Sea2sky 2017: con la notturna di San Michele cresce ancora lo spettacolo

36

Una spiaggia piena di gente, musica, entusiasmo. No, non è un pomeriggio al mare da turisti, il sole è tramontato da un pezzo ma tra pubblico e partecipanti in spiaggia a San Michele c’è davvero tanta gente, tutti ad aspettare un evento sportivo davvero particolare.

Arrivano le fatidiche 21.30 e con esse la partenza della seconda tappa della Sea2sky, la gara che unisce 1000 metri di nuoto e 5000 metri di corsa fuoristrada, questa volta al buio: uno start da brividi con 125 Atleti che si tuffano nelle acque nere della baia, con il solo riferimento delle boe luminose a segnare il percorso sotto gli occhi vigili dei canoisti del Canoa Club Rapallo che forniscono assistenza e controllo sul campo di gara.

Una prima sessione di nuoto impegnativa che mette a dura prova gli atleti, anche psicologicamente.

Certo non si lasciano intimorire dalle condizioni avverse i primi ad uscire dall’acqua: come da pronostico guizza per primo sul tappeto rosso dalla riva il grande campione Edoardo Stochino, appena tornato dalle gare in Canada, ma anche l’abitué della Sea2sky, Marco Lopedote non è da meno, arrivando a ruota: i due passano il testimone ai compagni della sessione Trail rispettivamente Davide Ansaldo e Stefano Privino che, indossata la fida luce frontale, iniziano la corsa sulla passeggiata che porta a Prelo e poi seguendo il percorso fino sopra le logge di San Michele.

Un percorso che risulta più scorrevole rispetto alla prima tappa di Zoagli ma che mette a dura prova l’organizzazione visti anche i numerosi attraversamenti di strade aperte al traffico che si incontrano lungo la corsa. Un lavoro impeccabile da parte dello Staff Sea2sky coadiuvato dalla Protezione Civile di Rapallo, dal Rowing Club San Michele e da numerosi volontari che si sono prodigati affinché lo svolgimento della gara fosse nella più totale sicurezza.

La gara continua e  dall’acqua escono anche i primi atleti ELITE, che corrono la Sea2sky affrontando in solitaria le fatiche nuoto/corsa: si vedono in zona cambio anche i primi Atleti OPEN, categoria non agonistica iscritta alla manifestazione.

Poco dopo le 22 si scorge una luce arrivare nella baia di Trelo: è quella di Davide Ansaldo della coppia Ansaldo/Stochino che quindi chiude in prima posizione la gara della Categoria ELITE Staffetta. Secondo posto per la coppia Privino/Lopedote e in terza posizione si piazza la coppia Grigis/Fusco.

Per la Femminile ELITE continua a dominare incontrastata la superlativa Federica Verdoya, tra l’altro caduta rovinosamente in uscita dall’acqua. Al secondo posto una forte runner praticamente al debutto in questo genere di gare: Camilla Corsini. Terza classificata Amerio Camilla.

Nella Elite Maschile vince il bravissimo – un fulmine nella sessione corsa – Polizzi Daniel che supera il vincitore della prima tappa Paolo Concer. Terza posizione per Capanna Simone.

L’appuntamento è ora per la finale della Sea2sky a Lavagna il 10 settembre: in tanti stanno già facendo i calcoli per l’assegnazione del titolo di Campione Sea2sky della categoria Elite, che andrà all’atleta che otterrà il miglior piazzamento sulle tre prove.

Condividi
Nato a Genova nel 1985, appassionato di sport da sempre. Scrivo soprattutto di tiro con l'arco, grazie alla collaborazione con la Fitarco, e di pallanuoto nella sezione web dedicata de Il Secolo XIX. Negli scorsi anni sono stato uno degli speaker "sportivi" di Radio 19.