Under 16: Audax lancia la volata per la vittoria finale

14

L’Audax Quinto vince in casa dell’Olympia e, sola al comando a tre giornate dalla conclusione del torneo, lancia la volata per la vittoria finale nel girone B del campionato provinciale Under 16. 

La quarta giornata del girone di ritorno vede l’Audax capolista impegnato in trasferta in casa dell’Olympia: la “gialla” e’ quarta in classifica a nove punti di distanza dalla vetta ed e’ reduce dalla sconfitta nello scontro diretto con il PalaDonBosco, ultima antagonista cui la matematica permette di tenere ancora aperto il discorso sul primato nel girone.

All’andata, lo scorso 1 dicembre, fini’ 3 a 1 per l’Audax, ma non fu una passeggiata. Quinto, sconfitto sonoramente nella prima frazione di gioco, si aggiudico’ con merito i successivi tre set. Entusiasmanti gli ultimi tre turni di battuta per mezzo dei quali, a fronte di uno svantaggio di ben 7 punti (16 a 23), si realizzo’ la travolgente rimonta delle quintesi fino al 26 a 24 finale.

Speranza, Chiapparino (K), Ceccoli, Lugli, Morandi, Orlando e Calla’ (L) il consueto sestetto schierato da Troisi al nastro di partenza.

L’avvio di Quinto nel primo set e’ a dir poco blando: il consistente divario in classifica e l’importanza di vincere questo incontro non trovano riscontro nella condotta di gara delle quintesi. Poca concentrazione ed una scarsa aggressivita’ sportiva determinano molti errori, impediscono all’Audax di imporre il proprio gioco e mantengono costantemente in partita le avversarie. Al nono turno di battuta il vantaggio delle quintesi e’ di un solo punto (14 a 13) nonostante le azioni di attacco dell’Olympia siano molto rare e il ritmo gara basso. Quinto riesce pero’ a capitalizzare al massimo i successivi tre turni di battuta (Lugli, Morando, Orlando) con i quali il vantaggio cresce in breve tempo fino al 25 a 16 finale. Olympia 0 Audax 1

Totalmente diverso l’approccio di Quinto al secondo set: i segnali che Mr. Troisi deve aver trasmesso alle proprie giocatrici nell’intervallo sembrano essere arrivati forti e chiari. Bastano infatti dodici minuti a Quinto per sbaragliare la resistenza dell’Olympia con un perentorio 25 a 7. Olympia 0 Audax 2

Nonostante l’Audax abbia dimostrato che basti alzare la pressione per avere facilmente ragione delle avversarie, la prova di forza resa nel secondo set ha un effetto quasi narcotico sulle quintesi che nella terza frazione di gioco tornano ad essere remissive ed imprecise. Quinto contiene le avversarie fino al decimo turno di battuta (10 a 9), poi va sotto di due punti che non riesce piu’ a recuperare per i 5 successivi turni. Il terzo set va all’Olympia per 25 a 21. Olympia 1 Audax 2

Il terzo set, perso senza riuscire ad opporre un’adeguata resistenza, lascia il segno nella compagine quintese che nella quarta frazione di gioco appare incapace di riorganizzarsi e riprendere le redini dell’incontro. Dopo i primi due turni di battuta Quinto va sotto di due punti (3  a 5) e, come nel set precedente, non riesce a recuperare. Al settimo turno di battuta (12 a 14), quando l’Olympia comincia a vedere concretizzarsi la possibilita’ di fare punti con la capolista, l’Audax si risveglia improvvisamente dal torpore che l’attanaglia: i due turni di servizio di Chiapparino e Ceccoli inanellano rispettivamente 7 e 6 punti consecutivi. Un fulminante uno-due che stronca la resistenza dell’Olympia e permette a Quinto di aggiudicarsi il set con un vantaggio di ben 9 lunghezze (25 a 16). Olympia 1 Audax 3

Al termine di un incontro difficile, in cui la squadra di Quinto sembra aver dovuto affrontare se stessa piuttosto che le rivali, il bilancio per mr. Troisi e’ agrodolce: da una parte la squadra sembra dover ancora consolidare una piena consapevolezza dei propri mezzi e la capacita’ di imporre il gioco a prescindere dall’avversario, dall’altra la riprova che orgoglio e carattere rappresentano una risorsa alla quale le sue giocatrici riescono ad attingere nei momenti di particolare difficolta’.

Nell’ottica della classifica l’Audax coglie in ogni caso un successo importantissimo che permette di conservare intatti i 6 punti di vantaggio sull’inseguitrice PalaDonBosco, avversario del prossimo incontro casalingo domenica 16 febbraio.

Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com.