La genovese Asia D’Amato argento agli Eyof

78
Asia d'Amato, quarta da sx nella foto, vince uno splendido argento

L’Italia dell’Artistica Femminile, impegnata a Gyor (Ungheria) per la XIV edizione del Festival Olimpico della Gioventù Europea, si tinge ancora d’argento grazie ad Asia D’Amato, salita sulla piazza d’onore nella finale All-around davanti alla russa Zubova e alla compagna Elisa Iorio, autrice di un’ottima gara che l’ha portata fino ai piedi del podio continentale juniores. Ad aggiudicarsi la medaglia d’oro è l’altra ginnasta di Mosca Kseniia Klimenko.

#ENFANTERIBLE  –  Asia, classe 2003, cresciuta nell’Andrea Doria, in forza alla Brixia di Brescia e  protagonista della web serie FATE, è una delle ginnaste che potrebbe vestire la maglia azzurra ai prossimi Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Grintosa e “capace di restare aggressiva per tutta la gara” come l’ha definita il DTN Enrico Casella, la generalista di Genova, campionessa juniores di categoria in carica, eguaglia così la collega-mentore Erika Fasana che nella XII edizione di Trabzon 2011 chiuse proprio con un secondo posto individuale (oltre a due bronzi e a un argento di specialità).

I due argenti, quello a squadre  di ieri e quello di oggi a firma della D’Amato  sono i primi due piazzamenti stagionali della GAF ad entrare nell’albo d’oro della Federazione e  il primo in carriera per la ginnasta ligure in una competizione del circuito olimpico.”Ancora due medaglie, una d’argento e una di legno – commenta Casella, facendo un chiaro riferimento all’ottima prestazione della Iorio –la cosa interessante è che Russia e Italia, le due nazioni leader di questi Eyof, hanno praticamente ipotecato i primi quattro posti della competizione. La gara è stata avvincente e tirata fino all’ultimo – prosegue l’head coach – Elisa forse avrebbe meritato il bronzo, ma è stata brava a terminare una bella prova, l’ho vista decisa e rispetto a ieri ha fatto dei grossi passi avanti. Asia invece mi lascia sempre senza parole, è partita determinatissima. Comunque non è finita qui – promette il tecnico GAF – domani cercheremo di fare qualcosa di buono anche nelle finali di specialità”.

Condividi
Marco Callai
Nato a Genova il 7 febbraio 1984, inizia a scrivere all'età di 17 anni. E' coordinatore del portale LiguriaSport.com, autore dell'Annuario Ligure dello Sport e tra gli organizzatori del progetto Stelle nello Sport per la valorizzazione dello sport in Liguria. Collabora con RTL 102.5 ed Il Messaggero. E' autore della trasmissione "Stelle nello Sport" su PrimocanaleSport. Dal 2009 al 2012 è responsabile del settore Comunicazione della Federazione Italiana Canottaggio. Dal maggio 2013, lancia il portale CanottaggioMania.com.