Sanremo sempre più Coastal, grandi risultati anche a Genova

Le donne della Canottieri Sanremo insieme a Renato Alberti
Le donne della Canottieri Sanremo insieme a Renato Alberti

Correva l’anno 2005 allorché il dott. Walter Vacchino Presidente della Canottieri Sanremo asd dando ascolto all’intuizione del suo Consigliere sociale Renato Alberti, allora Vice-Presidente della FIC, promuoveva l’adozione in Italia di una nuova tipologia di imbarcazioni di derivazione velica indeate in Francia da Jannot Antonelli e da Gérard D’Aboville: le barche da CoastalRowing. Prima forte realtà imprenditoriale a credere nelle potenzialità di sviluppo lungo le coste italiane di questa affiscinante disciplina fu “Fondazione Carige” grazie all’interessamento di Onorato Lanza che sponsorizzò l’acquisto di 13 imbarcazioni che ancora oggi diffondono la cultura remiera in Liguria ed in tutta la penisola Italiana. Imperiese anche un precedente tintativo di duffusione della nuova barca a remi con la partecipazione negli anni ’90 alla circumnavigazione della Francia da Imperia a Brest di un equipaggio capitanato da Paolo Alberti, A.D. di Latte Alberti s.p.a., ed animato da Umberto Rinaldi e Piercarlo Roggero. Sono poi stati disputati a Sanremo sia il primo Campionato Italiano di specialità nel 2005 che il primo Campionato del Mondo FISA fuori dalla Francia nel 2008.

Sempre a Sanremo é nata la prima scuola remiera della specialità rivolta agli adulti, che ha consentito alla Canottieri di incrementare i propri soci master agonisti da 8 a oltre 50 nel giro degli ultimi due anni.

20131015_canottaggio_Sanremo_GenovaNaturale conseguenza di questo fermento sono state sia la partecipazione massiccia dei matuziani ai Campionati Italiani Master di Genova 2013, con ben 28 tesserati sanremesi iscritti, sia le sei vittorie e le due medaglie conquistate su un campo di regata che ha visto tutti gli equipaggi della Canottieri centrare un piazzamento tra i primi tre e solo il 4x+ master over 55 non conseguire la medaglia, che sarebbe stata d’oro, per un’inosservanza regolamentare del proprio capo equipaggio nel prendere il mare … strano contrappasso per Renato Alberti, ideatore e promotore della disciplina ed anche estensore dei primi regolamenti federali.

I cinque ori conquistati sul campo e sul podio sono stati il coronamento di regate perfettamente condotte dagli equipaggi matuziani, che si sono presentati ben preparati tecnicamente ed agonisticamente.

Vittoriosi entrambi i doppi over 55, quello maschile con i senatori Claudio Battaglia e Gianni Rolando che subentrano nell’oro ai compagni di club Giovanni Buquicchio e Piercarlo Roggero, vincitori nel 2011 e nell 2012, ed anche quello femminle con le “esordienti” Giuseppina Caprì e Cristina Sisti.

Di grande valore l’oro nel doppio maschile 43-55 anni conseguito da Alessio Bosco e Stefano Ottazzi, già finalisti nel mondiale assoluto di categoria ad agosto in Svezia e quì vincitori non solo nella loro categoria d’età ma anche sugli equipaggi di minore età.

Spettacolare e di alto valore simbolico il doppio successo dei quattro di coppia rosa, quello over 43 e quello under 43, giunti nell’ordine primo e secondo anche nella classifica assoluta. Da notare che l’attuale responsabile nazionale FIC del Coastal Rowing nonché supervisore FIC dell’evento è Stefano Ottazzi, che anche sotto questa veste ha meritato la medaglia d’oro..

Oro per Barbara Piro, Paola Sangiorgi, Desirée Negri, Raffaella Laura, tim. Gesa Papendieck negli over 43 e per Micaela (Micol) Brero, Diletta Ceriolo, Milena Balestra, Annalisa Zanon tim. Piercarlo Roggero nelle under 43, in una regata spettacolare che ha visto i due equipaggi contendersi la vittoria assoluta, oltre che di categoria, in un serrato bordo a bordo nei primi 3000 mt di regata e la vittoria della maggio esperienza agonistica delle over sui 1500 metri finali.

Argento per il quattro di coppia under 43 maschile di Alessandro Zunino, Enrico Ingenito, Stefano Buxa, Alessandro Giraldi, tim. Cristina Sisti contro l’insuperabile equipaggio della Canottieri Varese contro i quali i matuziani hanno tentato di lottare nel primo bordo di regata facendosi precedere di una barca alla prima boa prima di perdere contatto nei successivi lati del percorso.

Bronzo di prestigio per Stefania Crespi e Carla Filippi nel doppio femminile over 43, dove le mamme dei più celebri campioncini del due senza matuziano, Riccardo Mager e Nicolò Corsa, hanno imitato le glorie dei figli.

Medaglia in famiglia anche per Giuseppe Alberti (barca solo Eurodiffusions), con la maglia del CUS Pavia, con il secondo posto nel singolo senior alle spalle di Marco Fabbi che per l’occasione ha inaugurato con successo una nuova linea di “solo” realizzata dal Cantiere Salani su studi di scafi delle barche di Coppa America.

Come anticipato unico equipaggio sanremese a non gioire per la medaglia conquistata sul campo ma giustamente tolta a tavolino il quattro di coppia over 55 maschile con il papà del Coastal Renato Alberti, il nonno del Coastal Piercarlo Roggero e due tra i più esperti atleti della Canottieri Giovanni Buquicchio ed Alessandro Vellani, anch’essi timonati da Gesa Papendieck.

La Canottieri Sanremo attende ora gli appassionati di Coastal Rowing alla decima edizione della Coastal Race Sanremo Montecarlo, in Calendario domenica 27 ottobre

Condividi
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.