L’AVVERSARIO – Sassuolo: senza Berardi tocca a Floro Flores. La probabile formazione

Condividi

Con un punto ottenuto nelle prime due giornate, il Sassuolo di Eusebio Di Francesco deve riscattare la recente figuraccia contro l’Inter e ne ha subito l’occasione con la prossima gara interna. Al “Mapei Stadium” di Reggio Emilia arriva però una Sampdoria ancora imbattuta, col morale alto e in forma smagliante.
Manfredini ancora a parte nell’amichevole contro la Primavera di giovedì, mentre oggi pomeriggio porte chiuse all'”Enzo Ricci” di Sassuolo da cui trapelano comunque alcune novità. Si è parlato di minirivoluzione in casa neroverde. Il tecnico Di Francesco ha giurato infatti di fare tesoro della batosta subita dall’Inter, un 7-0 che ha cancellato la buona prestazione casalinga all’esordio con il Cagliari, e ha in serbo alcune mosse per correre ai ripari da subito contro la Sampdoria. Inalterato lo schema di partenza, 4-3-3, in cui però cambieranno alcuni protagonisti. Non sarà della gara Berardi, squalificato per tre giornate: al suo posto l’ex Floro Flores. Sime Vrsaljko dovrebbe riprendersi il suo posto a destra, mentre in mediana è pronto all’esordio l’algerino Taider, a fargli spazio Missiroli. In difesa la freschezza di Antei in vantaggio sull’esperienza di Terranova.
La lezione impartita a San Siro da Icardi e Osvaldo è di quelle che non si dimenticano nel giro di qualche giorno e il Sassuolo vorrà immediatamente dimostrare ai propri tifosi di saper imparare dai propri errori. Cosa che invece non sembra essere la specialità di Domenico Berardi, caduto ancora una volta preda del nervosismo e dell’impulsività, sfogata con una gomitata in faccia all’interista Juan Jesus e che gli è costata l’ennesima espulsione nella sua pur breve carriera. Tutto di guadagnato per la Samp, visto che il talento classe ’94 si era dimostrato decisivo nella doppia sfida con l’Under 21, proprio come il compagno di reparto Simone Zaza, titolare nelle prime due di Conte da ct della Nazionale maggiore, che invece è pronto a guidare ancora l’attacco emiliano.
Il gran sinistro al volo messo in buca contro il Cagliari e le ottime figure in maglia azzurra hanno riproposto a Genova gli spettri di un’operazione di mercato piuttosto criticabile da parte della società di Corte Lambruschini. Parliamo di due estati fa, quando dopo 18 reti all’Ascoli, la Samp fu praticamente costretta a vendere la promettente punta della Basilicata, in scadenza di contratto e senza alcun volontà di rinnovarlo, alla Juventus, all’irrisoria cifra di 3,5 milioni: un affare che rientrò per altro nella trattativa per portare Gabbiadini sotto la Lanterna. Un anno in continua crescita in prestito al Sassuolo e ora la prestigiosa vetrina della Nazionale. A Genova aumentano i rimpianti per quella sciagurata operazione, rimpianti che però sono ora ampiamente compensati dall’entusiasmo dato dai gol e dalle prestazioni di Stefano Okaka, un vero affare dal punto di vista economico poiché scambiato alla pari con il fragilissimo eroe di Varese Nicola Pozzi. E poi proprio contro il Sassuolo è arrivata l’ultima vittoria esterna del Doria, regalata, guarda un po’, dal 1-2 decisivo di Okaka, dopo l’iniziale vantaggio dell’ex Gianluca Sansone.
Vediamo ora ruolo per ruolo le novità in casa Sassuolo:
Schema: 4-3-3
Difesa: davanti al portiere Consigli, probabile la staffetta tra Terranova e Antei. Confermato invece l’ex Cagliari Ariaudo. A destra il croato ex Genoa Vrsaljko sembra aver smaltito la distorsione rimediata contro l’Inter e appare favorito su Gazzola. A sinistra ci sarà Peluso, uno dei grandi acquisti estivi del presidente Squinzi. Sempre fuori causa Manfredini, così come Cannavaro, squalificato.
Centrocampo: Di Francesco è finalmente pronto a lanciare dal primo minuto Saphir Taider: il nazionale algerino è ormai pronto per prendere in mano la mediana neroverde. Giocherà nella linea a tre con capitan Magnanelli e Biondini, un altro dei tanti ex rossoblu ora in Emilia. Missiroli sembra destinato alla panchina, così come Brighi e Cibsah.
Attacco: squalificato Domenico Berardi, al fianco di Zaza e Nicola Sansone ci sarà senza dubbio Floro Flores, con Floccari e Pavoletti in rampa di lancio per portare forze fresche nella ripresa.
La probabile formazione:

Alessandro Pucci

Condividi

Articoli correlati

A Palermo pagato l’approccio sbagliato. Per la Samp stagione comunque positiva

Col senno di poi, siamo tutti Guardiola e potremmo...

La Sampdoria saluta i playoff, 0-2 a Palermo

La Sampdoria esce sconfitta malamente a Palermo e dice...

Samp, credici! Blucerchiati superiori al Palermo

“Cosa andiamo a fare in serie A? Società e...

Tripletta Borini e la Samp passa anche a Catanzaro, ma resta 7°

Una tripletta di Capitan Borini permette alla Sampdoria di...

Samp a Catanzaro a caccia del sesto posto

Andrea Pirlo non è uno sprovveduto e fa benissimo...

Momento d’oro Samp, condizione atletica e infortunio Pedrola uniche macchie

Meglio non svegliare il can che dorme, procedere quatti...