Carispezia lotta ma alza bandiera bianca contro Forte dei Marmi

Finisce l’ imbattibilità di “Fort Sarzana”, Carispezia alza bandiera bianca solo nel finale, tiene testa alla capolista, la mette a dura prova, rischia di terminare il primo tempo in vantaggio. Poi nella seconda parte di gara sale in cattedra Pedro Gil, tenuto precauzionalmente a riposo per buona parte del primo tempo, e il fuoriclasse spagnolo fa la differenza con i rossoblu che prendono il largo nel finale contro la squadra di Cupisti. (nella foto Francesco Dolce festeggia sotto la curva la rete del momentaneo pareggio).

E’ stato una serata di sport indimenticabile per la città di Sarzana, il Vecchio Mercato sold-out da giorni, con i due presidenti che nel pomeriggio facevano appello a chi non aveva il tagliando di usufruire della diretta web sul Canale Forte Channel, ma nonostante questo numerose persone si sono presentate all’ingresso del Centro Polivalente senza tagliando e dopo un consulto tra la società rossonera e le forze dell’ordine la decisione di fare in modo che tutti entrassero. Tutto questo ha prevalso sulla disputa sportiva, tutti i presenti sono riusciti a vivere una splendida serata di sport. Stretto contatto dei tifosi fortemarmini e sarzanesi in tribuna con il Presidente Maurizio Corona e il Sindaco Alessio Cavarra che si sono assunti la responsabilità dell’ordine pubblico e le forze dell’ordine presenti in gran numero per l’occasione  divenivano solo testimoni della splendida serata sportiva. Il pubblico ligure, dopo aver vissuto la magica serata contro i campioni d’Italia del Valdagnoc sognava ancora un altro miracolo e infatti Alessandro Cupisti, come contro il Valdagno, affrontava il “dream team” di Roberto Crudeli a viso aperto, ne scaturiva ancora una partita che infiammava tutto il numeroso pubblico con un primo tempo giocato alla pari, ribattendo colpo su colpo ad ogni attacco della fortissima squadra ospite che teneva a riposo precauzionalmente Pedro Gil ancora non completamente guarito da un infortunio alla spalla. Ma il Sarzana di a non permetteva questo e con un Forte che non riusciva ad imporsi mister Roberto Crudeli a 10’ dal termine del primo tempo, con la squadra versiliese in svantaggio, inseriva il fuoriclasse catalano e la partita cambiava,  complice anche la sfortuna, con Carispezia  che subiva il pareggio dei toscani a 48 secondi dal suono della sirena su un tiro diretto che prima Corona parava a Orlandi ma che poi il fuoriclasse viareggino  riprendeva e metteva in rete. Poi con un secondo tempo maestoso il fuoriclasse spagnolo faceva prendere il largo alla squadra di Roberto Crudeli che faceva cadere l’imbattibilità del Vecchio Mercato. “Voglio dire grazie a tutti, per una persona come me che ama questo sport sopra ogni modo questa serata mi ripaga di tantissimi sacrifici che io e i miei collaboratori facciamo quotidianamente, non so quanta gente è entrata questa sera, la città ogni giorno si innamora  sempre di più di noi, è veramente la febbre del sabato sera che sta facendo impazzire una città intera – il presidente Maurizio Corona  esordisce così al termine della gara –Roberto Crudeli non voleva rischiare Pedro Gil ma per vincere con noi non ha potuto fare  a meno di schierare il fuoriclasse spagnolo. Voglio ancora ringraziare il pubblico, anche questa sera encomiabile, voglio abbracciare i ragazzi della curva “Gabriele Milani”, ci hanno spinti per tutta la partita  sono stati ancora una volta  il sesto uomo in pista. Il Forte dei Marmi  visto questa sera è la grandissima favorita al titolo, è una squadra che ha le potenzialità per conquistare tutti e tre i trofei a cui partecipa, anche se sono certo che se fossimo stati più fortunati su qualche episodio il risultato finale  sarebbe stato sicuramente diverso. Comunque – continua Corona – sono molto soddisfatto della mia squadra. A volte mi rendo conto di essere ripetitivo ma noi al termine del girone d’andata abbiamo di fatto conquistato la salvezza, conquistato l’accesso alla final eight di Coppa Italia, tutto ciò impensabile ad inizio stagione e ora se continueremo a tener basso il profilo e a lavorare sono certo che potremmo conquistare anche i play-off.”   Veniamo alla cronaca della partita: nel Forte dei Marmi l’allenatore/giocatore Roberto Crudeli schiera nello starting-five iniziale  Stagi a difesa della porta, Verona, preferito a sorpresa allo stesso Crudeli, Torner, Cancela e Orlandi lasciando precauzionalmente a riposo Pedro Gil reduce da un infortunio alla spalla. Cupisti risponde con Corona, Sterpini, Squeo , Borsi, Dolce. Passano 2’, 24” quando Verona (ottima la sua prova nonostante non sia finito nel tabellino marcatori) si incunea nell’area rossonera e viene fermato fallosamente, l’arbitro Ferrari decreta il tiro di rigore che Orlandi mette alle spalle di Corona. La formazione di casa non si disunisce, la partita è bellissima con frequenti cambi di gioco e occasioni da una parte e dall’altra alla fine del primo tempo oltre alle reti saranno 12 gli interventi di Federico Stagi e 10 quelli di Simone Corona. Al 7’,58”’ Il Sarzana pareggia con un KaraKiri  di Cancela che lascia la pallina incustodita  nella propria area, ci si avventa Dolce che mette a sedere Stagi e sigla la rete del pareggio con il Vecchio Mercato in delirio. Al 18’ 09” Pedro Gil da poco entrato in pista aggancia Borsi in area, cartellino blu per il fuoriclasse spagnolo. Il rigore viene trasformato da Borsi per il vantaggio dei padroni di casa con il pubblico sarzanese in delirio. Sale in cattedra in negativo l’arbitro Ferrari che nell’arco di 6’ fischia ben sei falli di squadra alla squadra di mister Cupisti di cui il decimo quando mancano 48 secondi alla fine. Si incarica della battuta lo specialista Orlandi, Corona è miracoloso sulla conclusione poi Orlandi è lesto a riprendere la sua respinta e mette la palla in rete per la rete del 2 a 2 punteggio con il quale le due squadre vanno al riposo. Durante l’intervallo Roberto Crudeli  tocca le corde giuste alla sua squadra e inserisce il fuoriclasse spagnolo Pedro Gil sin dal primo minuto. Nella prima parte la difesa rossonera non cede anche se con l’ingresso dello spagnolo il ritmo della gara si alza vertiginosamente, ancora occasioni da una parte dell’altra sino al 36’,06” quando un disimpegno errato della difesa rossonera mette Pedro Gil tutto solo davanti a Corona che non sbaglia e porta in vantaggio i versiliesi, non passa neppure un minuto che un gesto tecnico di rara bellezza di Roberto Crudeli sorprende Corona e porta il punteggio sul 4 a 2 a favore della squadra del presidente Tosi. Il Sarzana barcolla Gil con un alza e schiaccia mette la sfera alle spalle di Corona ma l’azione è viziata dalla sfera  troppo alta e la rete viene annullata, sulla ripartenza Borsi fulmina Stagi è il 39’,56” e si riaccendono le speranze del popolo rossonero, strozzate in gola dopo neppure due minuti quando al 41’,33” il Forte torna in vantaggio complice “il fattaccio” che fa perdere le staffe anche a un “Signore” della panchina come Alessandro Cupisti: punizione per il Forte al limite dell’area Pedro Gil è sulla palla i difensori rossoneri si allontanano convinti che l’attaccante spagnolo abbia chiesto la distanza, invece Gil senza aspettare il fischio dell’arbitro serve  Cancela tutto solo davanti a Corona che mette la palla in rete. Furiose le proteste rossonere e a farne le spese è Davide Borsi punito con il cartellino blu. In inferiorità numerica la squadra rossonera tiene bene la pista e non subisce più di tanto la squadra versiliese. Al ripristino della parità il Sarzana si getta in avanti Stagi si supera in un paio di occasioni, Dolce fallisce un clamoroso gol a porta sguarnita e Borsi fallisce due tiri di prima: nel primo caso si fa ipnotizzare da Stagi e nel secondo è sfortunato colpendo il palo interno. Anche Corona si supera respingendo il tiro di prima di Cancela concesso per il raggiungimento del quindicesimo fallo da parte dei rossoneri. Negli ultimi due minuti il Sarzana prova a schiacciare i versiliesi con una marcatura a uomo a tutto campo ma prima Cancela al 23’,50” e poi Pedro Gil al 24’,19” portano il risultato sul 7 a 3 a favore della capolista, punteggio bugiardo per il Sarzana che ha tenuto testa al dream team versiliese per tre quarti della partita.

Il Carispezia Hockey Sarzana è atteso Martedì 21 Gennaio  a  Breganze alle ore 21,00 Diretta RAI SPORT contro la seconda della classe che nell’ultima gara è andata ad espugnare il PalaBarsacchi di Viareggio battendo il CGC con il punteggio di 5 a 4.

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.