Sarzana parte bene a Forte dei Marmi, ma poi si arrende

41
Simone Corona, portiere del Carispezia Hockey Sarzana
Simone Corona, portiere del Carispezia Hockey Sarzana

“Abbiamo giocato una buona gara commenta il tecnico Alessandro Cupisti a fine partita  il Forte dei Marmi ha dimostrato la propria superiorità, abbiamo dato il massimo e il risultato a nostro sfavore è troppo ampio. Sono soddisfatto della prova dei miei, anche per la serie di partite che ci attendono; cercheremo di migliorare ulteriormente”.

Il Presidente Corona fa riferimento a tre episodi che potevano condizionare il match a favore del Sarzana: “Sul risultato di uno nel primo tempo abbiamo colto  un palo e sbagliato un gol già fatto, ad inizio secondo tempo colpito la traversa con Sturla; capisco che sono state forse le uniche tre occasioni nitide però potevano cambiare la partita – spiega il Presidente – poi è certo che l’ Alimac  è una squadra che è stata costruita per vincere tutto e fare punti a Forte dei Marmi era un impresa quasi impossibile, sono amareggiato per il punteggio troppo pesante visto le prestazioni della squadra e in special modo di Simone  Corona che certamente non meritava di uscire dal Palasport di Vittoria Apuania con un passivo così perentorio”.

Ma veniamo alla cronaca: ottima cornice di  pubblico al Palasport di Forte dei Marmi per la sfida tra Alimac Forte dei Marmi e Carispezia Hockey Sarzana; mister Roberto Crudeli schiera da subito un starting five delle stelle con  l’ex Federico Stagi tra i pali, i tre spagnoli Gil, Cancela e Torner oltre al “top player” italiano Alberto Orlandi, con a disposizione lo stesso mister Crudeli, Nardini, Bellè e Giorgi e il secondo portiere Verona. Assente nelle file fortemarmine Alessandro Verona reduce dal mondiale under 20 in Colombia colpito da una forte gastroenterite al rientro in Italia.  Cupisti risponde con Corona tra i pali, Sterpini, Squeo, Borsi e Dolce.  Per la cronaca  Sarzana subito in rete dopo 3 secondi con Dolce che sfrutta alla perfezione lo schema di battuta e devia in rete il tiro di Squeo dalla distanza. La risposta dei campioni di  mister Crudeli è veemente ed iniziano subito a macinare gioco e conclusioni ma inizia lo show di Simone Corona che diventa un muro invalicabile per la squadra di casa. Al 3’, 28” Borsi aggancia platealmente Gil: cartellino blu all’attaccante rossonero e tiro di prima per la formazione versiliese, la conseguente punizione di prima battuta dallo spagnolo mette  in risalto le grandi doti del portiere sarzanese sui tiri diretti che nega la rete al fuoriclasse spagnolo (con quella di ieri sera è la quarta punizione di prima che il Sarzanese para a Pedro Gil che nei due anni italiani non è mai riuscito a battere il portiere ligure sui tiri di prima) . Nel power-play susseguente la porta rossonera diventa un tiro al bersaglio con Corona che nega almeno quattro reti fatte alla squadra di casa che a dieci secondi dalla fine della superiorità numerica  riesce a pareggiare grazie a Enric Torner quando al 5’, 28”, da appena fuori area, infila con un bolide il sette della porta ligure. Tutto il  primo tempo ricopia il copione iniziale e, grazie ad un grandissimo Simone Corona, i rossoneri resistono agli attacchi dei padroni di casa.

Nella prima parte del match oltre alla supremazia fortemarmina c’è da registrare due nitide occasioni per i Sarzanesi con un palo colpito da Squeo e una rete  letteralmente “mangiata” da Borsi che prima fa sdraiare Stagi e poi non riesce a depositare la palla in rete.  Anche per la squadra di Crudeli Orlandi al 20’ con un bolide da fuori colpisce il palo della porta difesa da Corona. Il suono della sirena manda le due squadre negli spogliatoi sul risultato di 1 a 1. Durante l’intervallo il vicepresidente della Lega Nazionale Hockey Pista Raul Frugoni, premia  Pedro Gil quale stecca d’oro per il campionato 2012/2013 e Roberto Crudeli miglior allenatore della passata stagione di serie A1. Nel secondo tempo  ancora una ghiotta occasione per il Sarzana con Sturla che  colpisce la traversa dopo neanche un minuto.  Al 28’ 01” Pablo Cancela porta i padroni di casa in vantaggio, scende dalla destra e dopo essersi accentrato, effettua un tiro incrociato che batte un incolpevole Corona.  Al 30’ è Squeo a colpire il palo alla destra di Stagi; sul ribaltamento di fronte ancora occasioni per il Forte  Corona si esalta su Cancela, ma dopo un batti e ribatti in area si deve inchinare ad Orlandi che al 30’, 26” porta il punteggio sul 3 a 1. Il Sarzana crolla di testa e in due minuti  i rossoblu mettono al sicuro il risultato; prima con Torner che al 30’, 57” ribadisce in rete una parata di Corona e poi con Pedro Gil  al 32’, 54”, su azione di contropied,e si presenta tutto solo davanti a Corona e  lo batte. Poco dopo i rossoneri liguri  colpiscono due pali nella solita azione con Squeo e Sturla. Dall’altra parte  è Cancela a colpire l’incrocio dei pali. Al  41’,36”, decimo fallo ligure, Orlandi si incarica della battuta e realizza con una botta diretta che fredda Corona; fallo in area di  Torner su Borsi e rigore a favore dei Sarzanesi, ma l’ex Stagi nega la gioia del gol a Sterpini.  Al 43’, 32” bellissima rete di Pedro Gil che tutto solo davanti a Corona esegue un gancio alla perfezione e con una magia  realizza mettendo la pallina nell’angolo alto. Al 45’ Sterpini viene punito con un cartellino blu, Cancela si incarica della conseguente punizione di prima, ma Corona sventa ancora  sul proseguio dell’azione gli arbitri concedono il rigore al Forte accusando il portiere Sarzanese di aver trattenuto la palla. Si incarica della battuta  Crudeli che colpisce la traversa. Nel Power play susseguente la superiorità numerica viene concretizzata da Pedro Gil che al 45’, 49” con un tiro da fuori porta a 8 le reti dei padroni di casa. Sul finire della gara  viene fischiato il decimo fallo anche ai padroni di casa, ma Stagi si oppone alla  punizione di prima di Squeo. Al 47’, 51” Dolce è bravo a sfruttare un perfetto assist del neo entrato Perroni, l’azzurrino all’esordio in pista in serie A1, e a fissare così il risultato finale sul punteggio di 8 a 2 a favore del Fortemarmini. Prossimo impegno sabato 19 Ottobre al Centro Polivalente contro il Breganze.

ALIMAC FORTE DEI MARMI – CARISPEZIA HOCKEY SARZANA  8 – 2  (1 – 1)

ALIMAC  FORTE DEI MARMI: Stagi (Verona), Crudeli, Cancela (1), Torner (2), Gil (3), Orlandi (2), Nardini, Giorgi, Bellè. Allenatore  Roberto Crudeli.

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA: Corona (Garofalo), Perroni, Squeo, Pistelli, Sterpini, Dolce (2) , Sturla , Fioravanti, Borsi. Allenatore Alessandro Cupisti.

Arbitri: Sig. Ferraro (VI) Sig. Da Prato (LU) ausiliario Sig. Molli (LU)

Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.