Pro Recco Pallanuoto

104

La dodicesima Coppa Italia, il record italiano di vittorie consecutive in campionato (73), il trentunesimo Scudetto: i numeri della Pro Recco sono ancora vincenti.
Il 2017 biancoceleste si apre però con una brutta notizia, la scomparsa di Ganni Carbone, già presidente del club di pallanuoto più titolato al mondo, ex sindaco di Recco e istituzione della gastronomia ligure con la sua “Manuelina”.

In acqua è sempre dominio Pro Recco: la squadra di Vujasinovic il 12 marzo allontana la maledizione dei rigori e si aggiudica la Coppa Italia: in casa del Brescia i campioni in carica si impongono sui lombardi per 12-11 (6-6 il risultato alla fine del quarto tempo). I biancocelesti mettono in bacheca la dodicesima Coppa Italia in un match bellissimo, pareggiato da Sukno a 35 secondi dalla sirena. Ai rigori Volarevic è prodigioso su Nicholas Presciutti e Muslim. Mandic non sbaglia il tiro decisivo e la coppa rimane in Liguria.
In Italia i recchelini continuano a riscrivere la storia e a volare lassù dove arrivano solo i campioni: 73 vittorie consecutive in campionato, mai nessuno come la Pro Recco nello sport italiano. 22 aprile 2017, è questa la data del record, trent’anni dopo la Teodora Pallavolo Ravenna che aveva toccato quota 72; i biancocelesti incontrano poche difficoltà contro il già retrocesso Quinto: alle Piscine di Albaro finisce 15-1 e alla fine comincia la festa. La striscia record, iniziata il 13 dicembre 2014 contro il Posillipo, si interrompe la settimana dopo con la sconfitta indolore di Brescia.

Un mese dopo Tempesti e compagni si prendono la rivincita nella finale campionato che si gioca a Torino: la Pro Recco è campione d’Italia per la trentunesima volta, la dodicesima consecutiva. Dominio in vasca, 13-6 al Brescia, e delirio al suono dell’ultima sirena; Torino è biancoceleste grazie ad una prova di forza dei ragazzi di Vujasinovic, capaci di sorreggere il peso della pressione e condurre una gara perfetta, magistralmente preparata dal coach serbo. D’altronde quella assemblata in estate dal presidente Felugo è una squadra di “giganti”, che alle parole preferisce i trofei e per questi lavora tutto l’anno.
Una settimana più tardi si materializza la delusione europea nella Final Six di Budapest: i biancocelesti pagano un primo tempo in affanno e vengono sconfitti in semifinale dallo Jug Dubrovnik 10-9 chiudendo poi la Champions League al terzo posto. In estate lasciano Figlioli, Fondelli, Di Somma e Pijetlovic, mentre Gitto ritorna a Recco e il giovane Massaro entra a far parte della scuderia dei portieri dietro i veterani Tempesti e Volarevic. Una rosa più ristretta e compatta, praticamente unica per centrare i tre obiettivi stagionali con le finali di Champions League a Genova, dal 7 al 9 giugno, a rappresentare il momento clou di un’annata densa di appuntamenti. Come quello che a settembre 2017 inaugura la stagione della Pro Recco: Waterpolo by the Sea Portofino.

Una giornata storica per la pallanuoto che torna in mare, alle origini. La celebre Piazzetta si trasforma in un anfiteatro spettacolare, con i campioni del Settebello e dell’All Stars Team a deliziare il pubblico. Gli arbitri Massimo Savarese e Daniele Bianco fischiano da una gommone e dalla banchina riavvolgendo il nastro dei ricordi, gli spettatori si godono la partita da yacht, cabinati, canoe e dalla gremita tribuna centrale. Intorno si beve e mangia, con la musica a fare da sottofondo.

In banchina ci sono grandi personaggi come Antonio Cassano e Carolina Marcialis, il presidente della Regione Giovanni Toti con l’assessore Ilaria Cavo, il sindaco di Portofino Matteo Viacava a fare gli onori di casa. In acqua è divertimento allo stato puro, con l’antipasto della sfida tra Setterosa e Francia vinta dalla Nazionale italiana per 10-2. Poi è la volta del Settebello di Sandro Campagna e delle leggende guidate da Vladimir Vujasinovic: nella vasca salata di Portofino con i campioni della Pro Recco giocano Tamas Kasas, Amaurys Perez e Aleksandar Sapic, stelle che tornano a illuminarsi insieme ad altri grandi giocatori come Mladan Janovic, Christian Presciutti, Petar Muslim, Ugo Crousillat e Albert Espanol. Per i feticisti delle statistiche la partita finisce 13-13. A vincere, però, è lo spettacolo e la promozione della pallanuoto, mission che il Club presieduto da Maurizio Felugo ha inserito tra le proprie priorità. Ecco perché al termine di Waterpolo by the Sea è la volta della presentazione della Pro Recco 2017/2018 sotto gli occhi del patron Gabriele Volpi che applaude all’iniziativa e carica la squadra in vista della nuova stagione.

La Pro Recco Academy cresce
Dopo Liguria e Piemonte, la Pro Recco Waterpolo Youth Academy si estende in Lombardia: nell’ottobre 2017 la Pallanuoto Como entra a far parte del progetto ideato dal presidente Maurizio Felugo nell’agosto del 2016. Il responsabile organizzativo della Pro Recco Waterpolo Youth Academy è Jonathan Del Galdo, mentre la supervisione è affidata ai tecnici della prima squadra biancoceleste: Vladimir Vujasinovic e Milos Ciric, suo vice. Pallanuoto Como si aggiunge a Nuotatori Genovesi, Lerici Sport, Rapallo, Waterpolo Novara e Aquatica Torino. Il progetto punta a creare, attraverso metodi di lavoro condivisi, una scuola di eccellenza per la pallanuoto italiana. Si rivolge a bambini e bambine di età compresa tra 8 e 11 anni.

La Rosa 2017/2018: Stefano Tempesti, Goran Volarevic, Francesco Massaro, Niccolò Figari, Aleksandar Ivovic, Francesco Di Fulvio, Niccolò Gitto, Jacopo Alesiani, Guillermo Molina, Dusan Mandic, Filip Filipovic, Gonzalo Echenique, Edoardo Caliogna, Lorenzo Bruni, Matteo Aicardi, Michael Bodegas. Allenatore: Vladimir Vujasinovic. Vice: Milos Ciric. Preparatore Atletico: Donato Quinto. Team Manager: Giacomo Pastorino.

www.prorecco.it

Condividi
Redazione
Dal 1998 a oggi, dalla redazione di LiguriaSport.com molti giovani hanno preso il “volo” diventando giornalisti professionisti al servizio di giornali, TV, radio e agenzie nazionali. LiguriaSport.com è l'unico vero punto di riferimento dell'informazione sportiva on-line in Liguria. Dalla competenza e passione dei nostri giornalisti nasce ogni anno l'Annuario Ligure dello Sport.