“Tanto rumore per nulla”: Uisp su elezione Tavecchio

Era già tutto previsto, molto rumore per nulla: l’Uisp non è stupita per l’elezione  di Carlo Tavecchio. “Un sistema autoreferenziale e refrattario al confronto con la societa’ difficilmente produce l’innovazione della quale ci sarebbe bisogno per guardare a testa alta il futuro e l’Europa
– dice Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp – prima le poltrone e poi i programmi. Se mai verranno. Il calcio italiano perde un’occasione importante per autoriformarsi e  di dare un chiaro segnale di cambiamento. Restiamo convinti  che lo sport può e deve riprendersi quel ruolo di esempio civico, di stampo popolare per rendere il calcio uno sport, un gioco aperto a tutti e per tutti. Il gioco del calcio è ancora oggi uno strumento attraverso cui si emancipano percorsi, narrazioni, culture popolari”.
“La cultura sportiva – prosegue Manco – è una pianta che ha bisogno di cure premurose in un Paese in cui lo scollamento tra l’alto livello, la funzione educativa dello sport e le società sportive di base ha raggiunto livelli insostenibili. Siamo convinti che il calcio italiano ha tante realtà che svolgono una grande funzione sociale nelle periferie delle città e nel rapporto con le proprie comunità. È auspicabile pertanto che sempre di più siano esse in futuro ad avere voce nei programmi della Federazione”.
“Nell’assemblea di Fiumicino ci e’ sembrato che ci fossero in ballo altri interessi da ricomporre, lontani dal Paese e dal difficile momento che stiamo attraversando – conclude Manco – interessi che si chiamano ingenti risorse dei diritti televisivi e il posizionamento delle grandi società. Tutto il resto lo scopriremo solo vivendo”.
Condividi
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.