Il Ju Jitsu celebra il Maestro Gino Bianchi

Condividi

Fu Gino Bianchi, nel secondo Dopoguerra, a portare e diffondere il Ju Jitsu in Italia. Già campione militare di savate, era impegnato durante la Seconda guerra mondiale col contingente italiano nella colonia giapponese di Tien Sing (Tianjin) in Cina dove venne a contatto con questa disciplina e ne rimase colpito per l’efficacia. L’opera di diffusione iniziò a Genova, nella palestra di via Ogerio Pane (poi salita Famagosta), dove il Maestro Bianchi insegnava gratuitamente a cinque/sei allievi nel difficile clima di ristrettezze del secondo dopoguerra. In Regione Liguria, si ricorda il Centenario dalla nascita del Maestro Gino Bianchi ed i primi cinquant’anni trascorsi dalla sua scomparsa. Lo ricordano il vicepresidente mondiale Igor Lanzoni, il presidente dell’Associazione Italiana Ju Jitsu Dario Quenza e l’allievo Pelacchi. Donatella d’Antonio, segretaria AIJJ e vicepresidente Tegliese, presenta il Memorial in programma nel fine settimana al Paladiamante di Genova.

Condividi

Articoli correlati

Lino Team tre volte medagliata in Coppa Europa

Questo weekend si è tenuta a Beveren (Belgio), la...

La Nazionale dell’Arabia Saudita sceglie Genova e la Lino Team Ju Jitsu per gli allenamenti

Si è appena conclusa una settimana di intensi allenamenti...

Successo a Manesseno per lo stage nazionale Insegnanti Tecnici

E’ calato il sipario per lo Stage Nazionale Insegnanti...

Due titoli italiani Juniores per il Sakura Arma di Taggia a Ostia

Nella prestigiosa struttura del Palapellicone di Ostia Lido (Roma)...

Ju Jitsu Genoa Open 2024: i campioni danno spettacolo

Una edizione da record. Per numeri e qualità delle...