Il Ju Jitsu celebra il Maestro Gino Bianchi

Condividi

Fu Gino Bianchi, nel secondo Dopoguerra, a portare e diffondere il Ju Jitsu in Italia. Già campione militare di savate, era impegnato durante la Seconda guerra mondiale col contingente italiano nella colonia giapponese di Tien Sing (Tianjin) in Cina dove venne a contatto con questa disciplina e ne rimase colpito per l’efficacia. L’opera di diffusione iniziò a Genova, nella palestra di via Ogerio Pane (poi salita Famagosta), dove il Maestro Bianchi insegnava gratuitamente a cinque/sei allievi nel difficile clima di ristrettezze del secondo dopoguerra. In Regione Liguria, si ricorda il Centenario dalla nascita del Maestro Gino Bianchi ed i primi cinquant’anni trascorsi dalla sua scomparsa. Lo ricordano il vicepresidente mondiale Igor Lanzoni, il presidente dell’Associazione Italiana Ju Jitsu Dario Quenza e l’allievo Pelacchi. Donatella d’Antonio, segretaria AIJJ e vicepresidente Tegliese, presenta il Memorial in programma nel fine settimana al Paladiamante di Genova.

spot_img

Articoli correlati

Efficacia e rapidità della manovra, i problemi emersi a Parma, ancora una volta!

Cosenza, Benevento Brescia e Cittadella: ecco le uniche quattro...

Pesi Piuma: Michela Braga neocampionessa italiana

Michela Braga  (ASD Rossetto Boxe) è la nuova Campionessa...

Corso Assistenti Bagnanti FIN: al via a Sciorba il 16 febbraio

Il Comitato Regionale della Federazione Italiana Nuoto (sezione Salvamento),...

Champions League, la Pro Recco fa visita alla Dinamo Tbilisi

Sfida testa-coda in Champions League per la Pro Recco,...

Pegli ritrova la vittoria contro la Polisportiva Pasta

Ritrova la vittoria la prima squadra femminile del Basket Pegli,...

La Dolce Arte vince il 24° Trofeo Gino Bianchi, terza l’ASD Tegliese

Si è concluso il 24° Trofeo Nazionale Gino Bianchi...
- Advertisement -spot_img