Bene le nuove leve Marcelline Genova Sport

168

Battesimo riuscito per le nuove leve del settore karate dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Marcelline Genova Sport. L’appuntamento è la Coppa Italia FE.K.D.A.  2017 a  Canneto sull’Oglio (MN)domenica 12 novembre. “ Una bella gara con una bella cornice di pubblico” Esordisce il Maestro Marco Soggiu, cintura nera 7 dan di Karate, Maestro dell’associazione e Presidente della stessa. “Il battesimo agonistico è sicuramente riuscito. I 5 ragazzi che ho presentato hanno tutti ben figurato nonostante fossero alla prima esperienza di competizioni. “ Continua soddisfatto il Maestro. “ Non è mai facile l’esordio nella categoria combattimento. Non dimentichiamoci che, pur tutelati dal regolamento  e dalle protezioni individuali, caschetto guanti etc, si tratta pur sempre a livello psicologico di un confronto uno a uno, e l’evento viene  vissuto a livello inconscio come un combattimento vero. Quando  sali sul tatami sei solo tu e il tuo avversario. Mentalmente sono stati bravi a vincere la paura e a dare il massimo. Credetemi, amo citare questa frase che non è una  frase mia, ma di un famoso Maestro giapponese: nel karate non è importante vincere o perdere. Nel karate è importante come vinci o come perdi. Dal quel punto di vista i ragazzi sono stati notevoli. Hanno dato il massimo delle loro possibilità. Vediamo ora il dettaglio. Sul podio con 2 fantastiche medaglie d’argento,  Angelo Bertonasco, tra le cinture blu/marroni e nere, e Luca Caorsi, tra le gialle /arancio e verdi. In finale hanno combattuto contro atleti più forti, ma soprattutto contro atleti con più esperienza. Si fermano alle eliminatorie Nicolo’ Garese, Luigi Trucco e Vittorio Fabrizio. Sono stati bravissimi. Hanno ascoltato i consigli che gli davo da bordo tatami, e hanno fatto quello che era possibile. Hanno combattuto con atleti di alto livello. Ma è così che si impara. Non è la via facile che porta risultati, ma quella più difficile, nello sport come nella vita. Soprattutto devono fare esperienza. Già alla prossima gara saranno più smaliziati. Sono abituato a seguire  atleti di livello internazionale come  preparazione fisica, tecnica e mentale. L’unica cosa che posso dire a questi ragazzi è di persistere, continuare anche se la strada è in salita, e magariu i risultati può capitare che tardino ad arrivare. La costanza e l’impegno premiano sempre.  A proposito dii grandi atleti, Pape Ba, il nostro campione,  lo stesso giorno era impegnato nel campionato europeo per  squadre di club, gara promossa dall’Ente di  promozione sportivo riconosciuto dal CONI, ASC, gara  con regolamento olimpico  WKF. Ebbene Pape  ha vinto l’oro, chiudendo di fatto una bellissima domenica sportiva”

Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com.