Il bilancio della Scuola Taekwondo Genova

Condividi

Si conclude il 2013 per la Scuola Taekwondo Genova con la prova atleti dei brevetti dedicata agli atleti più piccoli e con una spettacolare esibizione delle cinture nere  con tecniche di rottura di tavolette di legno con calci in volo.

Un finale pirotecnico per la scuola genovese che fa un bilancio più che positivo anche nell’anno del suo 20° anniversario.  Basta ricordare il titolo di Campione d’Italia come società nei femminili seniores rosse, le nuove campionesse italiane Giulia Monteforte, Silvia Rossi e Silvia Lagazzo; la riconferma a campionessa italiana di Federica Perugini, il Mondiale Master vinto dal Maestro Pietro Fugazza, le campionesse italiane in erba ai Nazionali Kim & Liu Anna Piana, Greta Peyrone, Alessandra Ferrari e Sofia Capaldini e ancora tantissime medaglie d’argento e di bronzo in campo nazionale segno che la scuola continua a forgiare nuovi talenti.

Nel 2014 ci auguriamo di replicare i grandi successi del 2013, ma non sarà facile perchè la concorrenza è di giorno in giorno sempre più agguerrita, in palio ci sono le Olimpiadi di Rio e i praticanti di taekwondo sognonotutti  di essere presenti in Brasile e non solo come spettatori.

In questi giorni di festa quasi tutte le società sportive sono chiuse, ma non la Scuola Tkd Genova che ha grandi ambizioni e sta lavorando con i suoi atleti di punta e con nuove promesse già per il 2014. il 18 gennaio a Catanzaro ci saranno da subito i campionati italiani juniores che vedranno tra i protagonisti gli atleti Giulia Monteforte, Lucia Carfora, Giulia Pirino, Riccardo Perugini, Riccardo Piana, nicolò Dodero ed Andrea D’Avenia della Scuola Tkd Genova. Questi campionati oltre a consegnare il titolo e l’accesso alla nazionale juniores, nel 2014 aprino le porte alle Olimpiadi Giovanili!

Il 22 febbraio a napoli sarà la volta dei campionati italiani cadetti con la partecipazione di Anna Piana, Greta Peyrone, Vingelle D’Agostino, Giulia Corsanego, Alessio Tiziano, Simone Colletti, Francesco Sola, Alessio Asti, Davide Della Scala e Lorenzo Rota. Come si può pensare di chiudere la palestra quando sono così vicini due appuntamenti importantissimi per le nuove leve e per chi aspira alla Nazionale? Sarà questo il segreto dei successi della scuola del Maestro Pietro Fugazza? Allenarsi con costanza ed assiduità è sicuramente una componente necessaria, ma non solo, determinazione, grinta e tante altre componenti fanno di un semplice atleta un vincente.

spot_img

Articoli correlati

Champions League, Dinamo Tbilisi – Pro Recco 3-13

La Pro Recco chiude il girone di andata di...

Criterium Interappenninico: argento per Gea Zaquini

A Roccaraso (AQ), nello Slalom Ragazzi Femm. di oggi...

Ferrando e Arnaldi: week end magico per il Tennis ligure

Esistono sconfitte in finale che valgono quanto una vittoria....

Successo per il Regional Day maschile FIPAV Liguria a Voltri con la referente nazionale Monica Cresta

Partecipazione, entusiasmo, attenzione, voglia di migliorare e condividere un...
- Advertisement -spot_img