Virtus Carispezia travolta a Schio

Virtus Elite Spezia

La Virtus Carispezia Termo non riesce a replicare il successo dell’andata ed esce sconfitta dal Pala Campagnola di Schio per 87 a 67. Una sconfitta che permette comunque di mantenere la sesta posizione in classifica insieme all’Umana Venezia, che per altro perde nella gara contro Umbertide, prossimo avversario delle spezzine. La squadra di coach Barbiero tiene i primi due quarti, che sono assolutamente equilibrati, ma dopo la pausa lunga Schio preme sull’acceleratore e costringe le spezzine alla vana rincorsa. “La squadra mi è piaciuta molto dal punto di vista dell’atteggiamento – commenta il coach Loris Barbiero – Sono soddisfatto per le cose fatte in campo. Il divario elevato è dovuto specialmente a un calo fisico, perché di fronte a una squadra con dieci giocatrici che ruotavano mantenendo alto il ritmo, noi non avevamo cambi a disposizione. Credo che l’esito sia scontato visto il nostro calo fisico, ma penso che la squadra abbia fatto molto bene sotto tutti gli altri punti di vista. Gli errori sono stati visibilmente errori di stanchezza. In un altro contesto, con più giocatrici a disposizione, avremmo fatto meglio”.

Il coach schiera nel quintetto iniziale Filippi, Favento, Reke, Malone e Striulli ed effettivamente sono loro a essere quasi sempre sul parquet. Il primo possesso palla viene gestito da Schio, ma i primi punti portano la firma di Favento che con una bomba da tre porta immediatamente la squadra in vantaggio. I primi dieci minuti sono tutti un botta e risposta e il punteggio resta sempre in bilico, con le due squadre che si superano a vicenda. Il parziale è quello di 21 a 21.

Anche la seconda fase si apre con una tripla, ma questa volta è in favore di Schio che con Vandersloot si porta immediatamente in vantaggio. In un minuto il parziale è di 5 a 0 e Barbiero chiama un doverso time out. Si riparte e la Virtus compie il sorpasso, portandosi sopra di quattro lunghezze (26-30), grazie a una tripla di Filippi e a un’inarrestabile Reke. Schio sembra subire i canestri dalla lunga distanza, ma in fase d’attacco le padroni di casa sono sempre incisive, guadagnandosi anche molti rimbalzi. Godin e Macchi pareggiano i conti con due canestri di fila e per un po’ si gioca punto a punto con Masciadri che risponde a Reke, che in meno di venti minuti di gioco realizza il suo tredicesimo punto personale. Larkins si riporta Schio in vantaggio, ma Striulli e Favento riescono a raddrizzare subito il risultato, riportandolo dalla loro parte. Purtroppo quando manca poco più di un minuto alla pausa lunga, Schio si aggiudica un parziale di 8 a 2, e il quarto, che era stato per tutto il tempo in equilibrio, va in favore di Schio per 47 a 40.

Nella ripresa, le ragazze a disposizione di coach Barbiero, cominciano ad accusare particolarmente la stanchezza e Schio ne approfitta, così da incrementare sempre di più il proprio vantaggio. Tra le bianco blu, chi sicuramente fa meglio in questo terzo quarto è Marcella Filippi, che fa sicuramente la differenza, andando al canestro con un’ottima percentuale sia da due che da tre e tentando con tutte le forze di permettere alla squadra di rientrare in partita. Prima dell’ultimo break il tabellone segna però il punteggio di 68 a 53.

Gli ultimi dieci minuti sono analoghi a quelli appena trascorsi con Schio che dilaga, incrementando un divario ormai irraggiungibile. Le orange vanno a chiudere la partita con un vantaggio di 20 lunghezze. Finisce quindi 87 a 67 la sfida tra Famila Schio e Virtus Carispezia Termo.

“Come da copione – commenta il presidente Lorenzo Brunetto – Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, che è diventata quasi impossibile per il fatto che Elisa Templari non è potuta scendere in campo. È stata una gara in salita, e abbiamo cercato di tenere botta il più possibile. Comunque ora dobbiamo guardare avanti e pensare di fare una bella partita a Umbertide, per mantenere la posizione in classifica”.

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.