L’avversario – Atalanta, occhio all’ex Estigarribia. La probabile formazione

Domenica 5 ottobre, allo stadio “Luigi Ferraris” di Genova c’è Sampdoria-Atalanta. Una gara dove i  blucerchiati dovranno continuare a cavalcare l’entusiasmo della vittoria nel derby, mentre i bergamaschi dovranno cercare di tornare alla vittoria che manca da tre turni.
Dopo un’ottima annata costruita sulle vittorie casalinghe, l’obbiettivo per la nuova stagione della Dea è senz’altro iniziare a far bene anche in trasferta. Colantuono viene da tre sconfitte consecutive, contro tre squadre forti come Fiorentina, Inter e Juve, ma nonostante il magro bottino raccolto, l’Atalanta ha sempre prodotto ottime prestazioni, mettendo puntualmente in difficoltà l’avversario. Unico successo in campionato, un 2-1 contro in trasferta contro il Cagliari di Zeman, che assieme al pari casalingo all’esordio con il Verona, vale attualmente i 4 punti in classifica, che significano quintultimo posto. Un piazzamento quanto mai bugiardo per una formazione rodata, con l’allenatore più longevo della Serie A in panchina e con il giusto mix di esperienza e gioventù.
I punti di forza dei lombardi sono senz’altro l’esplosività sulle due corsie, dove Dramé e Zappacosta offrono grande spinta dalle retrovie, mentre l’ex Samp Estigarribia e D’Alessandro, dato che il Papu Gomez è infortunato e che Maxi Moralez non attraversa un buon momento di forma, compensano, in fase offensiva, l’apporto sin qui deludente in attacco del Tanke Denis. Vera sorpresa di questa stagione nerazzurra è Richmond Boakye: il giovane ghanese della Juve, in prestito alla Dea, eroe della trasferta sarda, è ora il nemico pubblico numero uno per la retroguardia doriana che avrà di che impegnarsi per placare la sua grande agilità e la sua capacità di accelerazione improvvisa.
Ancora un po’ in ombra quello che dovrebbe essere il metronomo della squadra bergamasca, Luca Cigarini, mentre il giovane portiere Sportiello si è già fatto notare per interventi da vero gatto, non facendo per nulla rimpiangere Consigli. Vediamo ora come potrebbe schierarsi l’Atalanta di mister Colantuono domenica pomeriggio al “Ferraris” contro la Sampdoria.
Schema: 4-4-2
Difesa: davanti a Sportiello, scontata la riproposizione della difesa titolare dopo una settimana di allenamenti: l’Uunder21 azzurro Zappacosta e Dramé sulle corsie esterne, l’esperienza di Beppe Biava e la fisicità di Benalouane al centro. Vicine allo zero le chance per Willy Stendardo, Cherubin, Raimondi e Del Grosso. Acciaccato capitan Bellini.
Centrocampo: Luca Cigarini dovrebbe riprendersi il posto da titolare in mezzo al campo accanto a Carlos Carmona. A sinistra, come detto, non ci sarà il Papu Gomez, grande acquisto estivo per sostituire Jack Bonaventura. Per l’argentino ex Catania e Zenith arrivano problemi muscolari e ecco allora il ritorno in campo di Marco D’Alessandro, già 3 presenza per lui, artefice della promozione in A del Cesena. A destra è pronto a salire sulla sua proverbiale bicicletta El Chelo Estigarribia: il paraguayano cercherà come sempre di guadagnare a tutta velocità la linea di fondo per poi rientrare sul piede. Se sarà Mesbah o Romagnoli il suo diretto avversario è ancora da decidersi, ma a chiunque capiti, quest’onere non sarà certo tra i più agevoli. Baselli dovrebbe riaccomodarsi in panchina, al fianco di Migliaccio e Molina.

Attacco: nonostante il rigore sbagliato contro la Juve, German Denis è ormai una figura imprescindibile nell’11 di Colantuono, che per ovviare alla sua scarsa vena attuale, lo schiera insieme a Boakye, mentre conserva le armi Maxi Moralez e Rolando Bianchi per portare freschezza a gara in corso.

La probabile formazione: 

Alessandro Pucci

Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.