Almo Nature Zena all’ultimo respiro

Condividi

Seconda giornata di ritorno in A2 femminile, e al PalaDonBosco di Genova l’Almo Nature ospita il Sanga Milano: in palio il secondo posto alle spalle della capolista Geas. L’inizio è sornione, con un canestro a minuto. Servono infatti 60 secondi per il vantaggio made in Bestagno, e altrettanti per il pareggio milanese, che poi passa 2-4. Ritmi lenti, una palla persa di qua, un’infrazione di là, e il 4-4 arriva ancora con Martina.

Una bella iniziativa di Cerretti taglia in due la difesa del Sanga e riporta Genova avanti. Dopo il timeout ospite esce bene Chiara Principi in slalom, rispondono Gottardi e Stabile per il pareggio sull’8 pari e il sorpasso a quota 10. Calastri non può tenere Martina Bestagno, che segna la tripla del nuovo vantaggio rosanero 11-10. Due su due dalla linea del punto per Cerretti e un canestro da sotto di Algeri, entrata un paio di minuti prima per Bindelli, valgono il massimo vantaggio in chiusura di tempino: 15-10.

Frantini con un 1/2 dalla lunetta apre le marcature della seconda frazione, imitata da Cismasiu, che subito dopo commette fallo in attacco aggiustando un blocco. Tuttavia Sanga completa il 5-0 e prova a scappare sull’antisportivo chiamato a metà campo a Giorgia Belfiore, che porta a 9 il parziale ospite. Bindelli riesce a bucare la zona con un tiro da quattro metri, due rimbalzi consecutivi di Belfiore non portano i frutti sperati e tocca ancora a Bindelli trovare il fondo della retina per il 19-21. La mossa del doppio lungo milanese è premiata con tre rimbalzi in attaco consecutivi e il canestro del +4: Pansolin ci vuole parlare con il secondo timeout ravvicinato, anche se Sanga arriva addirittura a +6. Rompe il digiuno casalingo Martina Bestagno, che segna l’ultimo canestro di una frazione tutta ospite.

Al rientro dall’intervallo lungo Elena e Martina Bestagno riportano l’Almo Nature sul 25 pari, anche se Gottardi dalla lunetta punisce il primo fallo di Bestagno. Rispondono sempre da uno prima Cerretti poi ancora Bestagno; sul 31-30 Cerretti borseggia Gottardi, ma Sanga mantiene un possesso pieno grazie ai rimbalzi in attacco delle piccole. Calastri sulla sirena dei 24 riporta Milano a +5, e la panchina genovese risponde al doppio lungo lombardo rimandando sul parquet Belfiore. Le cugine Bestagno e una stoppata della Belfiore caricano il pubblico del PalaDonBosco, contagiato dal 37 pari del 28º minuto. Una fiammata di Gottardi (bomba e rubata successiva) e Stabile rispingono Sanga a +5, a Martina Bestagno replica Calastri e un bel piazzato di Belfiore vale il 41-44 dell’ultimo miniriposo. Sanga resta a zona anche nella frazione conclusiva, inaugurata dalla bomba di Gottardi. Martina Bestagno pennella il 43-47, Cerretti dimentica la carta d’identità con una penetrazione bruciante e ancora Gottardi getta acqua sul fuoco rosanero: 45-49 con 6.36 da giocare. Belfiore fa 1/2 dalla lunetta e poi segna in transizione, Elena Bestagno stoppa e firma il sorpasso che fa esplodere il PalaDonBosco sul 50-49. Il timeout di coach Pinotti rompe la fluidità rosanero, che per oltre cento secondi non riescono più a segnare. Il 25º punto di Martina Bestagno vale il +3, trasformato nel 54-49 da Chiara Principi. Stabile da tre riporta a contatto Sanga, Principi segna da sotto ed entrando nell’ultimo minuto il tabellone dice 56-52. Calastri dalla lunetta non sbaglia e con 21.86 Pansolin chiama timeout. Cerretti subisce fallo e trasforma entrambi i liberi, ma sul ribaltamento Stabile segna da oltre sette metri. Altro timeout e sulla rimessa passano cinque secondi prima del fallo su Elena Bestagno: il 31 rosanero segna il primo e sbaglia il secondo. Milano controlla il rimbalzo ma non riesce a trovare il tempo per il tiro del supplementare o della vittoria. Al PalaDonBosco finisce così 59-57: Sara De Scalzi in tribuna applaude le compagne, e avrà a disposizione altre due settimane di tempo per completare il recupero.

spot_img

Articoli correlati

Campionati Italiani Under 23: bene Vitale e Toblini dell’Atletica Arcobaleno

Fine settimana dedicato ai Campionati Italiani Indoor per Juniores...

La Vela di Michelangelo Vecchio da Varazze al Maine

In occasione della festa della I-Zona, Michelangelo Vecchio viene...

Champions League, Dinamo Tbilisi – Pro Recco 3-13

La Pro Recco chiude il girone di andata di...

Criterium Interappenninico: argento per Gea Zaquini

A Roccaraso (AQ), nello Slalom Ragazzi Femm. di oggi...

Ferrando e Arnaldi: week end magico per il Tennis ligure

Esistono sconfitte in finale che valgono quanto una vittoria....
- Advertisement -spot_img