Juventus e Torino parteciperanno domani all’incontro “Giustizia e Sport” a Torino

23
giustizia sport
giustizia sport

La sensibilita’ delle dirigenze di Juventus e Torino ha accresciuto nelle ultime ore il valore indiscusso del convegno ”Giustizia e Sport”: il prossimo venerdi’ 11 aprile alla Sala Convegni del Palazzo di Giustizia di Torino – corso Vittorio Emanuele II, 130 – rappresentanze dei due club calcistici cittadini interverranno all’interno dell’ampia giornata – inizio h 9,00, conclusione alle h 18,00 – di analisi e riflessioni per preservare i valori formativi della pratica agonistica per i giovani.

”In proiezione Torino Capitale Europea dello Sport 2015 ci siamo attivati per il coinvolgimento di esponenti di un valido ventaglio di discipline: tanti atleti impegnati a interpretare lo sport che praticano innazitutto per la loro costante crescita umana”: ha spiegato Fernanda Cervetti, consigliere di Corte d’Appello e presidente di Maged (Magistrati Avvocati Europee Giuriste Donne), associazione realizzatrice del convegno in collaborazione con l’Assessorato allo Sport del Comune di Torino In attesa di conoscere nei prossimi giorni i nomi dei calciatori bianconeri e granata che si racconteranno a un pubblico che avra’ negli studenti una fortissima componente, e’ di primo livello la qualita’ degli interventi – dettaglio nella locandina in allegato – con un’ottima rappresentanza di sport al femminile, indubbio vettore di emancipazione senza barriere. Alla leggenda di Livio Berruti, oro nei 200 metri ai Giochi Olimpici di Roma 1960, si uniscono Francesca Fenocchio, argento nell’handbike alle Paralimpiadi di Londra due anni fa, Silvia Lambruschi, pluriiridata nel pattinaggio artistico a rotelle, Elisabetta Mijno, argento paralimpico 2012 nel tiro con l’arco, Amin Niki, campione europeo di Jiu Jutsu, e Andrea Merlino, capitano del Cus Torino di rugby. Nelle relazioni qualificate di magistrati, avvocati, autorita’ militari, medici, giornalisti e tecnici sportivi saranno trattati temi di impatto immediato all’interno di un percorso costruito con attenzione: dalle basi etiche di lealta’ e quindi di legalita’, con relativi ostacoli nell’applicazione pratica, alla conseguente repressione dei reati specifici – con un’accurata disamina dell’evoluzione della legislazione internazionale in ambito scommesse sportive – da parte di giustizia ordinaria e sportiva. Spazi accurati saranno dedicati alle normative, ai regolamenti che disciplinano l’attivita’ quotidiana delle associazioni sportive anche in ambito fiscale, Il segmento conclusivo, pomeridiano, mettera’ a fuoco la socialita’ imprescindibile insita nello sport: dal bullismo che la minaccia, alla crescita delle capacita’ di autocontrollo, alle opportunita’ offerte per la riabilitazione dei soggetti e per l’inserimento dei diversamente abili. I corollari sulla prevenzione di traumi e patologie saranno elemento ulteriore per fornire messaggi rassicuranti ai genitori logicamente desiderosi di sicurezze per la salute dei figli impegnati in una disciplina agonistica. Il programma ha gia’ raccolto l’interesse dei vertici organizzativi del ciclismo italiano, sport che sara’ rappresentato a Torino dall’iniziativa maglia etica-antidoping: l’onorevole Enzo Ghigo, vicepresidente della Lega Ciclismo Professionistico, e Paolo Bellino, neodirettore generale di Rcs Sport, societa’ organizzatrice. tra gli altri, di Giro d’Italia, Milano-Sanremo e Giro di Lombardia, hanno gia’ assicurato la loro presenza in sala per seguire i lavori del convegno.

Condividi
LiguriaSport.com
Dal 1998 il blog dedicato a tutti gli sport praticati in Liguria. E' l'unico vero punto di riferimento per chi vuole leggere di tutte le discipline e a tutti i livelli. Dalla competenza e passione dei nostri autori nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport e ogni giorno viene inviata la Newsletter dello Sport in Liguria.