SerieATim, Juventus-Sampdoria 1-1 (13′ Evra, 51′ Gabbiadini). Streaming radio, cronaca, live, tabellino, pagelle, commenti, video

La Sampdoria si dimostra squadra quadrata e tosta per tutti, anche per la capolista Juventus che contro i blucerchiati fallisce la prima vittoria allo “Stadium” dopo 25 gare. Juve super nel primo tempo quando trova il vantaggio con l’incornata d Evra. La Samp però nel secondo cambia volto e con Gabbiadini trova il pareggio, sfiorando anche la vittoria nel finale. Doria 3° a 26 punti con Genoa e Lazio, in attesa della gara della Roma e del posticipo tra Napoli e Milan.

Segui JUVENTUS-SAMPDORIA in diretta su RADIO 19.
Segui JUVENTUS-SAMPDORIA in diretta testuale su Sampdorianews.net.
Torino. “Juventus Stadium”. Juventus-Sampdoria, anticipo delle 12.30 della 15^ giornata di SerieATim. Si sfidano la prima e la quinta in classifica. Nella Samp out De Silvestri e Silvestre, ci sono Cacciatore e Romagnoli. Mihajlovic opta per il 4-3-1-2 con Rizzo in mediana e Gabbiadini inizialmente in panchina. Problemi in difesa anche nella Juve che rimpiazza Chiellini con Ogbonna, risparmia Pirlo per Pereyra e lancia in attacco Morata dal primo minuto.
Una partita caricata alla vigilia dalle parole del tecnico blucerchiato Sinisa Mihajlovic: “Chi lotta può perdere, ma chi non lotta ha già perso: domani in campo voglio undici lottatori. Se vinceremo vorrà dire che lo avremo meritato. Ho visto un bel film, Il Buono, il Brutto e il Cattivo: una battuta diceva “Mi piacciono i tipi come te, grandi e grossi, che quando cadono fanno tanto rumore”, domani allo Stadium mi piacerebbe sentire tanto rumore“.
Più in spirito natalizio invece il Presidente Massimo Ferrero:
 

Problema per Soriano nel prepartita, Sinisa allora lancia Krsticic dietro le punte. Sorpresa nella Juve: riposa Pirlo, dentro allora Pereyra.  Anamolie cromatiche: Juve in maglia blu, Samp in divisa completamente rossa.
Cronaca live: Parte subito convinta la Juve che pressa subito la Samp nella sua area e impegna Romero già al 4′ con un bel tiro a giro di Tevez. Doppia chance per Morata nei primi 10′: prima un colpo di testa fuori di poco, poi un destro a giro parato da Romero. La differenza di intensità è evidente e il gol bianconero non stenta ad arrivare: è il 12′ quando Evra salta tutto solo a centro area su corner e buca l’incolpevole portiere blucerchiato. Subito il gol, la Samp si libera e riesce a mettere il naso fuori dalla propria area. E’ però sempre la Juve a dettare legge e con un bolide da fuori di Marchisio va vicino a un raddoppio evitato dal miracolo di Romero. Samp in apnea costantemente a rincorrere che si sveglia solo sul finire del primo tempo: al primo angolo conquistato, Palombo serve rasoterra dal limite dell’area Cacciatore che tira forte e centrale; il pallone viene rimpallato all’interno dell’area dalla difesa bianconera e Gastaldello di testa non riesce a colpire al meglio. Buffon para senza troppi problemi. Primo squillo Samp, che riesce dunque ad andare all’intervallo sull’1-0. Subito un cambio per la Samp a inizio ripresa: al posto di Krsticic c’è Gabbiadini per il ritorno al 4-3-3. Almeno nell’immediato però non cambia lo spartito, con la Juve a fare la partita e a farsi vedere subito dalle parti di Romero con una conclusione potente di Vidal che esce di pochissimo. Il Manolo blucerchiato però entra e cambia la partita: 6′ discesa di Regini sulla sinistra, palla a Gabbiadini che arma il mancino a giro e trova il gol del pareggio sul palo lungo. E’ 1-1.


La Juve accusa il colpo e cede almeno una parte del possesso palla ai doriani, che provano a contenere, affidandosi al contropiede di Eder, che in una delle sue classiche cavalcate viene steso da Bonucci, che rimedia il giallo. Juve arrabbiata ma poco efficace nella metà campo avversaria. Okaka fa fatica a trovare spazi tra i rocciosi Bonucci e Ogbonna e allora dentro Bergessio nella Samp, così come Llorente per Morata e Coman per Pereyra nella Juve. Scorre veloce questo primo tempo: 40′ altro sinistro di Gabbiadini dalla destra e questa volta Buffon si supera e evita il gol del sorpasso. Sofferenza per i ragazzi di Mihajlovic nelle battute finali, i blucerchiati stringono i denti per tenere un pareggio prezioso, che arriva dopo 3′ di recupero. La Samp ferma la Juve allo “Stadium” e si conferma squadra in formissima e competitiva per l’Europa, pur soffrendo non poco per oltre 50 minuti.
Tabellino:
JUVENTUS -SAMPDORIA 1-1
RETI: p.t. 12′ Evra; s.t. 6′ Gabbiadini
JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Ogbonna, Evra; Marchisio, Pereyra (s.t. 31′ Coman), Pogba; Vidal; Morata (s.t. 26′ Llorente), Tevez (s.t. 43′ Giovinco). A disp.: Rubinho, Padoin, Mattiello, Pepe, Giovinco, Pirlo. All. Allegri
Squalificati: Chiellini (1)
Indisponibili: Barzagli, Caceres, Asamoah, Marrone, Romulo
SAMPDORIA (4-3-1-2): Romero; Cacciatore, Gastaldello, Romagnoli, Regini; Rizzo, Palombo, Obiang (s.t. 38′ Duncan), Krsticic (s.t. 1′ Gabbiadini), Okaka (s.t. 28′ Bergessio), Eder. A disp.: Da Costa, Viviano, Fornasier, Mesbah, Soriano, Marchionni, Soriano. All. Mihajlovic
Squalificati: De Silvestri (1)
Indisponibili: Silvestre, Wszolek, Sansone
ARBITRO: Doveri di Roma
NOTE: ammoniti Regini, Vidal, Romagnoli, Gabbiadini, Okaka
Pagelle:
JUVENTUS: Buffon 6,5; Lichtsteiner 6, Bonucci 6, Ogbonna 7, Evra 6,5; Marchisio 6,5, Pereyra 5,5 (s.t. 31′ Coman 5,5), Pogba 6; Vidal 5; Morata 5,5 (s.t. 26′ Llorente 5), Tevez 5 (s.t. 43′ Giovinco s.v.). All. Allegri 6
SAMPDORIA: Romero 7; Cacciatore 6, Gastaldello 7, Romagnoli 6,5, Regini 6; Rizzo 6,5, Palombo 6, Obiang 6,5 (s.t. 38′ Duncan s.v.), Krsticic 5 (s.t. 1′ Gabbiadini 7), Okaka 6 (s.t. 28′ Bergessio 6), Eder 6,5. All. Mihajlovic 6,5
Video:
1-0 Patrick Evra:

1-1 Manolo Gabbiadini:

Commenti:
Serie A Tim:

Max Allegri:  “Sono stati concessi pochi minuti di recupero, ma dobbiamo accettare questo risultato dopo 55′-60′ di grande calcio. Non siamo riusciti a chiudere la gara nel primo tempo, poi la Samp ha pareggiato complicando la nostra partita. È un periodo in cui non riusciamo a sfruttare ciò che creiamo, dispiace perché abbiamo fatto bene anche oggi“. (Sampdorianews.net)
Sinisa Mihajlovic: “Il tonfo si è sentito poco, perché comunque nei primi 30 minuti abbiamo sofferto molto, loro erano molto superiori a livello tecnico e fisico, mentre noi siamo entrati in campo con grande paura. Abbiamo cambiato modulo e poi abbiamo fatto la nostra partita, mi dispiace perché se giochiamo come sappiamo possiamo farlo alla pari con tutti. Loro venivano da 25 partite vinte in casa, pareggiare qui non è stato certo facile, siamo stati fortunati ad andare in svantaggio di un solo gol all’intervallo e poi bravi a trovare il pareggio. Il risultato non mi interessava quanto la prestazione, perché se avessimo giocato da Samp e perso sarei stato contento, col Napoli abbiamo fatto una grande partita ed ero contento, oggi non mi sono piaciuti i primi trenta minuti di gara, nel secondo tempo abbiamo cambiato il nostro atteggiamento. Dal trentesimo in poi i ragazzi sono stati bravi. Marchisio sull’angolo? Ogni tanto il pallone fuori dalla lunetta lo facevo anch’io, ogni tanto bisogna essere furbi nella vita. Mi rode di più che un giocatore non molto alto come Evra ci faccia gol così, lo accetterei di più da Bonucci o Morata o Llorente. Lui è stato bravo, ma noi siamo stati dei polli. Gabbiadini? Di mercato non parlo, se non con i miei dirigenti e nelle sedi opportune. Manolo è un giocatore importante per noi, ma che deve migliorare come tutti, forse qualche panchina gli è servita perché ora vedo che gioca con più cattiveria e convinzione. Oggi abbiamo fatto molto meglio con il 4-3-3 rispetto al tentativo di mettersi a specchio, mancavano un po’ di giocatori però chi ha giocato si è fatto valere comunque, a parte i primi trenta minuti in cui avrei dovuto cambiare almeno otto giocatori tra gli 11 in campo“. (Sampdorianews.net)
Manolo Gabbiadini:Mi importa poco del gol, peccato non essere riusciti a vincere ma almeno abbiamo pareggiato; affrontavamo una grande squadra, perciò siamo contenti. Il mercato? In questo periodo si sta parlando troppo di me, sto sentendo cose non vere. Io gioco, e se riesco faccio gol – riporta Sampdorianews.net – Indosso questa maglia, e farò il massimo per questi colori fin quando li indosserò. Dedico la mia prestazione a chi mi vuole bene“. (Sampdorianews.net)
Alessandro Pucci

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.