Spectec Carispezia Duferco femminile promossa in A1

119
La Spec Tec festeggia la promozione
La Spec Tec festeggia la promozione

Un risultato che mancava da tempo ma che evidenzia ancora una volta come la passione, competenza, senso di appartenenza e qualità tecniche  possano coesistere e quindi produrre risultati quasi miracolosi.

Una società sempre in trasferta, la Spectec Carispezia Duferco, per la mancanza in citta’ di un impianto adeguato al livello tecnico richiesto per allenamenti e gare, riesce a coinvolgere emotivamente e tecnicamente un gruppo di atlete giovani, promettenti e pronte al momento giusto, per centrare il miglior risultato di squadra di sempre. Merito dei suoi dirigenti, rappresentati sul campo a Bastia Umbra, sede delle gare, dal presidente Stefano Mei che non ha voluto mancare nonostante adesso abiti a Forli’, dei suoi allenatori sia quelli presenti, (Giovanna Agnolucci, Roberta Buonarrico, Roberto Di Stani, Riccardo Franceschini, Luigi Galli, Federico Leporati) ed anche di chi non era a Bastia, (Odoardo Bianchedi, Mario Bonnet, Hector Borrini e Andrea Simone). Un gruppo di amici supportati per la parte dirigenziale dal Direttore Sportivo Dimitri Giromella, che sono riusciti a trasmettere oltreche’ appropriate indicazioni tecniche anche la loro grande passione per l’atletica leggera, condizione fondamentale per sollecitare negli atleti la voglia di migliorare e migliorarsi.

Importantissimo il supporto, nell’ennesima, lunga trasferta, degli sponsor storici del club.

SpecTec dell’ing. Giampiero Soncini (Presidente Onorario della societa’), Carispezia, da quasi 15 anni a fianco del club, Sportlife Articoli Sportivi (sponsor tecnico) e dell’ultimo in ordine di tempo ma importantissimo, come Duferco Energia.

Oltre trenta persone, tra atleti e addetti ai lavori hanno potuto presenziare alla gara, a testimonianza che l’atletica leggera spezzina conta su tante persone che ne hanno a cuore presente e futuro. Sono stati 144,5 i punti ottenuti nelle due giornate, neanche cosi’ tanti meno della vincitrice, Insieme New Food Verona che ne ha ottenuti  153.

Hanno pesato le assenze di atlete importanti come Lea Simonini e Dalia Gobbato, presenti a Bastia ma lievemente infortunate, che avrebbero permesso qualche rotazione piu’ vantaggiosa nella stesura della squadra. Chi e’ scesa in campo, senza dubbio, ha fatto in pieno il proprio dovere e anche qualcosa in piu’.

Eleonora Martini, atleta di punta della squadra e una delle migliori quattrocentiste d’Italia, vince 200 (25”11) 400 (56”45) e trascina la 4 x 100 al secondo posto con un ottimo 48”43, insieme a Alessia Furno, Carolina Leporati e Rita Ricciotti.

Chiara Ferdani, azzurra quest’anno all’EYOF di Utrecht, e’ seconda negli 800 in 2’16”41 e quinta nei 1500 in 4’37”06 all’esordio nella specialita’, crono di valore nazionale per un’allieva.

Importantissimi i secondi posti nella marcia 5 km. di Lara Del Bene, scesa al personale con 28’35”92, di Silvia Mazzi nell’asta con 3,20 (personale stagionale) e di Katerina Buscemi nell’alto con 1,56.

Ai piedi del podio, quarte, due “veterane” della squadra che non sbagliano mai gli appuntamenti importanti, Valentina Neri nel giavellotto con 36,79 e Carolina Leporati nei 400 ostacoli con 66”66. Carolina ha concluso positivamente anche i 100H, settima in 15”39. Chi conosce l’atletica sa bene come non sia facile combinare la preparazione delle due gare ad ostacoli che assomigliano nel nome ma sono totalmente diverse nei presupposti tecnici. Per fortuna Carolina le affronta senza remore mentali e il rendimento e’ alto.

Molto bene Giulia Baracco, quinta nel peso con 11,04 e Silvia Lucchinelli settima nel disco con 28,59, mentre Rita Ricciotti con 12”68 nei 100 raccoglie il nono posto ma trascina la staffetta 4 x 400 con una frazione eccellente sotto il minuto a un utilissimo ottavo posto insieme a Ilaria Canaccini, Alessia Furno e Alice Napoletano.

Preziosissima la gara di Diana Domenichini nei difficili 3000 siepi. E’ nona in 14’27”82, personale, cosi’ come nona e’ Sara Cozzani nel lungo. Ai fini della classifica risultano importantissimi i decimi posti di Elisa Carabelli nel martello, con 39,93 e Gaia Romeo, all’esordio nei 5000 chiusi con 20’55”11. Degno di nota anche il risultato di Rachele Gerardi nel salto triplo, 10,37 quasi “improvvisato”, impossibilitata a correre i suoi 100H perche’ reduce da una delicata operazione alla clavicola in seguito ad un incidente patito in gara a giugno.

Il prossimo week end molti atleti della categoria allievi saranno a Jesolo per i Campionati Italiani di categoria.

Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com. Dal 2009 a oggi è presidente ligure della FICSF. Dal 2009 a oggi è membro del Consiglio Regionale del Coni Liguria. Dal 2013 a oggi è membro della Giunta Regionale del Coni Liguria. Stella di Bronzo al Merito Sportivo 2017.