Carispezia Sarzana crolla in casa contro Lodi

La disfatta più clamorosa in una delle gare più importanti in chiave play-off. Carispezia avrebbe dovuto vincere per allungare sui diretti avversari nella lotta per un posto nella griglia post-season ai quali accedono le prime otto, invece la sconfitta ha rimesso tutti in gioco.    

“E’ una sconfitta che può farci solamente bene – commenta il tecnico Alessandro Cupisti a fine partita parlando della sua squadra – la partita di questa sera deve farci rimettere i piedi per terra, tutto quello che sino ad oggi abbiamo conquistato è stato merito nostro, però se ci adagiamo sugli allori questi sono i risultati. Comunque conosco la mia squadra e se qualcuno pensa che siamo morti si sbaglia di grosso, i miei ragazzi stupiranno ancora. Complimenti comunque ad Aldo Belli e al Lodi – conclude il mister rossonero ed ex giocatore lodigiano – avevo detto alla vigilia della squadra lombarda che aveva a mio avviso il miglior giocatore di hockey italiano e oggi purtroppo ne ho avuto la conferma Domenico Iluzzi è stato devastante per noi” Il Presidente Corona è attonito per la prestazione negativa però crede ancora nel raggiungimento dell’obiettivo e dichiara   “Una squadra cresce anche a forza di schiaffi.  In tanti anni di hockey non mi ricordo di traguardi ottenuti senza passare attraverso qualche sonora sconfitta il Presidente esordisce così al termine della gara abbiamo gestito male i troppi complimenti ricevuti in Puglia, troppo euforici dopo la final eight di Giovinazzo, non ho mai visto mister Cupisti così arrabbiato con la squadra come questa settimana, lui ha la capacità di vedere le cose un giro prima degli altri e aveva capito che la squadra camminava a un metro da terra. Ho sempre predicato un basso profilo – continua Corona – per tutto l’anno e ha pagato credo bene. Detto questo, occorre ammettere che abbiamo perso certamente per nostro demerito, ma anche per merito del Lodi che ha giocato molto bene, non tiriamo in ballo la sfortuna, oppure l’arbitraggio che a mio avviso è stato ottimo. Voglio fare una nota di merito a capitan Sterpini che non ha mollato mai e a Garofalo che è entrato in pista nel momento peggiore della partita. Ora dobbiamo ritrovare la necessaria concentrazione e rituffarci nella corsa ai play-off – conclude Corona –  sabato ci aspetta la trasferta sulla carta abbordabile come quella di Correggio, ma  vi garantisco che non sarà per niente facile, la squadra di Ragazzi ha giocato molto bene a Giovinazzo perdendo 4 a 1 e rimanendo in partita sino a metà secondo tempo. Poi due partite al Vecchio Mercato martedì 18 la ripetizione contro il Trissino e martedì 25 l’ AS Viareggio l’imperativo è quello di vincere. Chiedo a tutti i tifosi di continuare a sostenere la squadra come hanno fatto finora, ricordandosi che il nostro obiettivo iniziale era la conquista della salvezza e questi ragazzi stanno sputando l’anima per la maglia”. Una sconfitta che brucia l’ Amatori Lodi  impartisce una dura lezione al Carispezia Hockey Sarzana espugnando il Centro Polivalente con un risultato di altri tempi 13 a 9, frutto di una partita determinata e dinamica che ha messo subito in difficoltà i rossoneri. Il Lodi non ha quindi sofferto la pista del Vecchio Mercato e la squadra di mister Belli ha battuto nettamente la formazione allenata da Alessandro Cupisti che era andata al riposo con un sostanzioso vantaggio di 5 a 2, complice una partita storta soprattutto nei giocatori più in forma sino a questo momento: dal portiere Corona irriconoscibile rispetto alla prestazione di Giovinazzo, a Borsi che solo a sprazzi ha mostrato le sue immense doti, a Squeo rimasto in ombra e a Dolce che solo nel finale si è riscattato quando però il risultato era praticamente acquisito da parte dei lombardi. Mattatori della serata per la squadra Lodigiana Matteo Brusa autore di cinque reti, Domenico Illuzzi e l’ ex Francesco De Rinaldis  autori rispettivamente di tre reti. Veniamo alla cronaca della partita: si gioca in un Centro Polivalente esaurito con circa un centinaio di tifosi giunti da Lodi. Cupisti si affida alla solita formazione e invia in pista  Corona a difesa della porta  Sterpini, Squeo, Borsi, Dolce. Il Lodi risponde con Mauro Dal Monte tra i pali, Platero, Brusa, Iluzzi e De Rinaldis, subito Sarzana pericolo ma  Dal Monte sbroglia la mischia in area gli ospiti  al 4’ minuto alza e schiaccia di De Rinaldis su cui fa buona guardia Corona, rossoneri che sprecano una clamorosa palla goal al 6’ con Squeo che a un metro dalla porta di Dal Monte manda fuori.  Lodi in vantaggio con De Rinaldis che al 7’54” su azione di contropiede sorprende Corona lasciando partire una staffilata  dal limite dell’area che si infila tra il palo e il casco del portiere sarzanese. Azione fotocopia al 9’,27” ma dalla parte opposta e questa volta è Brusa a fare secco Corona. Al 10’,58” Sterpini  accorcia le distanze per i rossoneri. L’illusione dura pochi secondi perchè all’ 11’08” Platero salta tutta la difesa rossonera sdraia  Corona e appoggia la sfera in rete. Sarzana stordito Dolce all’ 11,49” viene punito dagli arbitri  con il cartellino blu, sul tiro di prima conseguente Iluzzi si fa stregare da Corona  ma riprende la sfera salta Sterpini e Squeo e batte Corona di giustezza. Al 14’,57” ancora in rete De Rinaldis che raccoglie l’assist di Iluzzi si presenta a tu per tu con Corona e lo batte. Ancora un tiro di prima per i lodigiani per l’espulsione di Sterpini  che Corona para su Illuzzi e poi resiste al power play.  Al 20’,14” Pistelli buona la sua prova, raccoglie un delizioso assist di Borsi e mette la sfera in rete per la rete del 5 a 2. Finale di tempo concitato Illuzzi colpisce la traversa, Corona para su Brusa da parte lodigiana mentre Borsi spara fuori da ottima posizione e Dal Monte è bravo su Pistelli.  Il suono della sirena manda le squadre al  riposo con il risultato di  5-2 a favore dell’ Amatori Lodi. Nella ripresa il Carispezia inizia arrembante e Sterpini al 25’,58” con una conclusione dalla distanza rimette in partita i Sarzanesi, ma l’urlo è strozzato in gola dopo neppure un minuto dalla rete di Brusa che in contropiede da posizione decentrata fa secco Corona. Partita dai ritmi incredibili Dal Monte para su Dolce e poi è salvato dal palo su una conclusione di Pistelli. Decimo fallo per i Sarzanesi e tiro di prima per i Lombardi ma Illuzzi si fa ancora parare la conclusione  da Corona , poco dopo ancora un tiro di prima per un fallo di Sterpini su Illuzzi, alla battuta va Platero che si fa stregare da Corona ma gli arbitri ordinano la ripetizione e Platero mette la sfera alle spalle di Corona per la rete del 7 a 3. Sarzana che crolla e subisce due reti in un minuto al 36’,39” Brusa con una conclusione dalla distanza e al 37’,51” con Illuzzi su tiro di rigore. Cupisti sostituisce Corona irriconoscibile rispetto agli standard a cui aveva abituato i tifosi in questa stagione ed entra Garofalo all’ esordio stagionale che dopo 20” subisce la rete di Platero.  Reazione d’orgoglio della squadra di Cupisti che trova due reti in rapida successione prima con Squeo con una conclusione dalla distanza e poi con Sterpini che mette a segno un tiro di prima concesso dagli arbitri. Al 44’, 19” undicesima rete lodigiana con lo scatenato Brusa poi ancora due reti rossonere con Sterpini e Dolce.  Partita fuori dagli schemi con reti da una parte e dall’altra ma con il Lodi che non mette mai in discussione il risultato. Quindicesimo fallo del Sarzana e dopo che Garofalo si oppone a Platero ma gli arbitri decretano la ripetizione Illuzzi fa secco Garofalo. Al 47’,42” De Rinaldis trova la tredicesima rete per la formazione giallorossa e nel finale una doppietta di Dolce rende meno amaro il passivo per la formazione di Alessandro Cupisti. Il suono della sirena è liberatorio per i rossoneri che escono dall’incubo di una partita nata male. Per la squadra del Presidente Corona la consapevolezza che questa sconfitta  non ha intaccato la possibilità di raggiungere i play off, con la prossima trasferta di Correggio,  e dalle prossime gare interne contro Trissino e AS Viareggio la squadra rossonera deve ricominciare il cammino che porta a raggiungere le finali scudetto.

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.