Ritratto di Marchese, difensore e goleador

630

Scrive per noi il Direttore di Pianetagenoa1893.net Marco Liguori .Da difensore a goleador. E’ il ritratto di Giovanni Marchese che domenica scorsa ha sparato un missile terra-aria che si è infilato nella porta dell’Udinese: il portiere Karnezis, che non ha potuto far altro che raccogliere il pallone in fondo al sacco, lo sognerà a lungo. Il giocatore del Genoa ha adottato una coordinazione perfetta: schiena leggermente all’indietro, con tiro di sinistro violento e preciso. Non è la prima volta che si esibisce con una prodezza di tipo balistico: tre anni fa, durante un Catania-Novara, lanciò un’altra cannonata che centrò il bersaglio. Anche in passato con la maglia del Grifone ha cercato la porta avversaria, purtroppo senza fortuna. Ma l’ottimo Marchese conosce bene il motto che fu della seicentesca Accademia del Cimento: “Provando e riprovando” e alla fine ha ottenuto il risultato tanto agognato.
Dicevamo: il gol ne fa un giocatore completo: ha eseguito alla perfezione i compiti difensivi affidati da Gian Piero Gasperini. Una sola sbavatura: in occasione del momentaneo 2-2 dell’Udinese. In seguito ha ripreso con efficacia a contrastare i vari avversari, come Thereau, che ha bloccato con puntualità. Non solo: la sua collaborazione perfetta con Antonini sulla sinistra e con i compagni di reparto, De Maio e Roncaglia, dà grande sicurezza alla fase difensiva del Grifone. Difesa a tre o a quattro? Per Marchese non c’è problema: si sa muovere con grande disinvoltura senza alcun problema. Sa agire come uno “scudo” verso la propria porta. Ma le sue qualità non finiscono certo qui. Oltre ai missili di cui sopra, dai suoi piedi partono anche dei cross teleguidati per la testa dei compagni: come quello preciso svolto per Matri a Verona.
Con questo cospicuo bagaglio tecnico, può essere impiegato in più ruoli e in fase difensiva e offensiva. E’ il giocatore di grande versatilità che piace molto al suo allenatore Gasperini. Ora manca a Marchese la ciliegina sulla torta: un pallone scaraventato con una bordata nella porta sotto la Gradinata Nord: sarebbe un’autentica apoteosi. Provando e riprovando potrebbe realizzarsi anche questo sogno.
Marco Liguori
Direttore Pianetagenoa1893.net

Condividi