Tre su tre, Serie A e “C1ao Grifone” nel segno di Flachi e Bazzani

Condividi

Difficile per i tifosi blucerchiati dimenticare l’annata trionfale 2002/2003. Al primo anno dell’era Garrone, Giuseppe Marotta rivoluziona la squadra e consegna a mister Novellino una corazzata in grado di riagguantare la Serie A dopo quattro lunghi anni di purgatorio cadetto. Flachi e Bazzani, novelli gemelli del gol, fanno letteralmente impazzire le difese di tutta la Serie B, tra cui non fa eccezione quella del Genoa che su tre derby stagionali, il primo in Coppa Italia, subisce tre nette sconfitte, prima di evitare la Serie C solo grazie a un ripescaggio.
15 novembre 2002. Una delle coreografie più belle di sempre colora la Gradinata Sud: un enorme San Giorgio Blucerchiato infilza il Grifone. Così come Flachi e Bazzani, monumentali per tutta l’annata, infilzano in campo un Genoa che non lesina il consueto ardore, ma che è anche visibilmente inferiore tecnicamente, tanto che dopo mezz’ora di gioco la Samp è già 2-0. Prima Bazzani si gira da vero bomber in area e colpisce a freddo Brivio, poi Francesco Flachi capitalizza al meglio un cross di Gasbarroni, girando al volo il pallone in rete, con una delle sue magiche acrobazie. A 15′ dal termine il gol del rossoblu D’Isanto non riesce a cambiare le sorti del 95° Derby della Lanterna, il secondo vinto dal Doria in quella stagione, in attesa del terzo (firmato Zivkovic e Conte) che avrebbe condannato alla C i cugini e fatto tornare nella massima serie la società di Riccardo Garrone.
Alessandro Pucci

Condividi

Articoli correlati

Samp stanca e fortunata a uscire con un punto dal confronto con lo Spezia

Comprensibile il sorriso di Andrea Pirlo al termine del...

Sampdoria e Spezia si dividono la posta

La Samp ottiene il primo zero a zero stagionale...

Spezia-Samp Derby Ligure con testacoda

Samp e Spezia erano partiti ad agosto con identici...

Cosa ha sbagliato la Samp con il Sudtirol

Loro hanno vinto. Suoni, colori, un tifo incessante dal...

Il Südtirol getta una doccia fredda sulla rincorsa playoff della Samp: 0-1

Si chiama Fabian Tait, centrocampista classe 1993 di Salorno,...

Col Südtirol la Samp deve continuare l’assalto al sesto posto

Con tutto il rispetto per il Brescia, per ora...