Almo Nature Zena all’ultimo respiro

NBA Zena
NBA Zena

Seconda giornata di ritorno in A2 femminile, e al PalaDonBosco di Genova l’Almo Nature ospita il Sanga Milano: in palio il secondo posto alle spalle della capolista Geas. L’inizio è sornione, con un canestro a minuto. Servono infatti 60 secondi per il vantaggio made in Bestagno, e altrettanti per il pareggio milanese, che poi passa 2-4. Ritmi lenti, una palla persa di qua, un’infrazione di là, e il 4-4 arriva ancora con Martina.

Una bella iniziativa di Cerretti taglia in due la difesa del Sanga e riporta Genova avanti. Dopo il timeout ospite esce bene Chiara Principi in slalom, rispondono Gottardi e Stabile per il pareggio sull’8 pari e il sorpasso a quota 10. Calastri non può tenere Martina Bestagno, che segna la tripla del nuovo vantaggio rosanero 11-10. Due su due dalla linea del punto per Cerretti e un canestro da sotto di Algeri, entrata un paio di minuti prima per Bindelli, valgono il massimo vantaggio in chiusura di tempino: 15-10.

Frantini con un 1/2 dalla lunetta apre le marcature della seconda frazione, imitata da Cismasiu, che subito dopo commette fallo in attacco aggiustando un blocco. Tuttavia Sanga completa il 5-0 e prova a scappare sull’antisportivo chiamato a metà campo a Giorgia Belfiore, che porta a 9 il parziale ospite. Bindelli riesce a bucare la zona con un tiro da quattro metri, due rimbalzi consecutivi di Belfiore non portano i frutti sperati e tocca ancora a Bindelli trovare il fondo della retina per il 19-21. La mossa del doppio lungo milanese è premiata con tre rimbalzi in attaco consecutivi e il canestro del +4: Pansolin ci vuole parlare con il secondo timeout ravvicinato, anche se Sanga arriva addirittura a +6. Rompe il digiuno casalingo Martina Bestagno, che segna l’ultimo canestro di una frazione tutta ospite.

Al rientro dall’intervallo lungo Elena e Martina Bestagno riportano l’Almo Nature sul 25 pari, anche se Gottardi dalla lunetta punisce il primo fallo di Bestagno. Rispondono sempre da uno prima Cerretti poi ancora Bestagno; sul 31-30 Cerretti borseggia Gottardi, ma Sanga mantiene un possesso pieno grazie ai rimbalzi in attacco delle piccole. Calastri sulla sirena dei 24 riporta Milano a +5, e la panchina genovese risponde al doppio lungo lombardo rimandando sul parquet Belfiore. Le cugine Bestagno e una stoppata della Belfiore caricano il pubblico del PalaDonBosco, contagiato dal 37 pari del 28º minuto. Una fiammata di Gottardi (bomba e rubata successiva) e Stabile rispingono Sanga a +5, a Martina Bestagno replica Calastri e un bel piazzato di Belfiore vale il 41-44 dell’ultimo miniriposo. Sanga resta a zona anche nella frazione conclusiva, inaugurata dalla bomba di Gottardi. Martina Bestagno pennella il 43-47, Cerretti dimentica la carta d’identità con una penetrazione bruciante e ancora Gottardi getta acqua sul fuoco rosanero: 45-49 con 6.36 da giocare. Belfiore fa 1/2 dalla lunetta e poi segna in transizione, Elena Bestagno stoppa e firma il sorpasso che fa esplodere il PalaDonBosco sul 50-49. Il timeout di coach Pinotti rompe la fluidità rosanero, che per oltre cento secondi non riescono più a segnare. Il 25º punto di Martina Bestagno vale il +3, trasformato nel 54-49 da Chiara Principi. Stabile da tre riporta a contatto Sanga, Principi segna da sotto ed entrando nell’ultimo minuto il tabellone dice 56-52. Calastri dalla lunetta non sbaglia e con 21.86 Pansolin chiama timeout. Cerretti subisce fallo e trasforma entrambi i liberi, ma sul ribaltamento Stabile segna da oltre sette metri. Altro timeout e sulla rimessa passano cinque secondi prima del fallo su Elena Bestagno: il 31 rosanero segna il primo e sbaglia il secondo. Milano controlla il rimbalzo ma non riesce a trovare il tempo per il tiro del supplementare o della vittoria. Al PalaDonBosco finisce così 59-57: Sara De Scalzi in tribuna applaude le compagne, e avrà a disposizione altre due settimane di tempo per completare il recupero.

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.