Coppa Europa: il DG Bistocchi analizza le prove liguri

Condividi

Il Team Italia continua il suo cammino nel calendario gare 2014, tra i più importanti c’è la Coppa Europa (European Open Championship), organizzata a Bucarest nel week end 14/15 giugno. Le location sono le stesse del Mondiale 2013 U18/21, la squadra italiana selezionata dal D.G. Maestro Bistocchi è composta da 13 atleti Fighting, 3 coppie di Duo e 2 atleti Ne Waza, accompagnati dai Coach Maestri Paolo Palma e Cristian Minuto. 
“Al termine della competizione nella speciale classifica per nazioni l’Italia risulta quinta (2 ori e 2 bronzi), dietro Russia, Francia, Romania e Germania. Mi dichiaro consapevole che nel Team Italia mancava qualche atleta di valore che avrebbe potuto ben figurare, purtroppo la storia non si scrive né con i “se” né con i “ma” – spiega il direttore generale Massimo Bistocchi – Un ringraziamento va tutto lo staff tecnico per il lavoro svolto in modo impeccabile: agli allenatori (M° Paolo Palma, M° Cristian Minuto), all’ assistente medico Istr. Sergio Manitto, al capo delegazione M° Raffaella Fucini. alcoordinatore staff Is tr. Raffaele Calzoni”. Ecco tutte le considerazioni di Bistocchi sulle prove liguri. 

Matteo Repetto (Genova, Fighting cat. 62kg – 11 competitori): una prova convincente del ligure, che perde al primo turno contro lo spagnolo Iglesias, ai ripescaggi si riscatta prima contro l’ukraino Mochulskyi, poi ai danni del russo Chekurov. Perde la finale per il bronzo, il russo Babkin è atleta di valore.

Luca Cirelli (Genova, Fighting cat. 77kg – 18 competitori): lotta con grande impegno, perde al primo turno, avversario lo spagnolo Valdivieso, viene superato in seguito dal russo Cherevko. Per guadagnare posizioni sarebbe utile potenziare l’aspetto atletico, le qualità tecniche ci sono.

Mattia Cirelli (Genova, Fighting cat. 85kg – 18 competitori): esce sconfitto dal primo match contro il tosto spagnolo Cortijios, ai ripescaggi gli capita un altro osso duro, il francese Ribere (poi bronzo), che lo supera. Anche per lui l’impegno è massimo, c’è solo da lavorare e fare esperienza.

Anastasia Tonelli (La Spezia, Fighting cat. 55Kg – 14 competitori): assente la categoria 49 kg, “Nastia” si cimenta nella superiore. Liquida la austriaca Baumholzer, l’olandese Passage, in semifinale si ferma contro la ostica polacca Bieronska; nella finale per il bronzo sfodera tutta la sua grinta e domina la francese Campagne, il podio è suo! La ligure oramai ha esperienza da vendere, e si vede. Encomiabile!

spot_img

Articoli correlati

Mercoledì 22 e giovedì 23 marzo a Imperia la “Foiling Experience” classe Waszp

Il Comitato I Zona organizza, nelle date di mercoledì...

Chiavari e la vela paralimpica: un rapporto sempre più stretto

Il sorriso di Eleonora Ferroni e Valia Galdi, tesserati...

Marina Militare Nastro Rosa Tour 2023: parte da Genova il Giro dell’Italia a vela

Il Marina Militare Nastro Rosa Tour prenderà il via...

Quarti Len Euro Cup, la Rari Nantes Savona chiama a raccolta i suoi tifosi

E’ iniziato il conto alla rovescia per l’incontro di...

L’Iren Genova Quinto non sbaglia: Anzio superato 9-5

Un primo tempo combattuto, fatto di una serie di...
- Advertisement -spot_img