Sarzana attende Forte dei Marmi

Un’attesa spasmodica, un delirio cittadino, con una città che  si riscopre tutta hockeysta e degna erede dei temerari che nel 1946 portarono la disciplina nella città natale di Papa Nicolo V°. La squadra toscana è una squadra stellare, capolista al termine del girone d’andata, è la grandissima favorita della stagione. Con gli arrivi di Alberto Orlandi e dei due nazionali spagnoli Campioni del Mondo Enric Torner insieme al fuoriclasse Pedro Gil, considerato da tutti il miglior giocatore al mondo, il Forte dei Marmi non vuole fallire la conquista del primo titolo italiano della storia per la squadra versiliese. Il Carispezia è invece la grande sorpresa della stagione e, partito per salvarsi, ha chiuso il girone d’andata sesto con 23 punti facendo innamorare  i tifosi che ritengono questa squadra il più bel Sarzana di sempre che ha disputato la serie A1. (nella foto Alessandro Cupisti, allenatore ma soprattutto condottiero del Carispezia Hockey Sarzana).

“Per una settimana a Sarzana è passato in secondo piano anche il grande calcio, Alessandro Cupisti nei bar cittadini è stato più gettonato di Antonio Conte – dichiara il presidente Corona –  io nella mia vita non avevo mai visto tanta attesa per una partita di hockey a Sarzana, la squadra di questa stagione ha fatto innamorare veramente tutti, gli è stato da subito perdonato lo scivolone di Prato perché come ha detto un noto sportivo sarzanese sui social network “ se di qua a fine stagione non faremmo più neppure un punto questo resterà il più bel Sarzana di sempre”. Vecchio Mercato stracolmo, i ragazzi della Curva Milani sino a tarda notte per allestire una coreografia che a detta di loro dovrà essere indimenticabile – ma parlando della partita Corona continua – “la squadra di questa stagione mi ha insegnato che niente è impossibile. I ragazzi ci hanno fatto vedere che a volte succedono cose impensabili, quindi perché non sperare? Certo la squadra di Crudeli nel secondo tempo della partita d’andata mi ha veramente impressionato, sono la squadra che tutti vorrebbero avere. Se penso a Pedro Gil, Alberto Orlandi e Enric Torner tutti insieme al Vecchio Mercato la cosa mi mette un misto di paura e ilarità – conclude il presidente Corona – ma comunque sono certo che onoreremo questa grande serata di sport.- Mister Cupisti gli fa eco – I miei ragazzi ci proveranno, statene certi, ma di fronte si troveranno una delle squadre più titolate d’Europa, una rosa che oltre i tre fuoriclasse citati da tutti Pedro Gil, Orlandi e Torner  conta su  giocatori come Federico Stagi, Pablo Cancela, Alessandro Verona e lo stesso Roberto Crudeli che a 50 anni sembra ancora un ragazzino – Per chiudere il mister si sofferma proprio su Roberto Crudeli e sul Forte dei Marmi – Roberto per me è un fratello, con lui ho condiviso parte importante della mia carriera hockeistica, ma il rapporto va al di là, è un rapporto speciale con lui. Personalmente sarei contentissimo, perché so quanto lui tiene a poter coronare il sogno di regalarsi da protagonista il primo scudetto della storia della società in cui è cresciuto. Anch’io al Forte ho un pezzo di cuore sia come ex giocatore ma soprattutto per la storia che accomuna la mia famiglia alla società versiliese. (ndr il padre è stato uno dei fondatori della società). Però per cinquanta minuti metterò da parte i ricordi e i sentimenti, noi ci proveremo e vi garantisco che i miei ragazzi sono pronti a stupire ancora”. I precedenti tra Alimac Forte dei Marmi e Carispezia Hockey Sarzana sono nove in serie A1 e quattro in serie A2. Nelle quattro sfide in serie A2 due vittorie per i rossoneri, una vittoria fortemarmina, ed un pareggio;  in serie A1 quattro vittorie toscane e tre per i liguri. Due anche le sfide di Coppa Italia in cui entrambi i successi portano la firma dei toscani. La squadra  sarzanese arriva a questa sfida in buone condizioni. I rossoneri si sono allenati molto bene dopo la sconfitta di Prato che  fortunatamente non ha lasciato nessun strascico all’interno dello spogliatoio, la squadra è molto motivata, nonostante sia conscia del calendario proibitivo da affrontare nelle prossime gare, dopo Forte dei Marmi duplice trasferta prima a Breganze e poi a Bassano. La squadra rossonera si presenta a questa “serata di gala”  al gran completo, mister Cupisti non ha convocato per scelta tecnica il giovane Andrea Perroni. Diamo un’occhiata agli avversari anche se per molti di loro non serve nessuna presentazione: l’ Alimac Forte dei Marmi Capolista e Campione d’Inverno arriva a questa gara dopo la vittoria casalinga contro il Follonica con il risultato di 6 a 2. Il club del Presidente Piero Tosi sta confermando dopo il girone d’andata il ruolo della grande squadra favorita per la conquista del titolo di Campione d’Italia, un ruolino di marcia che l’ha vista quasi sempre vittoriosa con una sola sconfitta a Valdagno e due pareggi contro CGC Viareggio in casa e Giovinazzo in trasferta. La compagine, condotta in pista  dal monumentale Roberto Crudeli, autentica icona dell’ hockey nazionale, nel doppio ruolo di giocatore allenatore che a 50 anni corre come un ragazzino di 20, ha nei suoi tre fuoriclasse i trascinatori della compagine versiliese, spettacolare sino ad ora il campionato di  Alberto Orlandi,  ex Capitano del CGC Viareggio(40 anni e non sentirli), reduce da un campionato giocato ad altissimi livelli, con la formazione di Massimo Mariotti, di  cui riportiamo il straordinario palmares. Frutto del vivaio viareggino, coetaneo e grande amico  di Francesco Dolce, Orlandi, si trasferisce molto giovane a Novara, dove vincerà 6 scudetti e 6 Coppe Italia e una Coppa di Lega in sette anni. Dopo l’avvincente avventura novarese si trasferisce al Porto, in una delle più blasonate squadre europee; in Portogallo vincerà 2 scudetti. In questa esperienza gli verrà cucito addosso l’appellativo “El Mejor” che si porterà avanti per tutta la carriera. Tornato in Italia vincerà altri due scudetti, tre Coppe Italia, una Supercoppa italiana e un Mundialito per club. Con la nazionale italiana maggiore è stato campione mondiale a Wuppertal nel 1997 e 2 volte campione europeo Juniores. E’ certamente il giocatore viareggino sino ad ora  condottiero della squadra di Crudeli per lui, che occupa nello scacchiere rossoblu il ruolo di difensore,  sono già 25 le reti segnate.  Meno prolifico di lui ma non per questo meno importante  il fuoriclasse, da tutti considerato il miglior giocatore al mondo Pedro Gil Gomez, spagnolo, un autentico funambolo, uno dei più forti giocatori del pianeta in attività, probabilmente il migliore sulla piazza. Le doti che lo esaltano sono velocità, agilità, visione di gioco, Pedro Gil debuttò nelle giovanili del Noya Freixenet nel 1998. Dal 2000 il trasferimento in Portogallo, prima con l’Infante de Sagres e poi con il Porto. Nel 2007 il ritorno in Spagna con il Reus Deportivo con il quale ha vinto la Coppa Campioni. Quindi l’esperienza al Porto e la vittoria del campionato nazionale. La scorsa stagione a Valdagno dove ha conquistato Supercoppa Italiana, Coppa Italia e Campionato ed è stato il capocannoniere della scorsa stagione con 60 reti, aggiudicandosi, così, la stecca d’oro. Con la maglia della Spagna, oltre ad aver vinto sei Campionati del Mondo, ha conquistato il record, mai raggiunto prima, di sette campionati continentali consecutivi vinti. Nell’ultimo campionato del Mondo disputato in Angola e vinto dalla formazione spagnola Pedro Gil è stato premiato come il miglior giocatore di tutta la manifestazione continentale. Il fuoriclasse spagnolo in questa prima parte di stagione è andato a segno in 19 occasioni.  Il terzo fuoriclasse del Forte 2013-2014 è il nazionale spagnolo Enric Torner, proveniente dal Lloret de Mar, il club catalano con cui due anni fa ha conquistato la promozione dalla Serie A2. Torner è considerato uno dei più interessanti giovani giocatori spagnoli e ha esordito in Nazionale maggiore lo scorso anno ai Campionati europei disputati a Paredes; in precedenza ha militato nelle nazionali giovanili e ha preso parte alla Coppa delle Nazioni e alla Coppa Latina. Nella stagione 2012-2013 il giovane attaccante iberico ha disputato un’ottima Liga, chiudendo al 2° posto in classifica cannonieri con 38 reti. Nel girone d’andata ha trovato la via della rete 19 volte. Oltre le novità di spicco in casa rossoblù si stanno  confermando ad altissimi livelli anche i giocatori rimasti dalla scorsa stagione, in primis  il terzo straniero, lo spagnolo Pablo Cancela Moll, 25 anni: il giocatore iberico, arrivato due stagioni fa a Forte dei Marmi con una notevole esperienza e vantando un eccellente curriculum, tra cui un mondiale under 20, la scorsa stagione ha messo a segno 32 reti in questo inizio sono e poi Alessandro Verona classe 95 “il piccolo fenomeno” dell’ hockey nazionale, cresciuto a Forte dei Marmi per poi passare all’ AS Viareggio ha fatto il suo ritorno  a Forte dei Marmi la scorsa stagione fortemente voluto dalla tifoseria locale, lo scorso campionato, nonostante un minutaggio molto risicato, ha messo a segno 9 reti, per lui già 11 nel girone d’andata di questa stagione. A seguire Federico Stagi che dopo due anni passati a Sarzana, dove aveva instaurato un ottimo rapporto con tutto l’ambiente, è ritornato da due campionati a dare sicurezza a un ruolo che negli ultimi anni aveva lasciato molto a desiderare in casa versiliese, portiere di qualità ed esperienza uno dei top a livello nazionale;  il ruolo di secondo portiere è alternato tra ancora un ex rossonero Paolo Vannucci che  , arrivato in prestito dal CGC Viareggio, il portiere viareggino con la maglia del Sarzana vinse il campionato di serie B nella stagione 2003-2004 e il giovanissimo Mattia Verona classe 1997. A completare la rosa due rientri dalla formazione di serie B che la scorsa stagione vinse il campionato per poi rinunciare alla partecipazione alla Serie A2 di quest’anno: Daniele Bellè,  classe 89, fortemente rivoluto da mister Roberto Crudeli per le sue qualità di attaccante duttile e velocissimo ed il difensore Matteo Giorgi, anch’egli classe 89. L’attesa è spasmodica , un delirio cittadino, con una città che  si riscopre tutta hockeysta. Gli ultras della “curva Gabriele Milani” hanno passato serate per preparare una coreografia che a detta di loro sarà indimenticabile. Da Forte dei Marmi saranno circa 150 gli sportivi che affoleranno le tribune del polivalente, da sempre grande clima di correttezza tra le due tifoserie. Il match si giocherà martedì alle 20.45 presso il Centro Polivalente di Sarzana. Arbitri il Sig. Ferrari (LU), il Sig. Molli (LU), ausiliario Sig. Righetti (SP).

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.