Sarzana non si ferma più e annienta anche Bassano. Corona: “Guardiamo ai playoff”

14

Fuochi artificiali rossoneri e Carispezia travolge Bassano. Carispezia festeggia la fine dell’anno con uno scalpo di pregio. Serata magnifica e vittoria di prestigio. Bassano rispedito a casa surclassato con un 9 a 2 che non ammette repliche. Primo tempo equilibrato, chiuso in vantaggio con la doppietta di Sergio Festa, poi nella seconda parte di gara i rossoneri prendono il largo e si aggiudicano un match determinante nella corsa per la salvezza. “Con questo successo alziamo l’asticella del traguardo finale e guardiamo ai play-off” dice un raggiante Presidente Corona al termine della gara.

Il successo ci ha regalato delle certezze, sicuramente quello di oggi è il passo definitivo verso la salvezza. Siamo tornati ad essere belli come la scorsa stagione. Personalmente ero certo che i ragazzi ci avrebbero regalato una prestazione importante, avevo visto la squadra concentrata negli ultimi allenamenti nonostante gli strascichi delle feste natalizie, sono veramente soddisfatto per il successo  conquistato questa sera, continuiamo a dare prova di grande maturità siamo stati sotto a inizio gara e non ci siamo disuniti. Comunque come ho detto ai ragazzi – continua Corona – non bisogna abbassare la guardia, dobbiamo continuare a lavorare con intensità. Ora  per l’Epifania andiamo a Thiene e se crediamo che quella sarà una gara più facile di quella di questa sera ci sbagliamo di grosso. Abbiamo fatto una prova sublime contro un Bassano, quinto in classifica e reduce da tre vittorie consecutive – continua il Presidente – non era facile vincere contro la formazione di Barbieri, una squadra che difende benissimo e ben organizzata in attacco. Anche questa sera – conclude Corona – ha vinto il gruppo, perchè se non hai un grande gruppo non tiri fuori dal cilindro queste prestazioni. Ma ora più che mai dobbiamo continuare a lavorare a testa bassa e giocare tutte le partite con il cuore Sarzana, solamente in quella maniera potremmo cullare il sogno play off”. CARISPEZIA Sarzana strepitoso. Con un secondo tempo eccezionale i rossoneri affondano il Bassano e si aggiudicano un match determinante nella corsa per la salvezza. L’obiettivo ormai è raggiunto in considerazione delle contemporanee sconfitte di Giovinazzo, Scandiano, Correggio e Thiene. Insomma i rossoneri possono guardare al nuovo anno con nuovo entusiasmo. Una partita, quella del ‘Polivalente’ dai due volti: ad un primo tempo equilibrato, terminato con Carispezia Sarzana in vantaggio 2 a 1 (due gol fantastici di Sergio Festa), ha fatto riscontro una ripresa dominata dal quintetto di Dolce. Il 9 a 2 finale è eloquente. Il Bassano si è disciolto come neve al sole sotto i “raggi’’ splendenti di Festa (poker), Dolce e Rubio (doppietta) e il sigillo di capitan Borsi. Eppure la gara non era facile. I veneti, quinti in graduatoria, hanno lottato alla pari nella prima frazione di gioco. Ma veniamo alla cronaca della gara mister Massimo Barbieri, arriva al Centro Polivalente con l’organico quasi al gran completo, unico assente il giovanissimo Mattia Baggio e  schiera il suo starting-five titolare con Nicolas Barbieri e Panizza assieme alla coppia d’attacco composta dal portoghese Neves e dallo spagnolo Julià con Dal Monte a difesa della porta e a disposizione Scuccato, Canesso, Milani, De Gerone  e il secondo portiere Merlo. Dolce risponde con il solito quintetto base Corona, Rubio, De Rinaldis, Borsi, Festa. Partita da subito spettacolare in cui la fanno da padrone le difese, molto abili a chiudere i varchi. E quando non ci pensano loro il lavoro maggiore è compiuto da Corona da una parte e Dal Monte dall’altra. Serve un episodio per sbloccare il risultato e al 19’,41” Deinite commette fallo in attacco che i direttori di gara puniscono con il blu al giocatore rossonero e tiro di prima in favore del Bassano che Julià trasforma con freddezza. Straordinaria la reazione affidata a Sergio Festa , il quale al 21’,15” impatta da dentro l’area dopo aver ricevuto la pallina da Borsi. L’ anima materana di questa squadra trova la rete del vantaggio a 20” dal termine con un missile dalla lunga distanza, una rete pesantissima la sua. Il suono della sirena manda le squadre negli spogliatoi con i rossoneri in vantaggio per 2 a 1. In avvio di ripresa al 26’,17” pennellata di Rubio per Festa che fa secco Dal Monte per il 3 a 1. Al 35’ 10” blu a Festa e tiro di prima a favore del Bassano ma questa volta Corona si supera su Julia, passa un minuto di inferiorità numerica che Panizza aggancia Rubio, cartellino blu all’esperto difensore bassanese e tiro di prima per la formazione rossonera, va alla battuta Rubio ma Dal Monte si supera. Nel 3 contro 3 fallo al 36’,03” De Rinaldis viene atterrato in area da Neves rigore affidato alla battuta di Borsi che batte Dal Monte e porta il parziale sul 4 a 1. A quel punto la gara si mette in discesa, e il play manager Francesco Dolce trova la sua doppietta personale al 39’,50” riprende una respinta della rete dietro porta su un tiro di Borsi dalla distanza e mette la sfera alle spalle di Dal Monte il quale protesta troppo veementemente per la palla che il portiere Bassanese riteneva alta e l’arbitro Rago lo punisce con il cartellino blu. In inferiorità numerica Dolce beffa Merlo, subentrato a Dal Monte. Il Bassano tenta il recupero con Neves che su azione personale al 43’,22”  porta il punteggio sul 6 a 2. Sale in cattedra Xavi Rubio allunga ulteriormente con la sua doppietta personale, la prima rete al 46’,03” su assist di De Rinaldis e la seconda al 46’,51” con una travolgente azione personale . Dolce toglie Corona e fa entrare il secondo portiere Bianchi che si prende la sua buona dose di applausi con due interventi. Poi lo show finale di Festa con la rete del 9 a 2 a meno di un minuto dal termine quando trasforma il tiro di prima del decimo fallo della formazione Bassanese. Il suono della sirena chiude la gara con la vittoria dei rossoneri con il punteggio di 9 a 2. Nel prossimo turno di Sabato 06 Gennaio i rossoneri di Francesco Dolce saranno impegnati in veneto contro il Thiene.

Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com.