Pro Recco

71
Cover Store

Il trentesimo scudetto conquistato in una Sori addobbata a festa e capitale della pallanuoto italiana per tre giorni.

La Pro Recco festeggia la conquista della Coppa Italia 2017
La Pro Recco festeggia la conquista della Coppa Italia 2017

Senza dimenticare la Coppa Italia numero undici, la quarta di fila, messa in bacheca dopo aver sconfitto ancora una volta il Brescia in una tirata finale. Due trofei che rendono meno amara la beffa di Budapest: in Champions League, priva di Tempesti, la Pro Recco perde in semifinale ai rigori contro lo Jug Dubrovnik poi vincitore della competizione.

Se i successi in vasca sono una piacevole consuetudine, le grandi novità arrivano fuori dall’acqua: Maurizio Felugo dimostra di avere classe e lungimiranza anche dietro la scrivania e diventa Presidente della Pro Recco in un Consiglio di amministrazione che vede l’ingresso di Antonio Gozzi, presidente della Virtus Entella, e Matteo Campodonico, ideatore di Wyscout; insieme a loro ci sono Eraldo Pizzo, Giovanni Carbone, Giovanni Rainero, Alessandro Martini, Vittorio e Giovanni Bisso. La prima novità è il lancio della Pro Recco Waterpolo Youth Academy, una scuola della pallanuoto unica nel suo genere, con metodi di lavoro condivisi, che unisce diverse società liguri e non solo.

Sono queste le istantanee che riassumono un 2016 ricco di momenti destinati a entrare nella storia del club.

A proposito: il 27 febbraio la Pro Recco festeggia la vittoria numero 1000; nessuno, in tutto il movimento della pallanuoto, ha mai vinto tanto. Il millesimo successo arriva con un sonoro 14-4 rifilato alla Bpm Sport Management, figlio dei successi nati in mare agli inizi del secolo, cresciuti sotto l’ala di Eraldo Pizzo e Franco Lavoratori (solo per citarne alcuni), e giunti fino alle formazioni delle meraviglie degli ultimi anni.

Tre settimane più tardi la squadra di Amedeo Pomilio si trova davanti la prima partita che mette in palio un trofeo: la Coppa Italia. Nella vasca di Busto Arsizio la Pro Recco affronta il Brescia. Finale tirata che i biancocelesti fanno loro giocando una gara gagliarda: 5-4 il punteggio e undicesima Coppa Italia in bacheca.

Cambia la formula scudetto con il Tricolore che viene assegnato in una gara secca. La Pro Recco organizza Final Six e Playout Salvezza nella vasca di Sori. Migliaia di appassionati, eventi collaterali dentro e fuori la piscina: uno spettacolo applaudito da tutta Italia. L’atto conclusivo regala emozioni a non finire: i biancocelesti superano il Brescia 8-6 e possono così celebrare la terza stella.

Una grande gioia smorzata, qualche giorno più tardi, dall’infortunio all’occhio di Stefano Tempesti. Il capitano deve essere operato e perde la Final Six di Champions League che si disputa a Budapest. La formazione di Pomilio viene sconfitta in semifinale dallo Jug Dubrovnik, ai rigori, piazzandosi poi al quarto posto.

In estate c’è un cambio in panchina: arriva il “Sindaco”, Vladimir Vujasinovic, leggenda biancoceleste e allenatore di caratura internazionale come dimostrato con Partizan Belgrado e Nazionale giovanile serba. La campagna acquisti riporta a casa Molina e Dufour; con loro arrivano anche Volarevic, Echenique e tre giovani promesse come Alesiani, Bruni ed Edoardo Di Somma. Salutano Prlainovic, Gitto, Giacoppo, Giorgetti e Viola. Il secondo portiere Pastorino, invece, appende la calottina al chiodo e diventa il nuovo team manager.

Alla presentazione della squadra, avvenuta nel nuovo ristorante di Punta Sant’Anna, E.vent Beach, il presidente onorario Gabriele Volpi elogia il lavoro di Felugo e Vujasinovic, traccia la rotta e fissa la meta: “Il triplete”.

In campionato i biancocelesti conoscono solo la parola “vittoria”: con il Quinto arriva la sessantesima consecutiva in A1. In Champions League la musica è la stessa, con il trionfo in casa dello Jug che è un messaggio forte e chiaro a tutte le avversarie: la Pro Recco ha voglia di rivincita. Il 2017 però si apre con una dolorosa notizia, la scomparsa di Gianni Carbone, già presidente del Club, figura indimenticabile omaggiata dalla Società in occasione della partita casalinga con il Brescia.

A marzo Vujasinovic conquista il suo primo titolo da allenatore recchelino, la Coppa Italia: a Brescia la Pro Recco vince ai rigori contro i padroni di casa e arricchisce, così, una “sala dei trofei” già stracolma.

LA NASCITA DELLA PRO RECCO WATERPOLO YOUTH ACADEMY

Ad agosto, su impulso del Presidente Maurizio Felugo, è nata ufficialmente la Pro Recco Waterpolo Youth Academy a cui al momento aderiscono: Rari Nantes Camogli, Nuotatori Genovesi, Sporting Club Quinto, Rapallo, Lerici Sport e Aquatica Torino. La condivisione dei metodi di lavoro farà dell’Academy una vera e propria scuola della pallanuoto da Genova fino allo spezzino, un punto di riferimento per tutto lo sport a livello nazionale. Il responsabile organizzativo è Jonathan Del Galdo, mentre la supervisione è dei tecnici della prima squadra: Vladimir Vujasinovic e Milos Ciric, suo vice. Il progetto riguarda bambini e bambine nati tra il 2006 e il 2009. “Si apre una nuova era – afferma il presidente – la Pro Recco e la sua proprietà lanciano un progetto che farà del club il punto di riferimento nella pallanuoto mondiale. L’Academy darà la possibilità ad ogni atleta ligure di giocare per coronare un sogno: indossare un giorno la calottina biancoceleste e magari difendere i colori azzurri alle Olimpiadi. Quel traguardo che ho avuto la fortuna di raggiungere grazie ai grandi maestri di sport e di vita che mi hanno accompagnato fin da piccolo. La Pro Recco Waterpolo Youth Academy, inoltre, sarà un punto di riferimento per le famiglie”.

La Rosa 2016/2017: Stefano Tempesti, Goran Volarevic, Massimo Dufour, Niccolò Figari, Aleksandar Ivovic, Andrea Fondelli, Francesco Di Fulvio, Jacopo Alesiani, Pietro Figlioli, Edoardo Di Somma, Guillermo Molina, Dusan Mandic, Filip Filipovic, Gonzalo Echenique, Sandro Sukno, Lorenzo Bruni, Dusko Pijetlovic, Matteo Aicardi, Michael Bodegas.  Allenatore: Vladimir Vujasinovic. Vice: Milos Ciric. Preparatore Atletico: Donato Quinto.

www.prorecco.it

Condividi
Redazione
Dal 1998 a oggi, dalla redazione di LiguriaSport.com molti giovani hanno preso il “volo” diventando giornalisti professionisti al servizio di giornali, TV, radio e agenzie nazionali. LiguriaSport.com è l'unico vero punto di riferimento dell'informazione sportiva on-line in Liguria. Dalla competenza e passione dei nostri giornalisti nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport.