L’avversario – Milan: emergenza difesa, out anche Muntari. La probabile formazione

Così come la Sampdoria, sua avversaria sabato sera a Marassi per l’anticipo dell’11^ giornata di Serie A, il Milan si trova a convivere con una vera e propria emergenza difensiva. Filippo Inzaghi per tornare a vincere medita alcune sorprese nel tridente d’attacco.
Il Trofeo Berlusconi di mercoledì notte, vinto dai rossoneri per 2-0 contro gli argentini del San Lorenzo, è stato l’occasione per testare sul campo alcuni giocatori che fino a oggi sono stati poco utilizzati da mister Inzaghi, ma che però potrebbero rivelarsi presto innesti importati per far cambiare marcia a questo Milan, magari già dalla trasferta di Genova contro la Samp.
I vari Mexes, Armero, Albertazzi, Bonera, Essien, Van Ginkel, Niang e Pazzini (tornato al gol) hanno sfruttato la vetrina d’eccezione per insinuare nella testa del proprio allenatore un dubbio, quello di poterli considerare titolari al pari degli più gettonati membri della rosa. Qualche modifica allo schieramento di base si rende necessaria a maggior ragione dopo le ultime tre deludenti partite contro Fiorentina, Cagliari e Palermo (che domenica scorsa ha surclassato un Diavolo davvero apatico), gare che hanno gettato ombre anche sulla conduzione di Inzaghi, tecnico che ora è chiamato al riscatto.
Ecco allora che per la Samp, avversario oggi tutt’altro che malleabile, “SuperPippo” pensa a cambiare qualcosa nel tridente offensivo, dove sia Menez che Torres, e pure Honda che dopo una partenza lampo con 6 gol realizzati sembra un po’ essere calato fisicamente, sono sul banco d’accusa. Le alternative non mancano: Giampaolo Pazzini sta ritrovando la forma migliore e (anche tramite la moglie) chiede spazio, Bonaventura potrebbe lasciare la mediana per tornare a quell’ala che gli è più congeniale, El Sharaawy è ormai al top, anche se il gol in A gli manca dal 24 febbraio 2013.
Oltre a tornare a gettare il cuore oltre l’ostacolo, mettendo più grinta nei contrasti e qualità nelle giocate, il Milan deve cambiare qualche volto per tornare a splendere, ma non solo: per Inzaghi si prospettano anche cambi obbligati in difesa dove al forfait di Alex, si è aggiunto anche quello di Abate. Per sostituirli al centro è pronto all’esordio Mexes, mentre sulla destra potrebbe giocare Bonera, una scelta sicuramente più conservativa rispetto a un più agile terzino di spinta. A centrocampo invece, vista l’indisponibilità dell’ultima ora di Muntari, dopo la buona gara col San Lorenzo, aspetta una chance l’olandese in prestito dal Chelsea Marco van Ginkel.
Vediamo ora ruolo per ruolo le possibili novità di formazione nel Milan.
Schema: 4-3-3
Difesa: tra i pali torna Diego Lopez, mentre Ignazio Abate dà forfait così come Alex .Per la fascia destra è pronto Bonera, anche se le soluzioni non mancano con Albertazzi e Armero che potrebbero subentrare contando sulla duttilità di De Sciglio, chiamato comunque agli straordinari. Sicuro del posto Rami, mentre al suo fianco è ballottaggio tra Zapata, disastroso col Palermo, e Mexes, che non ha ancora giocato un solo minuto in campionato.
Centrocampo: Nigel De Jong è stato risparmiato al Trofeo Berlusconi ed è pronto a tenere in mano le redini del centrocampo rossonero. In extremis Inzaghi perde anche Sulley Muntari, obbligata dunque la presenza di  in mediana dell’ex di turno Andrea Poli. Per il terzo posto a questo punto forte è la candidatura di Jack Bonaventura, anche se sia van Ginkel che Saponara conservano qualche chance di titolarità. Nelle ultime ore sono salite invece le quotazioni di Michael Essien.
Attacco: Honda e Menez, entrambi assenti contro il San Lorenzo, hanno pienamente recuperato dai rispettivi problemi fisici, ma la loro presenza dal primo minuto è tutt’altro che scontata. Bacchettato in conferenza da Inzaghi per il suo egoismo, il francese ex Psg e Roma rischia di lasciare il posto a un El Sharaawy apparso piuttosto tonico nelle ultime uscite; così come Torres, sempre deludente sin qui, è insidiato dall’altro ex Samp, un “Pazzo” Pazzini in forte crescita. Praticamente utopica la presenza di Niang e del baby prodigio Mastour.

 La probabile formazione:

Alessandro Pucci

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.