. Sugli obiettivi: “Noi siamo gli stessi dell’anno scorso, ma nello stesso tempo abbiamo acquisito una mentalità importante. Cerchiamo sia in casa sia in trasferta il risultato pieno. Non sempre abbiamo raccolto quanto seminato, ma oggi si sono affrontate due ottime squadre. Nell’intervallo abbiamo corretto qualcosa e nel secondo tempo i ragazzi hanno fatto un’ottima gara”. Sull’accoglienza a Marassi: “Innanzitutto vorrei ringraziare il popolo blucerchiato per l’accoglienza. Si sa che nel calcio gli allenatori e i giocatori passano, ma sono contento di aver lasciato qualcosa. Sono stato orgoglioso di avere portato la Sampdoria dove merita”. (Sampdorianews.net)
Emiliano Viviano: “In Sicilia ho fatto un passo breve, ma sono legato alla città – racconta -. Sono contento che i rosanero stiano facendo un bel campionato, ma io sto bene qua dove sono e cerco di dare il massimo per la mia squadra. La parata più difficile? Quella su Dybala, ma il portiere sta proprio lì per questo, per parare. Ogni tanto ci riesco, altre volte no, ma oggi è andata bene”. Sul gol-non gol: “E’ stato un errore umano, non era facile vederlo. Io che ero lì non potevo dirlo con certezza. A mio giudizio, e lo dico dall’altra parte, la goal line technology potrebbe aiutare in questo senso”. “In tutte le partite ci sono momenti in cui comandi tu e altri in cui comandano loro – prosegue poi tornando sul corso della gara -. Oggi abbiamo fatto un pochino più faticadi altre volte, ma bisogna vedere il lato positivo. Potevano essere 0 punti, invece uno lo portiamo a casa”. “Noi siamo tutti felicissimi che siano arrivati questi nuovi ragazzi. Eto’o poi lo conosco ed è un ragazzo fantastico – risponde poi a chi gli chiede del calciomercato -. Seguo però il mister e  vorrei che venisse anche notato che abbiamo fatto finora un grandissimo lavoro: i nuovi saranno sicuramente dei valori aggiunti a un gruppo già solido. La mancata vittoria oggi? Anche noi abbiamo dei limiti, e se vincessimo tutte le partite vinceremmo lo Scudetto. Siamo giovani, possiamo ancora migliorare tanto, anche dagli errori che commettiamo. Nel calcio non conta mai quello che si è fatto ieri, ma quello che si fa oggi e che faremo domani”. (Sampdorianews.net)
[divide] Alessandro Pucci

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.