Tarros viola anche Biella. Mori: “La strada è giusta!

“Una vittoria sudata, ma meritata, contro una grande squadra, satellite di una formazione di serie A”: c’è tutta la soddisfazione per la prestazione del suo team, nelle parole pronunciate dal Presidente Danilo Caluri subito dopo la sirena che al Biella Forum ha sancita il trionfo dei bianconeri contro la formazione di casa.
Due su due, quindi, per gli spezzini che dopo la vittoria contro il Bra concedono il bis contro i giovani talenti della Cestistica Biella, al termine di una partita sulle montagne russe, che ha visto alternarsi sensazioni ed emozioni opposte.

Memori del match della scorsa settimana, caratterizzato dalla partenza fulminea del Biella contro il Serravalle, gli uomini di coach Mori non si fanno sorprendere ed iniziano alla grande: concedono agli avversari solo i primissimi minuti, poi riportano la situazione in parità e mettono la freccia. La seconda parte del primo tempino è tutta di matrice bianconera: 20 punti segnati in poco più di 5 minuti e pochissime concessioni ai padroni di casa permettono alla Tarros di chiudere sul 17-30. Il vantaggio è consistente, 13 lunghezze, ed ancora più cospicuo diventa in avvio di seconda frazione. Stavolta, però, il finale è tutto appannaggio degli uomini di coach Danna che dal 17’ al 20’ piazzano un break di 11 punti che significa andare alla pausa lunga con un gap notevolmente ridotto. La rincorsa dei piemontesi prosegue al ritorno sul parquet e si completa al 22’ quando un canestro di Gonzato riporta avanti i padroni di casa. Sono però i bianconeri a trovare il nuovo allungo ed a chiudere avanti anche la terza frazione, seppure il vantaggio sia dimezzato rispetto a quello del primo quarto. Gli ultimi 10 minuti si aprono con due canestri di Blotto e con la Tarros che sembra aver smarrito la via del canestro: servono quasi 180 secondi ai bianconeri per tornare a muovere il tabellone; lo fanno dalla lunetta, con Matteo Seravalli, autore di una grande partita, che poi mette dentro anche due doppie consecutive che permettono di tirare il fiato. È però solo un attimo: la replica del Biella è pronta e a 2’45” dalla fine il risultato è di nuovo in parità, sul 79-79. Si gioca punto a punto, ora davvero servono massima concentrazione e precisione. La Tarros non vuole buttare via tutto, dopo essere stata in vantaggio per gran parte del match, il Biella è deciso a provare il ribaltone. Sono gli ospiti a portarsi avanti e avanti rimanere. I padroni di casa avrebbero nelle mani la possibilità del pareggio, ma la tensione è tanta e la precisione non abbastanza. Si chiude sull’83-86 e per la Tarros è seconda vittoria consecutiva.
 
“Onore al Biella che non ha mai mollato” – commenta coach Marco Mori – “Ha  tanti giovani interessanti, a livello di tecnica e di carattere. Credo che questo non sarà un campo facile da espugnare per nessuno. Siamo molto soddisfatti di esserci riusciti. Abbiamo commesso qualche errore di troppo che non ci ha permesso di chiudere la partita prima, ma del resto di fronte avevamo davvero una buona formazione. Abbiamo ancora molto da lavorare, ma questa è la strada giusta”.
 
Prossimo appuntamento per la Tarros, domenica 19 ottobre alle ore 18.00 al PalaSprint contro il Basket Serravalle, per andare a caccia del tris.

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.