Impresa Carispezia Sarzana, al Vecchio Mercato si arrende Breganze

nella foto di Francesco Dal Mut l’esultanza di Leonardo Squeo dopo una rete segnata
nella foto di Francesco Dal Mut l’esultanza di Leonardo Squeo dopo una rete segnata

Grandissimo spettacolo alla pista del Vecchio Mercato di Sarzana dove i rossoneri battono il Faizanè Lanaro Breganze, tra le favorite per lo scudetto.  Mister Cupisti aveva chiesto la partita perfetta e così è stato, l’allenatore viareggino ha motivato al meglio i suoi ragazzi , la risposta è stata una prestazione fantastica.  Tripletta di Squeo, doppietta per Dolce e Sterpini e una rete per Sturla. Nell’intervallo presentata la Tarros Sarzana, la società calcistica cittadina,  che vuole inieme al Carispezia costruire una grande polisportiva a Sarzana.

 “Sono molto felice per aver ritrovato la vittoria al Vecchio Mercato , un successo che mancava dalla gara contro il Trissino della scorsa stagione – il Presidente Maurizio Corona  esordisce così al termine della gara – ma sono doppiamente contento di aver ritrovato il nostro meraviglioso pubblico, ringrazio immensamente i ragazzi della curva “Gabriele Milani” e tutta la tribuna perché sono stati il sesto uomo in pista. Avevamo contro una squadra stellare,  penso che il Breganze, al di la della sconfitta di ieri sera, sia l’unica formazione che possa contendere seriamente il titolo al Forte dei Marmi. Comunque – continua Corona – sono molto soddisfatto della mia squadra e di come mister Cupisti ha lavorato per ridare a questi ragazzi la carica dopo la sconfitta all’esordio a Forte dei Marmi. Ora dobbiamo migliorare ancora per ritrovare la necessaria concentrazione e per centrare l’obiettivo della permanenza in serie A1, per la prossima gara ci aspetta ancora un turno casalingo contro  l’ Hockey Bassano al Centro Polivalente, un’altra missione impossibile. Però noi dobbiamo pensare – conclude Corona – che  ogni partita sarà per noi una finale se vogliamo rivincere il nostro scudetto della salvezza. Per sabato prossimo  mi aspetto un Centro Polivalente  che dovrà essere un “inferno”, perciò chiedo a tutti i tifosi di sostenere la squadra e di essere il sesto uomo in pista come hanno fatto ieri sera.” Veniamo alla cronaca della partita. Nel Breganze indisponibile Mattia Ghirardello, Marozin schiera nello starting five Oviedo, Sergio Silva, Cocco, De Oro, Cacao un quintetto base “stellare” con a disposizione il secondo portiere Bonatto e i giovani Dal Santo, Manzardo, Conte e Compagno. Cupisti risponde con Corona, Sterpini, Squeo, Borsi,Dolce. Per lui quattro quinti del quintetto della scorsa stagione  con Francesco Dolce che ha preso il posto di Gomez. Primi minuti subito effervescenti, con le due squadre che si affrontano a viso aperto, Breganze che attacca più stabilmente e Sarzana che sfrutta le ripartenze. Sarzana che potrebbe passare in vantaggio per un tiro di rigore concesso, ma il capitano Sterpini si fa stregare da Oviedo. Al 5’, 47” i rossoneri passano in vantaggio, mischia in area Veneta e Dolce è lesto a mettere la palla in rete per il vantaggio dei Sarzanesi. Lo stesso attaccante al 10’, 22” confeziona un delizioso assist per Squeo che mette la sfera alle spalle di Oviedo per la rete del 2 a 0. La reazione della squadra vicentina è veemente, Corona si supera in almeno tre circostanze, poi il fattaccio  al 12’ quando, in una ripartenza, Borsi viene nettamente atterrato  in area, l’arbitro Carmazzi non solo non fischia il rigore ma espelle con il cartellino blu lo stesso Borsi per proteste. Tiro di prima per la squadra di Gaetano Marozin affidato a Cacao,  vincitore dell’ultima edizione della Champion League e capocannoniere nell’ultimo mondiale,  contro Simone Corona; il portiere rossonero si esalta e para, ma nello stupore generale Carmazzi fa ripetere l’esecuzione e Cacao  in questa occasione mette la palla in rete. Pubblico spazientito che poi diventa “inferocito” quando ancora Carmazzi fischia un dubbio rigore per un fallo di Sterpini che poi nello stupore di tutti vien anche punito con il cartellino blu. Simone Corona si oppone al penalty di Sergio Silva ma nel power play sussegguente viene trafitto da Mattia Cocco che al 19’, 57” trova la rete del pareggio. Il Sarzana è scosso e 30 secondi dopo subisce la terza rete ad opera di Sergio Silva che con una magia supera Corona. Sarzana che barcolla ma ci pensa Squeo con una stupenda azione personale al 22’, 24” a riportare il risultato in parità. Ultimi secondi del primo tempo concitati con Dal Santo che rifila una bastonata a Dolce, cartellino blu e tiro di prima, si incarica della battuta Borsi ma Oviedo si oppone. La prima frazione di gioco si chiude con il risultato di 3 a 3. Subito tante emozioni ad inizio ripresa, al  28’, 39” Luca Sterpini porta in vantaggio i Sarzanesi, ma non passano neppure 3’ che al 31’,24” Gaston de Oro con un tocco sottoporta riporta la sfida in parità. Neppure il tempo di esultare per l’italoargentino, nazionale italiano, perchè al 31’,45” Squeo lascia partire un missile che si insacca alle spalle di Oviedo. Sarzana è su di giri e Borsi, partita splendida la sua, confeziona un assist di rara bellezza facendo passare la palla sulla traversa di Oviedo per l’accorrente Sturla che trova la rete del 6 a 4. Reazione d’orgoglio dei Veneti che  si trovano di fronte un Corona in formato super e al 41’,03” Sterpini, sfruttando al meglio una ripartenza,  trova la rete del 7 a 4 . Esplode il Vecchio Mercato ma la squadra di Marozin tira fuori la sua classe e rientra in partita al 31’, 49” con De Oro che con un tiro da fuori sorprende Corona. Poi i rossoneri si complicano la vita, Sturla lanciato a rete viene fermato irregolarmente, Carmazzi decreta il solo tiro di prima, Sturla chiede a gran voce anche il cartellino blu per il difensore Breganzese e il cartellino lo prende invece lui per proteste.  Tiro di prima per i Sarzanesi ma Borsi colpisce la traversa ma rimane il power play a favore dei Veneti e nella superiorità numerica il Breganze trova ancora la rete con Cocco al 42’, 16”. Ci pensa la grande classe di Francesco Dolce al 43’, 19” a riportare la squadra del Presidente Corona sul doppio vantaggio e di fatto chiudere la partita. Il Breganze è stanco prova molto con tiri dalla distanza che trovano un Corona impeccabile. Nel finale ci sono ancora due punizioni di prima per i rossoneri una per il 10 fallo ad opera dei veneti. E una nell’ultimo minuto per un fallo di Silva su Borsi. Se ne occupa in ambedue i casi Squeo nella prima colpisce il palo e nella seconda è bravo Oviedo ad opporsi.  Il suono della sirena chiude la partita ed il Sarzana ritorna a vincere al Centro Polivalente in una partita che alla vigilia neppure il più ottimista dei tifosi ci avrebbe scommesso un euro. Per la squadra di Alessandro Cupisti la consapevolezza che il cammino che porta alla salvezza sarà lungo e tortuoso ma sicuramente alla portata. Il Carispezia Hockey Sarzana è atteso sabato 26 Ottobre ancora a Sarzana contro il Bassano.

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA – FAIZANE’ LANARO BREGANZE  8 – 6  (3 – 3)

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA: Corona (Garofalo), Perroni, Squeo (3), Pistelli, Sterpini (2), Dolce (2) , Sturla (1), Fioravanti, Borsi. Allenatore Alessandro Cupisti.

FAIZANE’ LANARO BREGANZE: Oviedo (Bonatto), Cocco, Sergio Silva, De Oro, Cacao, Dal Santo, Conte, Compagno, Manzardo. Allenatore Gaetano Marozin

Arbitri: Sig. Molli (LU) Sig. Carmazzi (LU) ausiliario Sig. Righetti (SP)

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.