Franco Falcone: “Tradizione e modernità nel Trofeo Panarello”

È ai nastri di partenza l’11esima edizione del  Trofeo Panarello – Torneo del Mare, l’appuntamento annuale con la pallanuoto in mare organizzata dalla società Sportiva Sturla. Una tre giorni di sport e spettacolo, da venerdì 4 a domenica 6 luglio, in cui i campioni di oggi e di ieri scenderanno in acqua dal pomeriggio fino alla mezzanotte, sfidandosi anche sotto il chiaro di luna.

Nella Sala Auditorium del Palazzo della Regione Liguria di Piazza De Ferrari sono intervenuti nella conferenza stampa di presentazione l’assessore regionale allo Sport Matteo Rossi, il Presidente del CONI Liguria Vittorio Ottonello, il Presidente della Sportiva Sturla Giorgio Conte, il Presidente del Municipio Levante Nerio Farinelli e Franco Falcone, storico tecnico della squadra biancoverde. Ecco le loro dichiarazioni.

Matteo Rossi: «Il trofeo Panarello è una manifestazione fondamentale per la nostra regione, si arricchisce ogni anno di più, è una vera istituzione nella pallanuoto non solo ligure. La Sportiva Sturla si rende protagonista come di consueto di un lavoro incredibile, fatto di grandissimi sforzi che portano a manifestazioni di grande rilievo. È però doveroso cercare di dare una mano a questa società affinché siano migliorate le strutture a sua disposizione e soprattutto la piscina sia maggiormente protetta dalle mareggiate. Se lo merita senza dubbio».

Vittorio Ottonello: «Vorrei soffermarmi solo su pochi aspetti significativi. La Sportiva Sturla vanta 94 anni di vita. Un dato che la dice lunga sulle capacità di gestione della società, sulla capacità di modernizzarsi generazione dopo generazione: un vanto per Genova. I numeri parlano chiaro: 2000 soci sono tantissimi. Pensate quale impatto positivo una tale mole di lavoro nella diffusione dei valori dello sport può avere sulla città e sul sociale.  Società sportive gloriose come quella del presidente Conti meritano di essere tutelate e protette. I risultati vanno e vengono, rimangono i valori, la cultura sportiva da trasmettere. Grazie a loro, complimenti e auguri».

Giorgio Conte: «Da noi sono passati tanti atleti, anche di buonissimo livello. Ottonello ha detto tutto della Sportiva, ma non posso non sottolineare che oggi si fa veramente fatica ad andare avanti. Ci danno una mano i nostri sponsor, ma soprattutto i nostri volontari. Il problema principale è la difesa della piscina: a soli 10 metri dal mare, ogni mareggiata causa danni e le riparazioni non sono gratis. Si rende persino difficile anche dialogare con il Comune se ogni 2 anni cambia l’assessore di riferimento e si torna sempre al punto di partenza. Chiedere soldi ai soci in questo momento è molto dura. Panarello per fortuna rimane al nostro fianco, in una partnership che per noi è motivo di orgoglio data la tradizione e la qualità dei prodotti di questa azienda storica».

Nerio Farinelli: «La società Sportiva Sturla ci dà una mano per ogni manifestazione che organizziamo, ma ovviamente sa anche confezionarne per conto suo. Noi ci auguriamo continui a raccogliere successi. Per quanto riguarda il problema della protezione della piscina, dico sempre che Genova è città di mare e certe risorse per la tutela degli impianti a mare devono essere necessariamente previste anche in momenti di crisi economica. Società come la Sportiva sono fondamentali anche per l’educazione dei più giovani, mi piacerebbe anche che fossero più presenti nelle scuole, che promuovessero altresì più attività sportive durante l’estate».

Franco Falcone: «Ringrazio la Regione che ci ospita sempre volentieri. 11 anni fa è nata questa manifestazione in occasione di “Genova 2004 Capitale Europea della Cultura” e l’abbiamo portata avanti sin qui con tanta passione. Abbiamo cercato di dare continuità alla pallanuoto di un tempo, quella prima degli anni ‘50, che si giocava in mare. Per meglio trasmettere quella sensazione abbiamo anche riproposto costumi retro e il vecchio pallone di cuoio. Tradizione, ma anche modernità, è questo il filo conduttore del torneo. Panarello ci consente di migliorare anno dopo anno e per la prima volta giocheremo anche la sera, sotto la luce dei riflettori. Ci saranno tantissimi giocatori di alto livello, anche un torneo master di ad elevato tasso tecnico. L’idea comunque è quella di mettere assieme grandi e piccini, dare continuità ai nostri valori e tenere alta la nostra bandiera».

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.